Porte aperte per “Valenza Pedagogica “, di Lia Tommi

Dopo la pausa estiva riprendono le attività del Teatro Sociale di Valenza, a cominciare da “Valenza Pedagogica”, ovvero l’offerta formativa selezionata dal direttore artistico Roberto Tarasco.

Giovedì 13 settembre, alle ore 17.30, nel foyer del Teatro Sociale (corso Garibaldi, 58) i docenti dei corsi pomeridiani presenteranno le loro attività anche attraverso brevi dimostrazioni. Un’occasione preziosa, aperta a tutti e gratuita, per ricevere informazioni ma anche per assistere ad un vero “assaggio” della attività artistica oggetto delle lezioni.
La proposta è eterogenea e prevede corsi di teatro per bambini e ragazzi, ma anche laboratori di musica e canto finalizzato all’interpretazione teatrale. Un’offerta quanto mai variegata, per stuzzicare la curiosità e soddisfare l’anima creativa dei giovani valenzani. Le lezioni prendono il via entro fine settembre; il primo incontro di ogni corso è gratuito.

A seguire i corsi di prossima attivazione:

TEAtroPOTenziale con Luca Gwynplaine Zilovich – giocare il teatro kids & teen
Luca Zilovich: attore, regista, drammaturgo, giocoliere, danzatore, narratore…artista poliedrico di talento, da anni collaboratore del Teatro Sociale, apprezzatissimo dai suoi allievi e dal pubblico di tutte le età.
L’ormai tradizionale corso di teatro per bambini e ragazzi da scoprire in compagnia: movimento, recitazione, mimica, giocoleria e, perché no, anche un pizzico di magia, quest’anno si fa in 3:
– “TeaPot TEEN” (per i ragazzi dagli 11 ai 15 anni): tutti i lunedì dalle 17.30 alle 19.30, dal 17 settembre; costo 30€ al mese
– “GIOCOLERIA” (per i ragazzi dagli 11 ai 15 anni): tutti i martedì dalle 17.30 alle 19.30, dal 18 settembre; costo 30€ al mese
– “TeaPot KIDS” (dedicato ai bambini dai 6 ai 10 anni): tutti i giovedì dalle 17.30 alle 19.30, dal 20 settembre; costo 30€ al mese

VTSC Music staff – Piccole Armonie
– Chitarra con Antonio Salamone – atelier di musica collettiva
Antonino Salamone, classe ’92, musicista e compositore, è uno dei chitarristi più interessanti sul territorio valenzano con il suo stile fusion e trasversale, dal blues al rock, passando per il jazz e la world music.
Avvicinarsi al mondo delle 7 note attraverso un percorso di approccio alla chitarra che ha il pregio di essere condiviso con altri compagni, un percorso indicato a chi vuole accostarsi allo strumento e anche a chi, già suonando, vuole affinare le proprie capacità.
Il corso è aperto a tutti, dai 6 ai 99 anni, a partire da venerdì 21 settembre, tutti i venerdì pomeriggio (orario da concordare con l’insegnante in base al livello di capacità) – Una lezione a settimana, al costo di 32€ al mese
– Canto con Monica Bursi – formazione al musical
Monica Bursi, insegnante di canto, preparatore vocale e cantante della Compagnia di Musical Ostinata Passione: “Volete scoprire insieme a me il mondo della musica, la vocalità e perché no, anche il Teatro?? Allora vi aspetto!”
Il corso propone: tecnica di respirazione e postura, esercizi di respirazione corretta, esercizi di rilassamento dei muscoli facciali e della lingua, vocalizzi ed esercizi mirati, approccio con le canzoni applicando i concetti di tecnica appresi, studio ed interpretazione del testo, cambi di registri, repertorio, basi del musical, interpretazioni di brani di musical famosi.
Due le proposte:
– “Registri definiti” (dai 15 ai 99 anni): lezioni individuali, i giorni e gli orari delle lezioni sono da concordare individualmente con l’insegnante, a partire da mercoledì 19 settembre. – Una lezione a settimana, al costo di 45€ al mese
– “Voci Bianche” (dagli 8 ai 14 anni): lezioni collettive, il corso verrà attivato al raggiungimento di un numero minimo di 5 partecipanti.

Per informazioni:
Segreteria Teatro Sociale di Valenza, Marta Cazzulo, 324.0838829 – formazione@valenzateatro.it
Mar-Ven / h16-19
(l’iscrizione ai corsi prevede la sottoscrizione della tessera annuale ValenzaTeatroSocialClub di 10€)

Inaugurazione del monumento al Bersagliere d’Italia, di Lia Tommi

Sabato 29 settembre sarà inaugurato a Castellazzo Bormida il monumento al Bersagliere d’Italia, con la partecipazione della Fanfara Bersaglieri “Garibaldina” di Treviolo (Bergamo).

L’ammassamento in piazza San Carlo avrà luogo alle ore 16, seguiranno la deposizione della Corona ai Caduti, la sfilata di gonfaloni,labari, vessilli, lo schieramento dei reparti e quindi l’alzabandiera.

Alle ore 18 inaugurazione del monumento e benedizione del Vescovo di Alessandria mons. Gallese, alla presenza delle autorità militari, civili e religiose.

La cerimonia sarà chiusa da alcuni brani del repertorio bersaglieresco eseguiti dalla Fanfara “Garibaldina”, che poi alle 21,30 terrà un concerto benefico a favore dell’ Hospice “Il Gelso”.

Raduno di auto e moto d’epoca a Mandrogne, di Lia Tommi

La SOMS di Mandrogne e il Veteran Car Club Alessandria organizzano per domenica 16 settembre, con ritrovo dalle 8,30, un Raduno di auto e moto d’epoca.

Il ricavato della manifestazione sarà devoluto in parte all’Associazione Volontari Ospedaletto Infantile.

Test di Romberg: cos’è, a che serve, come si esegue

MEDICINA ONLINE

MEDICINA ONLINE CERVELLO BRAIN TELENCEFALO MEMORIA EMOZIONI CARATTERE ORMONI EPILESSIA STRESS RABBIA PAURA FOBIA SONNAMBULO ATTACCHI PANICO ANSIA VERTIGINE LIPOTIMIA IPOCONDRIA PSICOLOGIIl Test di Romberg è un esame diagnostico comunemente adoperato in Neurologia e Otorinolaringoiatria su pazienti che lamentano disordini dell’equilibrio o instabilità (atassia).

Come si esegue il Test di Romberg e cosa indica

Il medico chiede al paziente di stare in piedi a talloni uniti e braccia distese (a squadra, ovvero tali da formare con il resto del corpo un angolo di circa 90 gradi) in avanti per un tempo di alcuni secondi ad occhi aperti. Se il paziente riesce a mantenere la posizione e l’equilibrio con gli occhi aperti, requisito necessario per escludere l’atassia cerebellare, gli si fa ripetere l’esame ad occhi chiusi. Nel caso in cui il paziente tendesse a barcollare fortemente o cadere nei primi 30 secondi, il test è da intendersi positivo ed indirizza l’esaminatore verso una diagnosi di ATASSIA DI INFORMAZIONE (presenza di deficit di informazione sensitiva propriocettiva e labirintica). Il test sarà invece negativo…

View original post 899 altre parole

Cosa si nasconde sotto il vestito rosso?

MEDICINA ONLINE

Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo SOTTO VESTITO ROSSO Beth Whaanga Dieta Chirurgia Estetica Roma Cavitazione Pressoterapia Grasso Massaggio Linfodrenante Dietologo Cellulite Calorie LDH Seno Sessuologia Pene Laser Filler Rughe Botulino 1

Questa bellissima e giovane ragazza bionda, dal fisico magro e in forma, sotto al suo vestito rosso nasconde un segreto che ha voluto svelare al mondo per sensibilizzare la società su di un tema che tutti invece vorrebbero segregare nella parte più nascosta di noi. Scopriamo di cosa si tratta.

Un vestito rosso
“Under the Red Dress” (Sotto il vestito rosso) è il titolo della serie della fotografa Nadia Masot che ha ritratto il corpo di Beth Whaanga, una giovane donna di origini australiane che, a 32 anni, ha scoperto di avere un cancro al seno. Di conseguenza, ha subito una doppia mastectomia e una ricostruzione chirurgica di entrambi i seni. Inoltre le è stata diagnosticata la presenza del gene BRCA2, che aumenta le probabilità del cancro alle ovaie, e ha perciò subito una isterectomia completa preventiva (cioè asportazione dell’intero utero nelle sue parti: corpo…

View original post 405 altre parole

1° CamminAido per Marco a Borgoratto, di Lia Tommi

Domenica 23 settembre 2018 ,ore 9,30, si svolgerà la prima camminata A.I.D.O. non competitiva a passo libero in provincia di Alessandria

La prima edizione è dedicata a Marco Cavallotto, il giovane a cui è intitolato il Gruppo Comunale di Alessandria. Ogni anno, una diversa località della provincia ospiterà la camminata: si inizia da Borgoratto.

Si camminerà per un totale di 8 km tra andata e ritorno nel vicino Comune di Frascaro dove verrà offerto un aperitivo ai partecipanti. Al rientro, pranzo in compagnia cucinato dalla Pro Loco di Borgoratto.

Con questo format, ogni anno sarà ricordato il donatore a cui è titolato un diverso Gruppo Comunale del territorio. Marco, Elisabetta, Daniela, Sergio, Cristina, ecc. sono esempi di vita che la Sezione Provinciale A.I.D.O. vuole onorare e far conoscere.

Per partecipare occorre fare una pre-iscrizione (utile per l’organizzazione del pranzo) telefonando al 339.4297396. La quota di adesione è di 15 euro (comprensiva di cappellino AIDO, acqua e pranzo).

AIDO PROVINCIALE ALESSANDRIA
Via R. Wagner, 38/D
15121 Alessandria

Cerchiamo volontari

ORME SVELATE

Risultati immagini per heart saatchi art Heart of Sunlight (Georgianne Fastaia)

L’associazione Orme Svelate sta crescendo, ha sempre più persone da aiutare, ma i volontari per lavorare al punto ascolto sono pochi. Abbiamo bisogno di qualcuno che ci dia una mano. Se abiti a Parma o in provincia e vuoi far parte di quest’avventura ed hai tanto da dare emotivamente a chi soffre, allora scrivici ad ormesvelate@outlook.it o contattaci tramite la nostra pagina Facebook Orme Svelate.

View original post

10 Raisons pour faire du sport

Adrienout

courir

FR

Très (trop) souvent, nous passons nos journées assis derrière un bureau et sollicitons bien moins nos muscles que nos parents ou nos grands-parents au même âge. Pourtant le sport est excellent pour la santé et malgré les apparences, les bienfaits d’une activité physique régulière ne se voient pas qu’à l’extérieur.

Voici 10 excellentes raisons de vous pousser à bouger.

1- C’est fun

Tout simplement. Quand on fait du sport, on s’amuse. Le lâcher-prise lié à l’effort induit souvent une plus grande facilité à sourire, à rire (voire à se taper le fou-rire de l’année qui impliquera fatalement la crampe de l’année). Que l’on y aille avec ses amis ou que l’on s’en fasse sur place, le sport catalyse les émotions de chacun et nous permet de partager un bon moment. Une sorte de « solidarité de la sueur » en somme.

2- THE bien-être

Combien de fois ne vous…

View original post 1.416 altre parole

VITAMINA C: A COSA SERVE, CHE COS’È E DOVE TROVARLA

Antonella Lallo

VITAMINA C: A COSA SERVE CHE COS’È E DOVE TROVARLA.

By Antonella Lallo

Immagine tratta da repertorio web.

La vitamina C è uno dei nutrienti importanti del nostro organismo, la carenza può portare a conseguenze. Tuttavia, oggi il quantitativo necessario non è difficile da raggiungere, visto che le possibilità di trovarla negli alimenti, sicuramente non mancano.

FUNZIONI DELLA VITAMINA C

Una delle funzioni principali svolte dalla vitamina C è quella della sintesi del collagene, che viene prodotto per riparare le ferite riparandole, oltre a proteggere esternamente gli organi formando una rete di protezione.

Importante per gli ormoni tiroidei: in pratica, per essere secreti gli ormoni tiroidei devono essere a loro volta stimolati da altri ormoni, prodotti nel cervello in base alla necessità. Se non venissero prodotti (perché manca la vitamina) verrebbero meno gli effetti di termoregolazione, di metabolismo, di crescita dei capelli e di funzionalità degli organi interni.

Altra funzione…

View original post 241 altre parole

¡Qué ganas tengo Señor/de no hacer nada!

Poesía de Lucio Data

¡Qué ganas tengo Señor/de no hacer nada!
Ufffff...
      qué ganas tengo.

¿Habrá algo más terrorífico que eso?
                 unas ganas insaciables del tipo que sean,
                              ingobernables/inagotables
acaparadoras de ipso facto, que te hagan presa/pis al instante. ¡Pero qué ganas tengo de no hacer nada, por Dios! ¡Qué ganas tengo...! Y desde el ático de la nada contemplar el cielo fuera de la presión de las tareas cotidianas. Fugitivo precoz/a priori, de ante mano para lo que he sido creado, y no hacer salvo lo que me guste necesite o recree mi instinto/explosivos del ser en fiesta... ¡Qué ganas más hermosas y lindas tengo! babeo con sólo pensarlo. Desahuciado/vacío de cuantas manivelas/prisas nos meten por el culo o vienen infiltradas, camufladas hasta nuestra reconvertible ignorancia. ¡Pero qué ganas tengo de no hacer nada! Unas ganas tremendas, -todo el rato- casi tanto que me ahogan/asfixian-. Me gustaría que no se quedase aquí, sólo…

View original post 321 altre parole

Qual è il tuo primo ricordo?

ORME SVELATE

Risultati immagini per baby saatchi art Nursing baby (Albert Ashok)

Alcune persone riferiscono ricordi appartenenti addirittura al primo anno di età raccontati anche in maniera precisa, altri fanno risalire il loro primo ricordo molto tardi, a 5 o 6 anni. Esiste una regola sulla formazione dei ricordi? Chi riferisce memorie molto precoci descrive qualcosa di reale o inventato? Qual è il primo evento che puoi ricordare? È vivido o confuso? Positivo o negativo? Stai rivivendo il ricordo come è successo in origine, attraverso i tuoi stessi occhi o stai guardando te stesso “recitare” nella memoria? Uno studio recente si è preoccupato di dare risposta a queste domande e per farlo i ricercatori hanno chiesto a oltre 6.000 persone di tutte le età di fare lo stesso, di dire quale fosse il loro primo ricordo autobiografico, quanti anni avevano quando si è verificato l’evento, per valutare quanto fosse emotivo e vivido e per riferire con che prospettiva…

View original post 566 altre parole