Lace

Diario di una Zingara

Quello che si vede, non è mai tutto quello che c’è.

I centrini di pizzo. Quelli che regnano sovrani a casa delle nonne, non sono semplici ornamenti più o meno piacevoli alla vista. Tra quei fili intrecciati ci sono storie, ci sono gomitoli di cotone sprecati e ci sono uncinetti piegati, ci sono vittorie, sconfitte, sorrisi e lacrime.

Le persone. Quelle che incontri per strada, non sono semplici bipedi più o meno piacevoli. Tra quelle anime intrecciate ci sono storie, ci sono decine di migliaia di metri percorsi, ci sono litri di latte bevuto e fette di pane troppo tostate, ci sono vittorie, sconfitte, sorrisi e lacrime.

Gioie e dolori.

E’ complicato, i fili che compongono quei capolavori sono delicati.

Se è vero che guardarsi indietro non sempre serve, è altrettanto vero che è il nostro passato quello che ci definisce; un promemoria per il futuro.

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...