Il mare ed il vento

Cuori e Ciliegie

“Cecilia arrivò come un temporale estivo, spazzando via ogni discorso aperto e mai chiuso, come quei temporali che lavano le strade dal fogliame autunnale, ebrezza piena di profumi nuovi.

Carica di vento fresco, che spezza gli ormeggi dei sogni, addormentati nei porti della memoria, fino a spingerli in acque allegre, a far festa con delfini e gabbiani.

Acqua fresca che arriva dal mare, in foto colorate, nascoste dagli abbracci dello sguardo, acqua che frantuma anche le pietre più dure e le trasforma in sabbia dorata.

Cecilia, con mezzo viso nascosto e gli occhi sempre brillanti, che come spighe di grano maturo, ondeggiano con allegria al vento caldo dell’estate. Cecilia era un sogno e i sogni sono sempre un po’ bugiardi, certe bugie, però, aiutano a vivere..

All’inizio, era un comunicare teso su fili di discorsi quasi sterili, poi qualche parola diversa entrava nel discorso come piombo fuso, riempiendo ogni frase…

View original post 27 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...