Genova non sarà più la stessa senza quel ponte, e nemmeno noi lo saremo più

Genova non sarà più la stessa senza quel ponte, e nemmeno noi lo saremo più

Alessandria today: Pubblichiamo due commoventi riflessioni sul collasso del ponte Morandi di Genova, che i genovesi chiamavano il “Ponte di Brooklyn”, pubblicate su facebook da Davide Ottonello e Giovanni Cesari.

39193572_10215133718967841_3879750443600969728_n

Davide Ottonello

Il ponte di “Brooklyn”, come lo chiamavo io, non era un banale ponte. Era qualcosa di più per me.

Quando lo attraversavo per andare a lavorare, a fare shopping, a fare delle visite, mi dava un senso di sollievo, mi faceva pensare “dai, sono quasi arrivato”.
Invece, quando ci passavo sotto, sul treno che mi portava all’università, mi metteva soggezione perché “ricordati che porta sfortuna parlare sotto quel ponte, non passerai il prossimo esame” .
Mio papà, ogni tanto, quando ci passavamo sopra, mi raccontava che lui “l’aveva visto nascere”, quando era ragazzino e andava a trovare i suoi zii a Rivarolo.

Ecco cos’era il ponte Morandi, un “pezzo” della vita di ognuno di noi, che inconsciamente pensavamo non fosse così importante.
Ma ora che non c’è più, è come se ci fosse stato strappato qualcosa nel profondo.

Genova non sarà più la stessa senza quel ponte, e nemmeno noi lo saremo più.

Giovanni Cesari

Nel periodo ’72-’74, per motivi legati al lavoro di mio padre, la mia famiglia si dovette trasferire a Padova. In occasione di ogni festività di almeno tre quattro giorni, tornavamo ad Arenzano, dove avevamo conservato casa e residenza.

A quei tempi “la Voltri” (cioè la A26 Gravellona – Voltri) non esisteva, quindi quando dopo 400km di autostrade varie arrivavi a Genova sulla “Camionale” trovavi ad attenderti “Il Ponte di Brooklin” e intravedevi il mare..

Ecco, per me il “Ponte di Brooklyn” era il mare, la libertà, era voler dire “Sono a casa, adesso”. Ecco perché, anche per me, le cose non saranno più le stesse.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

One thought on “Genova non sarà più la stessa senza quel ponte, e nemmeno noi lo saremo più”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...