RUMORE

Questa lingua
s’illude di regnare
in un mondo indescrivibile
mentre gli atomi
di una foglia
si scindono
dagli atomi di un ramo
per scivolare negli atomi
di uno stelo d’erba
d’un prato inglese.

Tu,
almeno tu,
non sottostare
al regime delle parole
che comprimono
con il loro compromesso
ciò che proviamo;

Tu,
con le labbra,
non emettere suoni,
non fare rumori.

Baciami.
Immergi i tuoi atomi
nei miei,
la tua lingua
nella mia,
non c’è modo migliore di usarla.

View original post