Basket per una buona causa, di Cristina Saracano

Alessandria: Ernesto Cima è stato un giocatore di basket. Purtroppo è scomparso nel 2001, a soli 47 anni in seguito a un infarto.

A lui è dedicato il memorial di basket che si è svolto sabato scorso al Palacima, ad Alessandria

Si sono incontrate la Junior Casale e il Derthona Basket, ha vinto la prima, in un incontro tutto a fin di bene.

Grazie agli sponsor, ai volontari, ai cittadini, si sono potuti raccogliere 3.547 euro netti, tutti a favore dell’associazione Idea.

l’Associazione Idea, attiva da anni in via Toscanini 6, è grata a tutti per il bel dono, che sarà utilissimo per i soci.

Quando lo sport, i cittadini e le istituzioni s’incontrano per una buona causa, è sempre una soddisfazione.

Tai-Chi nel parco, di Lia Tommi

“Tai -Chi nel parco ” è un’iniziativa del l’Associazione Italiana per la Donazione Organi, Tessuti e Cellule che si terrà a partire dal 15 settembre. Non è obbligatoria la frequenza.
La pratica del Tai-Chi, anche detta arte di lunga vita, è indicata a tutti: sbaglia chi pensa sia uno sport per anziani. Ridona equilibrio, è un prodigioso antistress e i suoi giovamenti sulle articolazioni e non solo sono ben provati. Questi i motivi per cui A.I.D.O.
promuove l’iniziativa,perché la salute e il benessere vengono prima di tutto!
Si svolgerà in 4 parchi cittadini perché fare attività sportive all’aria aperta e in luoghi pubblici dovrebbe essere una pratica quotidiana. In caso di maltempo, il 15 sarà possibile effettuare la lezione sempre al Giardino Botanico, mentre nelle altre 3 giornate se piovesse ci si sposterà al DLF , con il quale l’iniziativa è organizzata.
Abbigliamento e scarpe comode, non è richiesto null’altro.

I now pronounce you… beautiful.

Crazartt

Asyou sit and get to know your real self, the you without your skin, harness your power by recognizing that you are nothing and you are everything. Can you see a beginning and an end to your existence in this state? There is none. You are all powerful outside of your skin.You don’t need anyone’s permission to treat yourself well. If no one else as noticed you yet, then give yourself the treatment you know you deserve. Find a reason to fall in love with yourself everyday. Become your own greatest admirer. No one else in the world has to fall in love with you in order for you to feel that you are valuable. You ARE love. Feel it within. Touch it. Fondle it. Kiss it. Frolick in it. Every single day.

You’re so awesome!

I now pronounce you… beautiful.

View original post

Quattro chiacchiere con V.

Grigio antracite

V. di anni ne ha ventitré, da venti vive a Roma, e dei tre precedenti vissuti ad Acquaviva, in provincia di Bari, non ha memoria. Lì ha lasciato due fratellastri negli “enta”, portando con sé un istintivo orgoglio terrone.

Un giorno veste completamente in nero, il successivo è in giacchetta verde acqua e foulard lilla. Ha bei capelli lunghi e scuri, ma li ha tinti rosso rame. Ha una ricrescita importante. Il trucco è sempre lo stesso, un filo di matita agli occhi.

Porta orecchini strani, un po’ punk.

Sua madre è un avvocato di Belo Horizonte, autoritaria. Il padre è un anziano commercialista, assente, silenzioso. Fatta eccezione per quando è costretto a ergersi a giudice per sedare le frequenti diatribe familiari.

V. ha studiato per un anno psicologia. Non ha continuato per problemi di tasse. Ora studia lingue, specializzandosi in studi orientali. Ha frequentato per sei…

View original post 478 altre parole

Gianmaria.

Grigio antracite

Alla sera papà scendeva ai campi e mi portava a dare lo zucchero ai cavalli. Era come dare caramelle ai bambini.

Mio fratello preferiva giocare con gli altri ragazzini, urlando a squarcia gola in interminabili sfide di murra, prendendosi a secchiate d’acqua alla fonte di Su Lumarzu, sbirciando sotto le lunghe sottane delle donne che scendevano a lavarsi o a fare i loro bisogni per strada.

A me piaceva faticare, correre. Imboccare una stradina a caso e percorrerla fino a perdermi, raschiandomi tra i rovi delle more. Ogni tanto salivo a Cuccuru de Pischinas e , da un masso gigantesco che forma il suo cucuzzolo, spingevo il mio sguardo lungo la piana di Santa Lucia, i nostri pascoli, i nostri granai. Il vento mi sferzava le guance, mi sentivo un re.

Oggi a Rebeccu il tempo si è fermato; le stradine sono immerse nel silenzio, le porte sbarrate…

View original post 302 altre parole

Dall’alba al tramonto

Grigio antracite

Viveva con lei in una casetta sul lago. Erano un paio di anni oramai. Lo avevano deciso all’alba, in una primavera di circa quarant’anni prima, sulla stessa riva; le mani intrecciate, un unico sguardo verso il sole che nasceva a nord est, qualche chilometro in là. Lui l’aveva detto per primo, e ci credeva; lo sognava da quando aveva visto quella riva per la prima volta, da ragazzino. Era nato in città, famiglia benestante, istruita; lei aveva passato la maggior parte della vita in un paesotto di montagna, prima di andare a vivere proprio un paio di isolati distante da lui.

Incominciarono incrociandosi per strada. Poi lo stesso liceo, la stessa università. Una dichiarazione di amore che fu’ come un fulmine a ciel sereno, prima di un temporale annunciato. Gli anni di insegnamento, le esperienze condivise, la stessa sostanza, due diversi punti di vista.

Il tempo scorreva, nessun figlio, nessun…

View original post 1.101 altre parole

And so she’s here, over the mountains and through the woods.

Crazartt

To the wild women being spiritual means: whispering to trees, laughing with flowers, falling in love with sunsets, consulting the water and worshipping the stars at night. One hand to her heart and one hand touching Mother Earth… She speaks with the rhythm of her heart and loves from the depth of her soul… Like a wildflower, she spent her days, allowing herself to grow, not many knew if her struggle, but eventually all, knew of her light.

View original post

The universe is saying to you today…

Crazartt

Look in that mirror. I see a strong, confident, beautiful young lady.You would be a dandelion in the dessert, just wanting to be someone’s only wish. You are a beautiful piece of broken pottery, put back together by your own hands… I only know a part of you..

“You are a universe full of secrets.”

@MEHAKKHORANA

View original post

Ragdoll

Ragdoll

di Pier Carlo Lava

Il gatto ama nascondersi, questo gli consente di essere maggiormente al sicuro e nel contempo di attaccare di sorpresa quando è a caccia e Wollie, Ragdoll (tradotto significa bambola di pezza) non fa eccezioni… ma non pensiamo che sia una razza aggressiva, anzi è molto docile e mite un vero coccolone…

Ma quali sono le caratteristiche del Ragdoll?, ecco cosa si trova in internet:

Non ti puoi sbagliare: un vero Ragdoll, quando lo prendi in braccio e lo metti a pancia in su, reclina la testa e si rilassa completamente lasciandosi cadere come fosse una bambola di pezza – una ragdoll, appunto. Affettuoso epacifico, questo meraviglioso gatto nasce oltreoceano negli anni ‘60 da unincrocio tra un Sacro di Birmania e una gatta Angora, a partire da cui l’allevatrice californiana Anne Baker ha poi selezionato la razza in questione, che si contraddistingue per il carattere estremamente docile. 

Massiccio e dolce 

La bambola di pezza del mondo dei gatti ha le guance paffute e piene e dei meravigliosi occhi blu tondi e dolcissimi, irresistibili per chiunque; il pelo èlungo e soffice, in particolar modo attorno al collo, da spazzolare con cura anche se la sua passione per la pulizia lo porta a prestarci attenzione già da sé. La corporatura è massiccia, il maschio in particolare può diventare davvero grande, e in questo ricorda il Maine Coon. Nei colori invece è facile confonderlo con il Birmano, da cui discende e con il quale spesso viene confuso, ma dal quale si distingue per elementi specifici. In tal senso, volendo essere sicuri di adottare un veroRagdoll è bene – come sempre – rivolgersi ad allevamenti seri e affidabili e, nel dubbio, chiedere un aiuto a un veterinario di fiducia.  Continua a leggere “Ragdoll”

Anche Alessandria protagonista in Puglia del progetto Albatros per non vedenti

Anche Alessandria protagonista in Puglia del progetto Albatros per non vedenti

Anche un’alessandrina sarà tra i protagonisti del Progetto Albatros, promosso dall’associazione barese Paolo Pinto, che porterà cinque persone non vedenti a prendere il brevetto di sub (fino a 18 metri) nell’incantevole scenario delle isole Tremiti. Si tratta di Ornella Punzo, presidente dell’associazione sportiva per disabili della vista “ASD Sportella”, molto attiva sull’intero territorio nazionale, in particolare per la diffusione della disciplina “Showdown”, uno sport simile al ping pong.

Albatros--300x142

“Lo sport per un non vedente acquista un’importanza particolare – afferma Ornella Punzo – rappresenta infatti una grande occasione di socializzazione, ma anche un vero e proprio strumento riabilitativo. Sportella opera proprio per sensibilizzare sull’importanza della pratica sportiva per i non vedenti, al fine di migliorare la loro autonomia e la fiducia in se stessi. Abbiamo fatto tanta strada da quando siamo nati e siamo particolarmente fieri degli ottimi risultati ottenuti nell’ultimo campionato italiano di “Showdown”. Ci siamo infatti aggiudicati, grazie al talento dei nostri atleti, la medaglia d’oro nelle categorie: maschile, femminile e a squadre”. Continua a leggere “Anche Alessandria protagonista in Puglia del progetto Albatros per non vedenti”

L’effetto delle esperienze personali sulla depressione

ORME SVELATE

Immagine correlata Depression (giorgi kadagishvili Gio Art)

Gli eventi della vita indirizzano le nostre esistenze ed anche la mente ovviamente non è indifferente a ciò che ci accade. Uno studio condotto su ragazze adolescenti riporta che i recenti eventi della vita influenzano i sintomi depressivi in ​​modo diverso, a seconda di come il cervello risponde alla vittoria e alla perdita. Una forte risposta cerebrale alla vincita ha potenziato l’impatto positivo delle esperienze positive sui sintomi, mentre una forte risposta alla perdita ha aumentato l’impatto negativo delle esperienze negative sui sintomi. I risultati sono stati pubblicati in Biological Psychiatry: Cognitive Neuroscience and Neuroimaging . Questa scoperta aiuta a perfezionare la nostra comprensione di come due tipi di noti fattori di rischio per la depressione, l’esposizione ad eventi vitali e la risposta neurale a vittorie e perdite, possano interagire per influenzare la depressione. Il legame tra risposta cerebrale, impatto delle esperienze quotidiane e sintomi…

View original post 364 altre parole

In cerchio – In circle

tavolozza di vita

🌸In cerchio🌸

Tutto
ritorna
e parte
come onda
antica
sulla riva
del cuore
È attimo
questo viaggio
di ricerca
nel cerchio
di vita nuova
tra scaglie
d’infinito

04.09.2018 Poetyca
🌸🌿🌸
🌸In circle

All
come back
and part
as a wave
ancient
on the shore
of the heart
It’s moment
this travel
of research
in the circle
of new life
between flakes
of infinity

04.09.2018 Poetyca

View original post