Lettera a me

Diario di una Zingara

Cara Laura,

È da un po’ che non ci sediamo a parlare, al massimo ci limitiamo a cantare qualche canzone in macchina.

Oggi sono un fiume in piena e, niente, ti volevo solo ringraziare. Perché abbiamo passato insieme ventotto anni.

Questa vita ci ha dato molto, molto più di quello che ha tolto. Sono felice e non mi manca niente. Faccio poca audience, insomma. Ho una famiglia bellissima, un fratello invidiabile, tre nonni un po’ sgangherati ma i più migliorissimi del mondo. Lo so che non si dice, ma non esiste superlativo assoluto che tenga, con loro. Nonno ha da poco passato i tondissimi 80, ma è ancora sempre pieno di impegni. Ad ogni festa comandata mi chiedo se sarà l’ultima con loro o la prima di tante altre.

È stato di nuovo un periodo ricco, di impegni, di spostamenti, di inizi, di saluti.

Mi hanno detto che non posso…

View original post 74 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...