La poetica del quotidiano: frutto della semplicità

Inchiostro viola

Se quando parliamo di alto livello di produzione poetica e letteraria del novecento il nostro sguardo volge verso l’Inghilterra e l’America in modo molto deciso e indubbio, d’altro canto dovremmo volgerlo anche verso la Polonia, che nel 900’ ha visto emergere poeti come Miłosz (premio Nobel per la Letteratura nell’ottobre del 1980), Herbert e Wisława Szymborska.

Ed è proprio su quest’ultima che qui vorrei concentrarmi.

Wisława Szymborska nasce nel 1923 a Bnin, nei pressi di Poznań. Si appresta sin da subito ad iniziare gli studi con la scuola elementare, poi con il ginnasio, per poi dedicarsi al lavoro come impiegata nelle ferrovie per evitare la deportazione. E’ così che inizia a scrivere sul “Dziennik Polski”, debuttando con la sua prima poesia.

Tra il 1945 e il 1947 studia Lettere e Sociologia all’Università Jagellonica, sebbene poco dopo interromperà gli studi perché fortemente contraria all’ideologia marxista che predominava in quel periodo e…

View original post 434 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...