Le mie origini, di Mariella Bartolucci

37661476_2166141410332172_5717788599936614400_n

Poesia.
Le mie origini.

Che sogno amabile!

Arrampicarsi sui vecchi tetti
di Urbino
torturati per secoli
da neve e
vento.
Correre tra i vicoli
con il mio vestitino di seta
alitato da folate di brezza,
mentre tu in attesa
ti nascondi nei portoni….

Poi raccontarti
la vita dei miei cari,
che ha il significato
morale
di origini urbinate….
mai perse.

Osservare avidamente
il Montefeltro
per non mettere fine
a questo mantello vegetale.
Ah! L’avessi magari visto
con gli occhi
di Raffaello!

Dolce diletto
camminare con te nei boschi
in cerca di viole
appena nate
e già profumate!
Sentire le tue mani
frugare nel mio vestito
color aragosta,
mentre accarezzo
i tuoi capelli bruni….

Saliamo lassù…
su quei Torricini
dove I nostri baci
si nascondono
tra fessure secolari.

Mondolfo 21/7/2018.