respiro della notte

di Luigi Meloni

RESPIRO DELLA NOTTE

Nel respiro della notte, lente
scivolano le ore nella veglia
il mio sguardo smarrito, cerca
la luce dei tuoi occhi.

Volteggiando nei tuoi pensieri
resto ad ascoltare i tuoi silenzi.

Goccie d’universo odorano di rugiada
delicatamente, poso le ali sul libro
chiuso.

Spento come le lucciole all’alba,
la notte fatata regala vita, un sogno
delicato tra la luna illuminata,un viso
innamorato,tra cuori uniti tra palpiti
rapiti, respiri di aneliti comuni nelle
lacrime del cielo, mi riempiono di te.

Della tua gioia mentre respiri sul cuscino
bagnato, lacrime sottili come un piccolo
fiume escono, so che stai sognando, mi
addormento cosi sperando che sia io l’uomo
che ti rapisce nel sogno.
LUIGI MELONI@