Ti racconterò tutte le storie che potrò di Agnese Borsellino Recensione di Cristina Saracano

Si è parlato tanto di Paolo Borsellino, come uomo di stato, ligio al dovere, innamorato del suo lavoro.

Si è parlato tanto della sua tragica fine, dei misteri in cui è ancora avvolta, di tutto ciò che si fa per trovare ogni colpevole.

Ma non si è mai parlato molto di Paolo Borsellino uomo qualunque.

Agnese Borsellino, moglie e madre dei suoi tre figli, intervistata da Salvo Palazzolo, nel 2013, ormai provata da una malattia incurabile, ci racconta Paolo nel suo lato più umano.

Era un uomo semplice, legato alle tradizioni di famiglia, amante delle serate tra amici, desideroso di giustizia.

Attraverso una narrazione semplice e scorrevole, scopriamo meglio quest’uomo, che amava stare in compagnia della moglie e raccontarle tanti pezzetti di vita, attraverso storie indimenticabili.

Un libro emozionante, una storia d’amore che passa attraverso.le vicende di un’Italia che merita di più, come diceva Paolo Borsellino, una Palermo e un’Italia fatta di sincerità, giustizia, libertà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...