Romualdo Guida poeta, scrivere poesie significa mettere a nudo la propria anima, intervista a cura di Pier Carlo Lava

Romualdo Guida poeta, scrivere poesie significa mettere a nudo la propria anima, intervista a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare un interessante intervista al poeta Romualdo Guida, di Pioppi SA, la capitale mondiale della dieta mediterranea. Guida sostiene che il poeta è un pensatore di pensieri positivi e scrivere poesie significa mettere a nudo la propri anima, la poesia va interpretata e capita. Le sue poesie sono rimaste chiuse in un cassetto per quarant’anni sino al 2014, quando ha deciso di renderle pubbliche.

Romualdo ciao e benvenuto su Alessandria today è veramente un piacere ospitarti, ci vuoi raccontare dove sei nato, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Ringrazio voi di Alessandria today per avermi concesso questo spazio e questa intervista. Ok, vi dirò qualcosa su di me cosi ci conosciamo. Sono nato a Vallo della Lucania (SA) e vivo a Pioppi (SA) che è la capitale Mondiale della Dieta Mediterranea. Vi chiederete come mai?, presto detto. Qui, a Pioppi, paesino di circa 500 abitanti borgo marinaro e turistico, nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, negli anni settanta vi si stabilì il Prof. Ancel Keys, di cui mi pregio di averlo conosciuto, fisiologo americano, già famoso per aver introdotto nell’esercito del suo paese la Razione K. Egli, insieme alla moglie Margharet e ad ltri illustri scienziato, tra cui il Prof Stammler studiarono i nostri stili di vita e la nostra alimentazione, divulgando in tutto il mondo la Dieta Mediterranea oggi Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Nella vita Mi sono diplomato Ragioniere e perito commerciale, scritto all’Università di Salerno facoltà di giurisprudenza. Non ho poi portato a termine,questo percorso per i casi della vita. Questo è il mio grande rammarico.  Ho fatto un pò di tutto ora continuo a fare il ragioniere part time.

Ho sempre scritto poesie anche se quando frequentavo la scuola non le digerivo tanto in quanto quel doverle imparare a memoria me le faceva odiare. La poesia va interpretata e capita.

Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo?

Bella domanda e, risposta classica non so che dire. E’ successo così all’improvviso e non mi sono più fermato. Nello scrivere poesie o qualsiasi altro componimento significa mettere a nudo la propria anima, i propri sentimenti e soprattutto la propria vita. E’ il tuo spartito che rende pubblico il tuo essere.  Per più di quarant’anni le mie poesie sono rimaste chiuse nel cassetto. Solo nel 2014 ha deciso di renderle pubbliche.

Ci vuoi parlare della tua silloge di poesie “Un Mare di Emozioni”?

Premetto che la mia silloge è nata più che per una mia necessità soprattutto per le continue richieste dei miei amici. E’ stato un momento di grande felicità e soddisfazione. Realizzare una silloge è un avvenimento importante nella vita di chi scrive. Mettere su carta le proprie emozioni e darle in lettura alle persone è un ulteriore grande emozione. Che cos’è la poesia se non un soffio del cuore e un graffio dell’anima.

Il primo libro è come il primo amore non si scorda mai, ci puoi raccontare quali difficoltà hai incontrato per pubblicarlo e quale è stato il tuo primo pensiero dopo averlo pubblicato?

Vero, la soddisfazione di vederlo stampato è grande. Come quando cominci a costruire la tua casa. La prima bozza, i correttivi e la copertina da scegliere.  Auto pubblicarsi costa tempo e denaro. Trovare case editrici serie non è facile, Tutte lucrano su noi poveri compositori di emozioni. Devi scegliere e comparare servizi e qualità. Con la youcanprint ho stabilito un ottimo rapporto di fiducia e il prezzo era conveniente rispetto a tante altre. La gioia della presentazione è in antitesi alla paura di non essere poi accettato.

Hai pubblicato recensioni sul sito letterario Oggiscrivo, ce ne vuoi parlare?

E’  stato il primo sito sul quale ho pubblicato le mie poesie, Ricordo che la prima volta ho inviato la mia poesia e per una decina di giorni non ci ho messo più piede, tanta era la paura delle recensioni. Poi fattomi coraggio mi sono affacciato e letto con grande piacere che erano buone se non addirittura entusiaste. E ho continuato.

Alcune tue poesie sono state premiate in concorsi letterari, ci racconti quali?

Partecipare ai concorsi letterari è un’impresa non facile. Significa metterti in gioco e accettare premi e delusioni. Decidendo di affrontare questa esperienza significa avere il coraggio di essere valutato. Ho partecipato a vari concorsi nazionali ed esteri. Premiato con Menzioni d’Onore al concorso internazionale Club della Poesia di Cosenza 2016 e di Merito 2017. Giunto ai primi posti in diverse graduatorie. Quarto premio al concorso A.L.I. Penna d’Autore Torino 2015 con la poesia “Desio”, Terzo posto al concorso del Comune di Bugnara (AQ) 2017 con la poesia “Malia” Secondo posto al concorso Settembre come Poesia di Vallo della Lucania (SA) 2017 con la composizione “Notte amica mia” e, sempre con la stessa Primo premio al concorso Arte e Poesia di Padula (SA) 2017. Memzioni e segnalazioni ricevute da prestigiosi siti Argentini e Spagnoli.

A tuo avviso come vedono il mondo i poeti e gli scrittori e che mondo sarebbe senza di loro?

Noi che scriviamo, abbiamo una percezione diversa dalla vita pur vivendone la realtà.

Siamo pensatori di un pensiero positivo che vorremmo portare ad essere condiviso. Abbiamo una filosofia tutta nostra, una visione della realtà metafisica in pura universalità del soggetto comparato alla materia.

Sei stato insignito con targa di Merito ad un concorso Internazionale, ci vuoi raccontare?

In verità sono stato classificato al terzo posto in un concorso mondiale organizzato dall’Unione Mondiale dei Poeti con tema < La pace>.  La lirica vincente era “Primavera di Pace” Primo tra i compositori italiani. Una grande soddisfazione.

Quali differenze ci sono tra un poeta e uno scrittore?

Il poeta condensa in versi le emozioni, lo scrittore di un verso ne trae un capitolo.

Sei stato incluso in diverse antologie, ci racconti quali?

Ne citerò alcune: Antologia dei Poeti del sito Oggiscrivo 2015 e 2017  Antologia di A.L.I. Torino 2015 e 2016, Poeti italiani dl nostro tempo 2016 11° edizione Firenze, Versi di Pace 2017 Messina, Antologia 2018 Il Canto delle Muse Salerno, Antologia dei poeti contemporanei del Parnaso  Sicilia 2018 Versi per Alda 2018 Catanzaro

Solitamente quali canali usi per pubblicizzare i tuoi libri?

Il web

Secondo te nell’epoca in cui viviamo cosa pensano le persone dei poeti, degli scrittori e della cultura?

Bisogna distinguere dal tipo di scrittura. Oggi purtroppo la lettura è divenuta una carenza esistenziale e ne risente tutta la panoramica culturale. Quello che pensano le persone degli poeti credo che la loro sensazione è quella di trovarsi di fronte un alieno.

Cosa consigli a chi vuole iniziare ha scrivere?

Non mi sento in grado di dare consigli ma, di essere sempre se stessi e di scrivere quello che si sente senza mai alterare la snsazione e oltraggiare così le emozioni in uno squallido equilibrismo metaforico.

Qual’è la tua opinione sulla politica italiana, relativamente alla gestione della cultura e dei beni patrimoniali del nostro paese?

Meglio non aprire quest’argomento. Si potrebbe e dovrebbe fare molto ma molto di più.

Stai già scrivendo il tuo prossimo libro e nel caso ce ne vuoi parlare?

Ho materiale sufficiente ma non mi sembra ancora il momento.

Progetti per il futuro e sogni nel cassetto?

Progetti tanti  e, i sogni sono la costante della mia vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...