IN MULIERIBUS (tra le donne)

Izabella Teresa Kostka Poesie

IN MULIERIBUS (tra le donne)

È giunta alla fine la solita partita
nel silenzio della sconfitta,
si annoda il velato pianto
tra le corde della stretta gola.

Brucia come un fiammifero
poggiato sulla carne viva
ogni offesa sputata in aria
schiantatasi sul viso di una donna.

Siamo radici sazie di feconda linfa
che nutre i cuccioli di questo pianeta,
umiliate tra i muri tinti di disprezzo
in nome dell’inerme, muta obbedienza.

Noi, figlie odierne
del profanato corpo di Eva,
difese dagli slogan mediatici
ma abusate dai vili compagni.

Troveremo un giorno la giustizia divina?

Izabella Teresa Kostka

2017, diritti riservati

Foto Pexel

View original post

El árabe que hay en ti

El zoco del escriba, de Alberto Mrteh

img_20170601_194016-compressor-e1536081753280.jpg El árabe que hay en mí

Llámame asesino que no me ofendo, pues nadie reposa en la almacabra por asalto de mi daga. Llámame mezquino que no me inmuto, que nunca temí ser ningún pobrecito. Llámame talibán, que buen alumno dicen que en la madrasa fui. En balde intentan irritarme tus insultos: alcahueta, zafio, mindundi. No te canses, continúa con tu atraco: mameluco, mamarracho, catetorro. No abandones la tarea: farruco, haragán, so gandul. No pones en riesgo nuestra amistad porque, como mucho, loco, titiritero o albardán soy, pero nunca zalamero, que jamás me esconde ninguna máscara. ¿Por qué estamos a batacazo limpio? Pasábamos la tarde con juegos de azar: las tabas o quizás los dados. No lo recuerdo. Tú querías jugar a los naipes y yo al ajedrez. Ya despierta mi…

View original post 685 altre parole

Merzuga, hechizados por sus dunas [CUPA]

El zoco del escriba, de Alberto Mrteh

Sé lo que estás pensando, la idea previa que tenías de Marruecos cuando comenzamos nuestro recorrido era a lomos de un dromedario, paseando por el desierto. Después de muchas jornadas, aún no has visto la arena y te preguntas si no te estaré engañando y olvidando a propósito algún rincón con especial encanto. Y en parte llevas razón. Dejemos atrás las ruinas de Volúbilis para cruzar las montañas del Atlas y seguir nuestro camino hasta el Sahara. Nuestro destino es Merzuga, un pequeño pueblo frecuentado por los turistas que quieren perderse en sus dunas. Un lugar mágico, ideal para terminar nuestro recorrido en seis etapas por Marruecos.

Cuando serpenteábamos por la carretera de montaña, parecía que nunca llegaríamos. Solo al ver el inmenso palmeral del valle de Ziz intuimos que puede estar cerca. Buscamos en el horizonte intentando distinguir el prometido color anaranjado. Aún no ha amanecido. Por fin detectamos…

View original post 542 altre parole

Credere nell’amore (Croire en l’amour)

marcellocomitini

Salvator Dalì the-great-masturbator pic Salvator Dalì, The great masturbator

Io credo in ciò che tocco e vedo con il cervello e con le mani.
Vedo una muraglia che mi sta d’innanzi
contro cui si scaglia la forza indomabile del dubbio.
Una scogliera fessurata nelle cui crepe pendono
ciuffi d’erba morta che si agita nel vento.
Alberi dalle radici immerse nella pietra
costretti a non fruttificare
come danzatori che l’attimo ha bloccato
nel flettere dei corpi come archi tesi al salto
per carpire con i rami al cielo la leggerezza delle stelle.

Illuminata appena dalla luce fievole di barche
che le scorrono ai suoi piedi cariche di sogni.
Traggono con gesti misurati nell’insensato strascico
di non lasciare nulla al caso
le reti colme un po’ d’azzurro-mare,
un po’ di sabbia e alghe
e un po’ del calore della terra misto a foglie morte.

In alto accanto agli alberi ridono come dee innalzate sugli altari
le…

View original post 558 altre parole

I processi neurologici dietro illusioni ottiche

ORME SVELATE

Risultati immagini per Optical Illusions saatchi art Swirly Optical Illusion Maze (Yonatan Frimer)

Un team di scienziati ha scoperto una sinergia neurologica che si verifica nell’adattamento visivo, un fenomeno in cui la percezione viene alterata dall’esposizione prolungata a uno stimolo. Esempi ben noti includono “effetto di movimento” e “effetto di espressione facciale”. Nel primo caso, fissare uno stimolo in movimento, ad esempio una cascata, e quindi spostare lo sguardo su un oggetto fisso, come una roccia vicina, causa un illusione in cui l’oggetto “stabile” (la roccia) sembra muoversi nella direzione opposta. Nell’adattamento di espressione facciale, dopo aver visto un volto con un sorriso raggiante, i volti con un’espressione neutra appaiono tristi, mentre l’osservazione di un viso triste fa sembrare felice un volto neutro. I risultati del nuovo studio, che appaiono nel Journal of Vision, mettono in discussione un assunto comune secondo cui gli effetti collaterali dell’adattamento sono puramente sensoriali. Quantificando la relazione tra le risposte sensoriali alterate…

View original post 262 altre parole

foto e pensieri sparsi

“Ogni volta che guardo dentro di me trovo qualcosa che ti appartiene, il vuoto ha il tuo nome, le spine hanno il colore delle tue labbra, l’assenza il tuo profumo, il dolore risplende come i tuoi occhi.

Ogni volta che mi chiedo dove sei, ti riscopro sotto la mia pelle, ti trovo insinuato nelle pieghe dei miei pensieri, ti immagino a riposare fra un battito e l’altro delle mie ciglia.

Ogni pensiero ti accompagna, anche se forse tu non lo sai, ogni giorno ha un po’ della tua luce, la scia che hai lasciato dietro di te allontanandoti mi abbaglia ancora, le parole che mi hai regalato le stringo fra le dita, ricordando i tuoi respiri, immaginando che tu sia ancora qui, sognando che non sia assenza.

Manchi come le cose essenziali, come ciò che mancare non dovrebbe, manchi come le illusioni, come i sussulti, come il significato delle cose…

View original post 64 altre parole

Mangiare avocado fa dimagrire?

Creando Idee

Negli ultimi anni mangiare avocado è diventato molto di moda. Peccato siano molto costosi, ma se vi dicessimo che potreste ricevere uno stipendio per assaggiarli ? L’avocado è stato più volte definito il “frutto dei millennials”. Ogni persona di massimo trent’anni che si rispetti non è nessuno se non apprezza il guacamole o se non mette la polpa di avocado nell’insalata. Il frutto viene messo anche dentro al sushi altro cibo molto in voga tra i ragazzi nei panini, nelle zuppe e nei dolci. Di avocado è pieno Instagram, Pinterest, Tumblr e Facebook: gli manca solo l’account ufficiale. In che modo mai c’è stato questo boom di questo alimento? Non si sa bene: certamente è molto buono, sicuramente fa bene, sicuramente però costa anche tantissimo. Tanto che un multimilionario ha addirittura detto che il motivo per cui i millennials non riescono a comprarsi una casa è per il loro…

View original post 186 altre parole

Sette-mbre

Diario di una Zingara

Settembre è un po’ come l’inizio di un nuovo anno, ricco di buoni propositi e tanti progetti: “a settembre farò…”, “A settembre inizierò…”. 

Un po’ come quando dici che da lunedì ricominci la dieta e la palestra.
Per nove mesi ho cercato di mantenere i buoni propositi che mi ero prefissata all’inizio dell’anno, quello vero. Mi sono sfidata tante volte.

Adesso se penso agli obbiettivi per questo settembre non ne ho. Non ne ho perché forse per la prima volta nella mia vita ho tutto quello che desidero, come lo desidero.

Oggi pomeriggio, con mio marito, parlavamo delle vacanze e delle migliorie che ci sono ancora da fare in casa. Fantasticavamo su isole tropicali e sul gazebo in giardino, che sarebbe bello affiancato ad una piccola cucina esterna.

Quindi, al 7 settembre, il mio buon proposito per questo mese è uno: impegnarmi per realizzare questi sogni. E per stringere sempre…

View original post 7 altre parole

Rilanciare l’alleanza educativa

scuolavicentina

Si è svolta oggi in Aula Nervi l’incontro del Santo Padre con l’AGE (Associazione Italiana Genitori), in occasione del 50° di fondazione. Papa Francesco è tornato (anche in modo simpatico ma non banale) sul valore e l’importanza del rilancio dell’alleanza educativa, tema sempre molto caro al nostro ufficio diocesano e a chiunque viva e si spenda per il bene della scuola.  https://www.avvenire.it/papa/pagine/il-papa-ai-genitori-rilanciare-l-alleanza-educativa-con-gli-insegnanti

View original post

Cibi che fanno invecchiare.

Creando Idee

Sapevate che alcuni alimenti fanno solo male e molti di questi vengono spacciati per “salutari”? Se li evitate, potrete vedervi più giovani e ritardare l’invecchiamento della pelle e dell’organismo. Ogni volta che ingeriamo un alimento, il corpo reagisce di conseguenza per digerirlo. Alcuni ingredienti o cibi ci fanno invecchiare più rapidamente mentre altri hanno l’effetto contrario. Consumare tutti i giorni alimenti che fanno bene, permetterà di vedere dei miglioramenti sul nostro corpo, di ‘sentirlo’ più sano. Non solo esteriormente, ma anche interiormente. E’ il risultato di un indagine svolta da un team di ricercatori,tra i processi che si svolgono nel nostro corpo e che favoriscono la vecchiaia o la giovinezza troviamo: l’ossidazione, l’infiammazione e la glicazione. Non parliamo solo di rughe o capelli grigi, ma anche di invecchiamento di organi, muscoli e articolazioni. Qualcosa di molto più importante dell’estetica eccone una lista: dai quali sarebbe bene stare alla larga per…

View original post 34 altre parole

#Travelsfordreamers: esplorare il mondo restando comodamente seduti in poltrona

The Traveling Fork

Settembre è, per antonomasia, il mese dei cambiamenti, dei buoni propositi e delle promesse da mantenere. Così non potevo che scegliere mese migliore per iniziare una nuova avventura qui sul blog, che unisse ancora di più tutte le mie passioni: viaggiare, mangiare, fotografare, leggere libri e vedere film.

Perchè, parliamoci chiaro: voi dove prendete ispirazione per i vostri viaggi? Si, è vero, la maggior parte di voi dirà che li sceglie in base ai consigli di amici e parenti, o girovagando per i social, ma non vi succede mai di leggere un libro o vedere un film e sentire il desiderio di visitare di persona i luoghi raccontati? O magari essere in vacanza e ricordarsi di un luogo citato in libro letto qualche tempo prima, e andare a cercarlo per vederlo con i propri occhi?

E poi diciamocelo, non è neanche così semplice andarsene a spasso per il globo: tra…

View original post 113 altre parole

Torre Garofoli, frazione di Tortona

Storie di Territori

Torre Garofoli, che è frazione di Tortona, ha la bella chiesa parrocchiale di Santa Giustina e Agnese.

TorreGarofoli_0003

La posa della prima pietra di questa chiesa avvenne nel 1590 alla presenza del vescovo di Tortona Maffeo Gambara e della principessa Cristierna di Danimarca, signora di Tortona, mentre la solenne consacrazione risale al 1595.

TorreGarofoli_0004

La storia della piccola chiesa situata oltre Scrivia è da sempre intrecciata con quella della famiglia Garofoli: fu infatti eretta per volontà della nobildonna tortonese Giustina Garofoli alla cui famiglia il vescovo, in segno di stima e riconoscenza, aveva concesso il diritto di patronato perpetuo.

TorreGarofoli_0006

La facciata nella parte inferiore è scandita da lesene scanalate con capitello aggettante a motivi fitomorfi, tra le quali, a sinistra in alto, si trova lo stemma della famiglia Garofoli, mentre a destra è lo stemma della famiglia Garofoli Visconti; a coronamento della facciata è posto un frontone in stile neoclassico. Purtroppo non…

View original post 347 altre parole

Lo Scrivia o la Scrivia

Storie di Territori

Quest’oggi mi sono trovato a passare sul ponte che collega i territori di Pozzolo Formigaro con quello di Villalvernia. Sotto scorre il torrente Scrivia.

cof Il torrente com’è oggi guardando verso Cassano Spinola

La Valle Scrivia, ubicata nel settore sudorientale del Piemonte, ha origine alle spalle di Genova e rappresenta una delle incisioni più notevoli del versante settentrionale dell’Appennino Ligure. Il torrente Scrivia (l’antica “Olubria” dei romani o meglio “La” Scrivia della tradizione popolare serravallese) nasce nel Genovesato, dal monte Prelà, a 1.406 s.l.m, a sud del monte Antola.

Sgorga col nome di “Laccetto” e bagna Torriglia per poi prendere il nome di “Laccio”, all’altezza dell’omonimo paesino ligure. A Brovia, si unisce al torrente Pentemina ed assume il nome di “Scrivia”, declinato al femminile nel dialetto locale “La Scrivia”. Al termine di un percorso lungo 88 km, dopo aver raccolto le acque di numerosi affluenti (quali  i torrenti Spinti…

View original post 314 altre parole

NIENTE CUORI STASERA, MEGLIO SPONSOR

Sirena Guerriglia Blog

#riflessionidalletto. C’è qualcosa che va bene stasera ? NO. Irritata. Pensierosa 🙄. 🤚 🚫 Guai a chi mi mette cuoricini nei commenti. 🤐😤. NIENTE PIETÀ . Niente gioia. Non si può essere sempre felici, sorridenti e ben truccati per stare ‘in piazza’ . La verità, per me, sta nel narrare ciò che siamo. Io sono anche questo. MA GUAI A CHI PROVA PIETÀ PER ME. Periodo pessimismo cosmico. Affrontiamo anche quello, perché fingere con la foto 🤳 della Lorella figa? Lo sono , ma io voglio essere figa anche così. Che fatica essere sempre stile #ferragni. Non si può diventare ricchi semplicemente con l’essere se stessi? #lifestyle #brand è #ciòchesono. Un giorno sarò ricchissima e famosa e… via scalini, tutto a norma per tutti! Avrò tre badanti, un’auto + autista per viaggiare accanto al guidatore (in carrozzella); cinque 🖐️ segretari, tre 3⃣ avvocati fissi, tre commercialisti, due gost writer ed…

View original post 122 altre parole

Tagli bordolesi: chi vince tra Bolgheri e Alto Adige?

Cortaccia © Alessio Turazza

Quando si parla d’icone del vino italiano non si può fare a meno di pensare ai vini di taglio bordolese toscani, quelli che sono racchiusi sotto la denominazione di Bolgheri. Che cosa succederebbe se i produttori di vini bordolesi di un’altra zona d’Italia – meno conosciuta, ma molto promettente – provassero a sfidarli in una degustazione alla cieca?

È la sfida in cui si sono misurati i produttori di Cortaccia, località in provincia di Bolzano sulla famosa strada del vino dell’Alto Adige, due anni dopo aver sfidato in una gara simile i vini di Bordeaux in occasione della seconda edizione di Cortaccia Rossa.

tagli Cortaccia-696x438.jpg

Bordolesi di Toscana VS bordolesi dell’Alto Adige

500 chilometri di distanza, uno al mare, l’altro in montagna: i due territori della Toscana e dell’Alto Adige a prima vista non potrebbero sembrare più diversi. Eppure Bolgheri e Cortaccia sono entrambi territori vocati alla coltivazione dei bordolesi, entrambi territori “caldi” rispetto alle zone vinicole limitrofe. Come si riflettono queste differenze e questi parallelismi nei vini?

Per mettere a confronto i vini di taglio bordolese della Toscana e dell’Alto Adige è stata organizzata una degustazione alla cieca, in cui giornalisti e produttori altoatesini hanno assaggiato due batterie di vini. Dieci vini – cinque di Cortaccia e cinque di Bolgheri – delle annate 2012 e 2013 e altri dieci delle annate 2007 e 2009. La prima impressione è stata di trovarsi di fronte a vini molto simili. Chi si aspettava una grande differenza tra i vini di Bolgheri e quelli di Cortaccia si è dovuto ricredere. Tra i dieci calici delle due batterie solo alcuni tradivano l’origine del terroir di provenienza: una sorpresa che ha messo in luce il livello raggiunto dai rossi altoatesini e ha confermato l’assoluta vocazione di Cortaccia per la produzione di tagli bordolesi.. continua su: http://www.winetimes.it/regioni-italiane/10044/

Alejandro Palomas, El alma del mundo. La forza delle donne

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Alejandro Palomas è uno scrittore che amo molto, perché racconta storie di persone comuni illuminate da un attaccamento alla vita che si esprime attraverso la volontà di non rinunciare a viverla, fino in fondo, anche nei suoi momenti più dolorosi, ma con la certezza che, alla fine, ciò che conta sono i sentimenti che abbiamo coltivato e che, come dei salvagente, ci hanno fatto rimanere a galla.

I suoi personaggi sono spesso donne, come in Tanta vita e in Capodanno da mia madre, ritratti riuscitissimi, dipinti a tinte tenui o forti, o meglio, in un alternarsi dei due registri. Donne che hanno fatto fronte alla vita e alle sue prove, donne che la hanno subita e ne sono uscite con le ossa rotte, donne che non hanno rinunciato a cercare una rivincita quando tutto sembrava perduto. Il fulcro dei suoi romanzi è la vita, declinata nelle sue innumerevoli variabili, nei…

View original post 968 altre parole

Ismail Kadare, L’aquila. “E se tutto questo fosse soltanto frutto della tua fantasia?”

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

All’inizio, disse a Maks, avrebbe pensato con nostalgia a tornare su. La sua mente sarebbe sempre stata volta in quella direzione. Poi, pian piano, avrebbe scoperto che anche lì l’esistenza riservava qualche piacere. Più tardi, avrebbe finito col convincersi che le gioie o i dolori più elementari possono segnare tanto quanto i più sofisticati.

L’aquila, di Ismail Kadare, Longanesi editore 2007, traduzione dal francese  di Francesco Bruno

Il breve romanzo in questione è un’allegoria kafkiana di ciò che significava in Albania, durante gli anni della dittatura comunista di Enver Hoxha (durata dal 1944 al 1985, anno della sua morte) “cadere in disgrazia”, ovvero commettere un qualunque atto o comportamento tale da essere ritenuti pericolosi per la società. Ed è della caduta di Maks – il giovane protagonista del romanzo – che Kadare racconta; e lo fa non attraverso una narrazione realistica, bensì confezionando un romanzo onirico, inquietante, dove il…

View original post 809 altre parole

Luc Tuymans, ovvero vivere l’inadeguatezza

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Luc Tuymans flemish-village-1995

Luc Tuymans nasce nel 1958 a Mortsel, in Belgio. Tuymans è legato al mezzo pittorico, attraverso il quale parla di immaginario mutuato dal mondo dei media, prendendo ispirazione da giornali o programmi televisivi. Recentemente utilizza immagini reperite dal web oppure fotografie scattate di persona con il suo cellulare, che poi stampa e rifotografa più volte. La tavolozza, mai eccessiva, si mantiene sui toni del grigio o sui tenui colori pastello. Le opere di Tuymans non rinunciano a confrontarsi con la storia e la cronaca: l’artista affronta tematiche urgenti come il grande sogno americano, deluso da vani sforzi neoimperialistici, l’orrore del nazismo, gli sviluppi del post-colonialismo belga in Congo o la politica statunitense che l’artista commenta con un straordinario ritratto di Condoleezza Rice, presentandola come una donna al contempo avvicinabile e distaccata. (dal sito: Palazzo Grassi)

luc-tuymans-gaskammerluc-tuymans-ganzen

Altri link per approfondire:

Barocco contemporaneo. Intervista a Luc Tuymans

https://www.finestresullarte.info/865n_luc-tuymans-pittore-inadeguatezza.php

View original post

Zigmunds Skujiņš. Come tessere di un domino. “Ogni vita è la somma delle sue generazioni precedenti, e uno schema per quelle future”.

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Ancora pochi mesi e comincerà il Ventunesimo secolo. La Lettonia ha ottenuto l’indipendenza, ma fatichiamo ad abituarci a questa situazione inconsueta. Per i popoli vivere sotto governanti stranieri ha sempre significato vivere con una parte superiore estranea.(..) i popoli vengono messi alla prova, ciascuno in maniera diversa. Alcuni con terremoti e alluvioni, altri con eruzioni di vulcani o con la siccità. Noi lettoni per centinaia di anni siamo stati messi alla prova nella nostra resistenza e nella speranza che riotterremo la nostra parte superiore perduta, e che una volta per tutte impareremo a custodirla con rispetto.

Come tessere di un domino, di Zigmunds Skujiņš, Iperborea editore 2017, traduzione di Margherita Carbonaro

 Zigmunds Skujiņš è uno scrittore famosissimo nel suo paese, ma non solo. Come infatti ci fa notare la sua traduttrice in italiano nella postfazione del romanzo, nel mondo circolano più di sette milioni…

View original post 911 altre parole

Semplicità e qualità …. polenta di Storo uova e soppressa

Il Pikaciccio

Questa non è una vera e propria ricetta ….anche perchè è proprio facile ed ognuno di voi è sicuramente in grado di farla.

Per il nostro nuovo progetto siamo alla ricerca di ingredienti buoni,  semplici,  naturali e di assoluta qualità ….. un duro lavoro il nostro…. quante buone cose abbiamo assaggiato… piccoli produttori, lavorazioni artigianali ed un grande amore per il prodotto che fanno.

Il lavoro grosso lo fanno loro , per finire poi il piatto a noi serve semplicemente un po’ di gusto e tanto rispetto per la materia prima.

Veniamo un po’ agli ingredienti di questo piatto :

Farina di Storo (una farina antica del territorio della Valle Chienese ) intregrale…

( in uno dei prossimi articoli vi racconteremo della visita al mulino )

Uova di galline di una nostra amica …..

Soppressa salame tipico veronese dell’azienda agricola Massimiliano Furia che tratta i suoi maiali e i suoi…

View original post 65 altre parole

Piccola luce

Non di questo mondo

Forse non sta in un bel corpo l’ amore
in seni alti e dritti o glutei sodi.
Forse sta nelle crepe dei muri, o della pelle o dell’ anima.
Forse sta nel prendersi cura di un piccola Merlo
o di chi s’ è fatto minuscolo.
Forse sta nel vestire un bimbo, l’ amore.
Prepararlo per l’ asilo
mentre l’altra, sul seggiolone, protesta per la colazione.
Sta nel volerlo fare. Non nel doverlo fare.
Ma dove lo vedi più forte è tra le macerie polverose
o buttato nel fango.
Tra viali insanguinati, ponti crollati e piazze ferite.
È una piccola luce contagiosa
che cresce
e che non puoi fermare nè spegnere.
Se si spegnesse non saresti nemmeno lì ad accorgertene.
Non ci sarebbe niente lì ad accorgersene.
Nè polvere nè fango
Nè ferite insanguinate
nè piccole luci.

Sarebbe già finito tutto da tempo.

View original post

Così, come Dio vuole…

IL MONDO DI ZORYANA ...dove l'amore inventa il suo infinito...

così, come Dio vuole...

Forse ho tremato come di ghiaccio fanno le stelle,

no per il freddo, no per la paura,

no del dolore, del rallegrarsi o per la speranza,

ma di quel niente che passa per i cieli

e fiata sulla terra che ringrazia…

Forse è stato come trema il cuore,

a te, quando nella notte va via la luna,

o viene mattina e pare che il chiarore si muoia

ed è la vita che ritorna vita…

Forse è stato come si trema insieme,

così, senza saperlo, come Dio vuole…


FRANCO LOI

View original post

Luminosa insidia…

IL MONDO DI ZORYANA ...dove l'amore inventa il suo infinito...

luminosa insidia...

È, l’essere. È.
Intero,
inconsumato,
pari a sé.
Come è
diviene.
Senza fine,
infinitamente è
e diviene,
diviene
se stesso
altro da sé.
Come è
appare.
Niente
di ciò che è nascosto
lo nasconde.
Nessuna
cattività di simbolo
lo tiene
o altra guaina lo presidia.
O vampa!
Tutto senza ombra flagra.
È essenza, avvento, apparenza,
tutto trasparentissima sostanza.
È forse il paradiso
questo? oppure, luminosa insidia,
un nostro oscuro
ab origine, mai vinto sorriso?


MARIO LUZI
Tratto da “Viaggio terrestre e celeste di Simone Martini”

View original post

Alla scoperta di Marte

Notizie dall'universo

10 cose da sapere su Marte:

bright mars and two tiny moons

  1. Piccolo
    Se il Sole fosse alto come un tipico portone Marte sarebbe circa grande come una compressa di aspirina.
  2. Quarto pianeta
    Marte è il quarto pianeta dal Sole a una distanza media di circa 228 milioni km o 1,52 unità astronomiche.
  3. Giorni più lunghi
    Un giorno su Marte dura un po’ più di 24 ore e compie un’orbita completa intorno al Sole (un anno su Marte) in 687 giorni terrestri.
  4. Terreno accidentato
    Marte è un pianeta roccioso. La sua superficie solida è stato alterata da vulcani, impatti, venti, movimenti della crosta e reazioni chimiche.
  5. Tuta spaziale
    Marte ha una sottile atmosfera composta principalmente da anidride carbonica, argon, azoto e una piccola quantità di ossigeno e vapore acqueo.
  6. Due lune
    Marte ha due piccoli satelliti denominati Fobos e Deimos.
  7. Senza anelli
    Non ci sono nessun anelli attorno a Marte.
  8. Molte missioni
    Diverse missioni hanno visitato…

View original post 106 altre parole

Fuori dal Sistema Solare: Fomalhaut

Notizie dall'universo

See Explanation.  Clicking on the picture will download  the highest resolution version available.

Fomalhaut è un sistema stellare multiplo composto da tre stelle e dista 25 anni luce dal pianeta Terra.

La sua caratteristica principale è quella di possedere un esteso disco circumstellare di gas e polveri. Questo anello esterno, scoperto circa 20 anni fa dal telescopio spaziale IRAS, è composto principalmente da acqua ghiacciata e si trova a circa 20 miliardi di chilometri dal centro del sistema ed è largo circa 2 miliardi di chilometri. Una delle teorie più accreditate sostiene che questo anello si sia formato a seguito di numerosi e violentissimi scontri tra comete ghiacciate e planetesimi (oggetti rocciosi alla base della formazione di pianeti e asteroidi). Se ciò è corretto gli eventuali pianeti interni del sistema di Fomalhaut sarebbe continuamente bersagliati da grandi meteore e comete.

La presenza di questo caotico disco ci dà anche un’idea della sua età, Fomalhaut è infatti un sistema giovane: ha circa 440 milioni…

View original post 81 altre parole

Destiny|سرنوشت

A Voice from Iran

I remember there was an old ruined mansion in Bushehr where people could pay a little amount to go inside. We visited the wrecked house a few times in my childhood. The story behind it was so sad but more importantly, a life lesson which was probably why they took us to the palace several times.

roof-540835_960_720The story goes that the owner was a very rich merchant who was a profligate spender to show off how wealthy he was. People used to say he lit his cigars with burning bills instead of matches in front of others and when big politicians came to Bushehr from the Capital Tehran, he lit candles with bills to show how powerful and rich he was.burning-money-2113914_960_720He used to serve tea in gold tea cups and eat in silver plates and dishes. He was never friendly with anyone and found it disgraceful to talk to…

View original post 118 altre parole

Storia di un impiegato

Il Giardino sulla Spiaggia

Narrami, o dea del probabile,

Dell’eroico albero della plastica

che tutti nutre, che tutto crea.

Cantami del suo cuore di pistoni

Delle radici che reggono il mondo

Mostrami le catene d’oro

Che ornano infine i nostri polsi

E il collare che ci guida sulla retta via!

Ah! Quanti contanti, quante meraviglie!

Costruimmo imperi d’uffici su inutili fiori

E fabbriche e banche e negozi

Su merci senza mercato, senza valore.

Da fiumi e nuvole e rondini e amore,

Oh albero sacro tu ci hai liberato!

Spegni, ti prego, la fiamma dispettosa

Che talvolta ci distrae dal lavoro

Per indicarci un cielo vuoto e un mare folle.

Proteggici stretti nelle tue operose radici,

Non abbandonarci in balia della vita!

POESIA VINCITRICE DEL PRIMO PREMIO AL CONCORSO SCRITTURE DA STRADA – III ED. 2018

View original post

Io sarò lì

Il Giardino sulla Spiaggia

Quando il sole schiaccia l’orizzonte

sul burrone della notte

e nel mare dei tuoi occhi sale la tempesta

Quando le lacrime scendono sul viso

in una giornata di sconfitte

Quando il cuore si fa piccolo

e il dubbio cresce

Quando le ombre si allungano

sulle tue paure

Io sarò lì

Per curare ogni tua ferita

Per proteggere ogni tua fragilità

Per aggiustarti il cuore

Io sarò lì

Nella casa del nostro abbraccio

E le tue lacrime non cadranno invano 

– POESIA PARTECIPANTE AL CONCORSO “VIAGGI DI VERSI” XII EDIZIONE – 2018
– POESIA PARTECIPANTE AL XV CONCORSO DI POESIA INEDITA “TRA UN FIORE COLTO E L’ALTRO DONATO” – 2018
– POESIA PARTECIPANTE AL PREMIO LETTERARIO NAZIONALE “EMOZIONI” II EDIZIONE – 2018

View original post

RIFLESSIONE

Izabella Teresa Kostka Poesie

RIFLESSIONE

Sono orfana di amori perduti quelli scontati a tempo determinato,
come un ticket preso last minute
privo di attese e senza reclami.

Son sepolta nel cimitero dei desideri
troppo remoti per l’ultima stagione,
un’autovettura sulla corsia errata
in caduta libera verso il vuoto.

Si accorgerà qualcuno
del mio grido intrecciato col vento?

Izabella Teresa Kostka 2018

Tutti i diritti riservati all’autrice

Foto: Izabella Teresa Kostka, al Mar Baltico

View original post

LA NUOVA STAGIONE LETTERARIA

Izabella Teresa Kostka Poesie

Da giovedì, dopo il mio ritorno in Italia, riprenderò il cammino “a spasso” col programma “Verseggiando sotto gli astri di Milano” e, soprattutto, dedicherò l’attenzione al mio ultimo libro “KA_R_MASUTRA” (Kimerik Edizioni 2018). Per le sue presentazioni nella stagione autunnale sono previsti ben tre appuntamenti (forse anche qualche incontro a sorpresa):

– 29 settembre presso Music Zone a Milano

– 23 novembre ore 17.00 presso la storica Libreria Bocca nella Galleria Vittorio Emanuele a Milano

– 5 dicembre nella pittoresca città di Parma.

Spero di abbraciarVi numerosi e di condividere con Voi il riverbero profondo del mio intimo mondo artistico. Ci vedremo presto già nel Bel Paese!

#KA_R_MASUTRA

View original post

CREDO 2°

Izabella Teresa Kostka Poesie

CREDO 2°

Tra i miei versi non “planano i gabbiani”
né sorge l’aurora dalle onde del mare,
non si abbracciano gli amanti uniti dagli spasmi
tra i respiri affannati d’un caldo approccio.

No,
non cercate qui l’alba
– sdolcinata regina di ogni speranza,
il candido seno non vi offre la calma,
è sconvolto piuttosto dai singhiozzi del pianto.

Io grido e graffio,
non nascondo gli artigli,
esprimo spavalda ogni dolore,
racconto il Male, le ingiustizie,
condanno le guerre che portano Morte.

Dono la voce agli sdentati barboni
deperiti al buio sotto un ponte,
dipingo col sangue le urla delle donne
uccise di giorno in nome dell’amore.

Non ho paura del Vostro rifiuto,
non temo neanche l’aspro disprezzo,
sono la voce della coscienza
rifiutata dal Mondo e dall’apparenza.

Lapidatemi pure con le parole,
con le critiche sterili e prive di cuore,
percorrerò orgogliosa il mio sentiero
creando il diario del terrestre…

View original post 20 altre parole

ABITUARSI, di vittoriano borrelli

Al silenzio della sera

così rumoroso e assordante

che non ti fa più dormire

Alle cose che non ti appartengono più

perché il tempo te le ha portate via

o te le ha rubate

in una notte senza luce

Alle spalle della luna

ABITUARSI.jpg

Agli odori soliti del mattino

che quasi non li senti più

agli sguardi che non vedono

alle mani che non si sfiorano

alle parole sottaciute

come lacrime trattenute

che si adagiano sullo stesso dolore

Alle spalle della luna

 

Ai ricordi che non si dimenticano

al futuro che si accorcia

al vuoto che ti circonda

aspettando chi non ritorna

seduto su una panchina spoglia

del più piccolo conforto

in una notte senza pace

Alle spalle della luna

http://feeds.feedburner.com/VittorianoBorrelliLeParoleDelMioTempo

Rondò in Monferrato 2018, di Lia Tommi

wp-1536323743223172551440.jpgRondò  in Monferrato 2018: concerti conclusivi 7, 8 e 9 settembre

Le ultime tre serate di Rondò in Monferrato saranno occasione per presentare al pubblico gli esiti del lavoro svolto il Corso di Direzione d’Orchestra dedicato al repertorio per ensemble dal primo Novecento ad oggi e durante l’International Workshop for Young Composers dedicato alla scrittura di lavori per strumenti solisti.

La musica dei giovani compositori selezionati dal Workshop sarà protagonista assoluta dell’appuntamento del 7 settembre al Castello di Casale Monferrato, mentre i direttori selezionati dal Corso di Direzione guideranno Divertimento Ensemble nei concerti dell’8 settembre al Teatro di Moncalvo e del 9 settembre alla Tenuta Santa Caterina di Grazzano Badoglio.

Nove i direttori, provenienti da tutto il mondo, che partecipano al Corso di Direzione presso il Teatro di Moncalvo sotto la guida di Sandro Gorli con Divertimento Ensemble in residenza: Pablo Andoni Gómez Olabarría (Spagna), Sofya Averchenkova (Russia), Vanessa Benelli Mosell (Italia), Stefano Cascioli (Italia), Jimmy Herrera (Argentina), Sander Tamm (Estonia), Yuki Urabe (Giappone), Channing Yu (Stati Uniti), Yalda Zamani (Iran). L’estone Sander Tamm e l’iraniana Yalda Zamani sono stati selezionati per partecipare al Corso di Direzione da Ulysses Network, la rete europea che riunisce tredici enti dediti alla diffusione e allo studio della musica contemporanea di cui Divertimento Ensemble è unico partner italiano.

Sette invece i giovani compositori selezionati dall’International Workshop for Young Composers, tenuto da Stefano Gervasoni, provenienti da tutta Europa: Simone Cardini (Italia), Edoardo Dadone (Italia), Josè Luis Escriva Cordoba (Spagna), Manuel Hidalgo (Spagna), Jug Markovic (Serbia), Cyril Molesti (Francia), Antonio Toffolo (Italia).

Vari i programmi che il pubblico potrà ascoltare in occasione dei tre concerti citati.

Venerdì 7 settembre al Castello di Casale Monferrato (dalle ore 18.00), in occasione dell’inaugurazione della sezione casalese di ArtMoleto 2018, esposizione di artisti che hanno scelto il Monferrato come loro territorio di elezione e attività, sono in programma cinque pezzi dei compositori selezionati dall’International Workshop for Young Composers, dedicato alla scrittura di lavori per strumenti soli, la cui interpretazione sarà affidata ai solisti di Divertimento Ensemble. Altri due pezzi saranno eseguiti rispettivamente a Moncalvo e a Grazzano Badoglio l’8 e il 9 settembre.

Sette pezzi in totale diversi tra loro, con cui i giovani compositori hanno inteso testare le possibilità timbriche e dinamiche offerte oggi dai singoli strumenti; lavori complessi che richiedono interpreti dotati di capacità performative, spesso al limite del virtuosismo.

Come da tradizione i due concerti conclusivi di Rondò in Monferrato (Sabato 8 settembre al Teatro di Moncalvo ore 20.45; Domenica 9 settembre alla Tenuta Santa Caterina di Grazzano Badoglio ore 18.00) vedranno alla guida di Divertimento Ensemble i direttori selezionati dal Corso di Direzione, a cui sarà affidata l’interpretazione dei brani oggetto del Corso stesso.

Dal repertorio per ensemble, che rappresenta una percentuale molto alta della produzione contemporanea, sono state poste al centro del Corso alcune pagine capitali, tratte da momenti diversi della storia musicale del Novecento europeo, rappresentative di scuole differenti: la Suite op. 29 di Arnold Schönberg del 1926, la Seconda Serenata di Bruno Maderna del 1956 e i più recenti Périodes di Gérard Grisey del 1974. A completamento del programma un brano Nube obbediente, nella versione per trombone, percussioni e ensemble di Stefano Gervasoni, tutor dell’International Workshop for Young Composers, pezzo risalente al 2011.

LA VOLATA DEL XX SECOLO: Campioni in bicicletta e “ParadainBici”

LA VOLATA DEL XX SECOLO: Campioni in bicicletta e “ParadainBici”

Novi Ligure: La Volata del XX secolo è un progetto voluto dal Comune di Novi Ligure con il Museo dei Campionissimi, in partenariato con Fondazione Vera Nocentini, Nuovo Filmstudio, Comune di Celle Ligure, Laqup, Associazione culturale Librialsole, Associazione culturale Tutti i colori del sole, ISRAL.

Novi Ligure

È sostenuto dalla Compagnia di San Paolo, nell’ambito del “Bando Polo del ‘900”, destinato ad azioni che promuovono il dialogo tra Novecento e contemporaneità, utilizzando la partecipazione culturale come leva di innovazione civica.

La bicicletta, mezzo che ha accomunato generazioni e culture diverse, sarà il filo conduttore per parlare di emancipazione, ecosostenibilità, Resistenza e integrazione; temi affrontati con linguaggi espressivi e comunicativi differenti, con il ritmo serrato e coinvolgente di una volata, dal secolo scorso fino ai nostri giorni.

Dopo “Il magnifico viaggio”, mostra d’illustrazione dedicata al ruolo sociale e storico della bicicletta nel ‘900, sono previsti appuntamenti dal 15 al 23 settembre, in occasione del 99° compleanno del Campione Fausto Coppi, nato il 15 settembre del 1919. Continua a leggere “LA VOLATA DEL XX SECOLO: Campioni in bicicletta e “ParadainBici””

Appuntamenti a Tortona, di Cristina Saracano

Intenso fine settimana aTortona.

Oggi, domani e domenica, a partire dalle ore 19, festa della birra, si potranno gustare le migliori birre artigianali del Piemonte,inoltre, cibo di strada e alla sera, musica con dj Remedies, tutto in piazza Lugano.

Domani, dalle 9,30, camminata fino al castello per una vita più salutare

Ci saranno anche in piazza Duomo,tre medici, Claudia Deagatone, Maria Grazia Pacquola e Franco Fontana che ci parleranno di prevenzione e cura di patologie come il diabete.

Astigiani e lombardi in sicilia

Astigiani e lombardi in sicilia

mercoledì 12 settembre 2018 – Asti

Sarà dedicato alla presenza degli Aleramici in Sicilia, l’Incontro che si terrà presso la Camera di Commercio, Palazzo Borrello, piazza Medici n. 8, Asti – mercoledì 12 settembre 2018 con inizio alle ore 15,00.

mar SAM_2450

L’Incontro, dedicato al tema Aleramici in Sicilia. Personaggi Astigiani e “Lombardi” protagonisti di una emigrazione medievale è organizzato dalla Camera di Commercio di Asti in collaborazione con il Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” ed è inserito nel programma del Concorso Enologico Nazionale Douja d’Or.

Il Convegno, che sarà moderato da Efrem Bovo (Unione Giornalisti e Comunicatori Europei) prevede gli interventi di Roberto Maestri (Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato”, Ezio Barbieri (Università di Pavia), Riccardo Musso (Istituto Internazionale di Studi Liguri), Ezio Claudio Pia (Centro di Ricerca sulle Istituzioni e le Società Medievali) e la proiezione del promo del documentario: Aleramici in Sicilia. Viaggio nel cuore della Sicilia Aleramica Normanna. Seguirà un Buffet. Continua a leggere “Astigiani e lombardi in sicilia”

L’ULTIMO DONO, di Miriam Maria Santucci

L’ULTIMO DONO, di Miriam Maria Santucci

l'ultimo

Dolce bambina in mezzo al grano d’oro,
il vento soffia lieve sul tuo viso.
Guardi pensosa quel frutto del lavoro
e sulle labbra hai un timido sorriso.
Tuo nonno coltivava quel frumento,
con le sue mani e con la sua costanza.
Scrutava ogni sera il firmamento
e in Dio riponeva ogni speranza.
Ti sovvengono i racconti dell’anziano
su allegri folletti attaccabrighe…
Abbracci con lo sguardo l’ultimo dono:
una dorata distesa di spighe.

Poesia tratta dalla raccolta “Oltre l’Orizzonte”

© Copyright 2018 – Miriam Maria Santucci

A Tortona torna l’evento mercato “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”

A Tortona torna l’evento mercato “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”

Domenica 9 settembre ritorna, in Piazza Allende, il mercato degli ambulanti di Forte dei Marmi, iniziativa patrocinata dal Comune di Tortona, che ha accolto positivamente l’opportunità di ospitare nuovamente in Città una tappa di questo evento-mercato che sta coinvolgendo sempre più le piazze italiane, confermandosi un vero e proprio fenomeno di costume.

Tortona forte dei marmi.jpg

Saranno oltre 30 i banchi che esporranno il meglio del Made in Italy artigianale, con prodotti della tradizione toscana: abbigliamento, pelletteria di altissima fattura artigianale (borse e scarpe), la migliore produzione nazionale di cachemire, pellicceria, stoffe pregiate, biancheria per la casa, porcellane, bijoux e raffinata arte fiorentina.

Vere e proprie boutiques a cielo aperto dove, con orario continuato, dalle ore 8,00 alle ore 19,00, anche in caso di maltempo, sarà possibile fare shopping coniugando qualità e convenienza. Continua a leggere “A Tortona torna l’evento mercato “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi””

L’unico punto debole dell’Italiano sono gli Italiani, di Anna Maria Campogrande

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

di Anna Maria Campogrande

Sono perfettamente d’accordo con l’autrice del sottostante articolo, sul fatto che l’italiano sia una delle più belle e complete lingue del mondo e si anche molto ammirata e studiata. In quasi tutte le Ambasciate, Consolati, Istituti di Cultura Italiana e sedi della Dante Alighieri in giro per il mondo si tengono corsi di lingua e cultura italiana, cui partecipano mediamente dalle 400 alle 500 mila persone ogni anno.

Moltissimi intellettuali, insegnanti, studiosi, ricercatori, scrittori, ecc., in giro per il mondo, parlano correttamente l’italiano, essendo la seconda o terza lingua che hanno studiato e spesso perfezionato con lunghe vacanze o soste nel nostro meraviglioso Paese. In molti paesi contigui e del Mediterraneo non è difficile trovare qualcuno che parli l’italiano, a volte anche minoranze significative (cito solo ad esempio la Corsica, la Slovenia, Malta, la Svizzera, la Grecia, il Montenegro, ecc.).

L'unico.jpg

In Sudamerica poi è diffusissimo, in…

View original post 633 altre parole

Consegnati al Parco del Valentino a Torino gli Oscar Green regionali

Consegnati al Parco del Valentino a Torino gli Oscar Green regionali

Premiata Manuela Moretti dell’azienda “Molino Moretti”, categoria Campagna Amica

osc 20180905_202444_resizedosc 20180906_081635_resized

L’azienda si trova nell’Acquese, a Spigno: al primo posto la passione per gli antichi mais

“Menzione speciale per la categoria Campagna Amica” a Manuela Moretti dell’omonima azienda di Spigno Monferrato, in frazione Turpino, zona di Acqui Terme, che ieri sera ha ricevuto il premio durante la cerimonia di consegna degli “Oscar Green” regionali, il concorso che premia le aziende che si distinguono sul territorio per innovazione e competitività. 

Coldiretti Alessandria ha partecipato all’iniziativa, che si è svolta al Borgo Medievale del Parco del Valentino a Torino, con una numerosa delegazione: un momento molto importante di crescita e di confronto in attesa dell’evento nazionale. Continua a leggere “Consegnati al Parco del Valentino a Torino gli Oscar Green regionali”

Rivalutare i dolci

Creando Idee

Ridimensioniamo un mito e rivalutiamo i dolci: mangiare dolci fa bene. Ok, spesso ci rinunci perché sei a dieta e vuoi mantenerti in forma. Ma esistono dolci che non alzano subito la glicemia e che non contengono molti grassi. Sono dolci gustosissimi e salutari. Quali sono? Eccoli. Vedrai che per realizzarli puoi dare spazio alla tua fantasia. Esistono infatti tantissime ricette di dolci salutari che si possono mangiare anche tutti i giorni, a colazione o a merenda, ma anche per sostituire un pranzo o cena. Tra queste quelle a base di frutta, cioccolato fondente, formaggi freschi e principalmente con pochi zuccheri aggiunti sono le migliori. Il problema dei dolci, infatti, è che troppo spesso sono carichi di zucchero o creme ipercaloriche. Con qualche accorgimento e scegliendo quelli con gli ingredienti giusti, potremmo finalmente concederci qualche peccato di gola. Ingredienti per dolci leggeri Formaggi freschi e yogurt Ottimi tutti…

View original post 154 altre parole

All-Star Batman: Ends Of The Earth Review: A Look Into The Lives Of Bruce Wayne’s Greatest Enemies

The Comic Vault

In my opinion, Batman has the most engaging cast of villains in modern comics. Every member of his rogues gallery represents a different facet of his character, pushing the Dark Knight to be a better superhero. If Batman didn’t exist, would characters like Joker or Riddler have ever been created? All-Star Batman: Ends Of The Earth, written by Scott Snyder, puts the spotlight on some of the Caped Crusader’s greatest adversaries, as he races across the globe to stop a cataclysmic threat.

View original post 500 altre parole