Ricordi

Cantiere poesia

Prati di papaveri

ricordo di giochi lontani.

stelline sulla fronte

tatuaggi fugaci.

La rossa distesa attraverso.

Al largo mi difendo

troppi indefiniti spazi

voglia di luce viva.

Rena mi artiglia greve

stretta mi tiene in fondo

Mulinelli di vortici

ingoiano ferite.

Giunchi riversi

sopra colline dolci

cullati dal vento

afferrano il sole.

Liliana Tuozzo

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...