Quattro chiacchiere con V.

Grigio antracite

V. di anni ne ha ventitré, da venti vive a Roma, e dei tre precedenti vissuti ad Acquaviva, in provincia di Bari, non ha memoria. Lì ha lasciato due fratellastri negli “enta”, portando con sé un istintivo orgoglio terrone.

Un giorno veste completamente in nero, il successivo è in giacchetta verde acqua e foulard lilla. Ha bei capelli lunghi e scuri, ma li ha tinti rosso rame. Ha una ricrescita importante. Il trucco è sempre lo stesso, un filo di matita agli occhi.

Porta orecchini strani, un po’ punk.

Sua madre è un avvocato di Belo Horizonte, autoritaria. Il padre è un anziano commercialista, assente, silenzioso. Fatta eccezione per quando è costretto a ergersi a giudice per sedare le frequenti diatribe familiari.

V. ha studiato per un anno psicologia. Non ha continuato per problemi di tasse. Ora studia lingue, specializzandosi in studi orientali. Ha frequentato per sei…

View original post 478 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...