Sulla vetta, di Annamaria Latini

Sulla vetta, di Annamaria Latini

Annamria Latini

Sulla vetta,

ove lo sguardo si perde

nell’incontaminata natura;

ove la neve custodisce

il sangue fratello,

odo l’allegro canticchiar

dei viandanti in cammino,

ma mesta rimembro

l’umana sofferta liberta’.

Grida strazianti

” risuonano” nella valle boschiva;

un bimbo radici piu’ non ha

e la calpestata Infanzia sua

affida al nemico, fratello lontano.

Voce straniera sulla vetta antica,

paterna mano di virginale amore

nell’oscura storia dei tempi.

Annamaria Latini

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...