Plumari Sebastiano Aurelio

Uno sguardo..
una parola non detta
una carezza appena accennata

Artefici della nostra complicità

Nei silenzi che colmano i vuoti..
e lasciati naufraghi del loro destino

Ma come magnetismo
vengo sospinto fra le tue braccia
ed è gioia infinita

E perdermi nel tuo paradiso
più bella cosa non c’è

E sei l’alba che nasce….
Preludio della vita

View original post