sguardiepercorsi

La fragilità è un lato in ombra della vita. Sta in ombra non perché sia nella sua natura starci, ma perché noi ne abbiamo paura, e vorremmo non doverci mai fare i conti, vorremmo poterci sentire sempre bene e in forze, fisiche e psicologiche.
Quando poi, però, incontriamo sul nostro cammino una delle tante forme in cui la fragilità si presenta, rimaniamo spesso spiazzati, increduli, a volte impotenti.
L. non sa che fare, non era pronto. La malattia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, e ha cambiato tutto. I vecchi orizzonti si sono chiusi, e quelli nuovi sono oscurati da una fitta nebbia. Come sarà il domani? Come sarà il futuro?
Oggi, però, L. sorride. Mi dice che ha capito una cosa importante, che l’ha quietato: “Ho smesso di fingermi forte, ho smesso di combattere i mulini a vento. Mi sono rilassato, mi scaldo nell’affetto dei miei cari”.

View original post 75 altre parole