Lui è Ben, di Pier Carlo Lava

foto-1a-98foto-1aa-97

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Tempo fa mentre ero in giro per delle commissioni mi sono fermato al bar Koela a prendere un caffè, entro e mi siedo ad un tavolino, sino a quel momento non ci avevo fatto caso, ma poi guardandomi intorno lo vedo.

Lui si chiama “Ben” è un cane da montagna dei Pirenei di sette anni, che per aspetto e dimensioni a molti incute un certo timore, ma stando a quanto mi ha detto il proprietario con il quale ho intrattenuto una breve conversazione, l’esemplare in questione non è aggressivo, anche se al posto di un ladro farei molta attenzione ad evitare di introdurmi di notte nella casa dove c’è lui… 

Poche ore prima al mattino mi ero fermato nello stesso bar con Raissa la mia cagnona, che per il suo carattere sociale e affettuoso solitamente riscuote un certo successo.  Non mi resta che fare i complimenti a Ben, per un amante dei cani, gatti e animali in genere come il sottoscritto è stato un incontro inaspettato e fantastico. Continua a leggere “Lui è Ben, di Pier Carlo Lava”

“I libri di Daniela meritano di essere inseriti nei programmi di lettura nelle scuole”, lo scrive un lettore

danielaalibrandi

Un’emozione inalterabile, quella che si prova leggendo la recensione di un lettore affezionato…grazie Giacomo!

“L’abilità con cui Daniela tesse la trama di un romanzo, intrecciando storie all’apparenza a se stante, è fenomenale. In “Quelle strane ragazze” sono stato preso nel consueto pacato modo, nella lettura delle storie dei vari personaggi e nulla mi ha indotto a pensare che ci fosse un nesso tra esse. Salvo poi arrivare verso le ultime pagine del romanzo e scoprire quanto invece fossero forti i legami al punto di sconvolgere, soprattutto in modo drammatico, la vita dei protagonisti. Daniela insegna che si può scrivere in modo semplice, senza parole o frasi ad effetto o cruente e toccare la sensibilità dei lettori in maniera molto profonda. Inoltre in questo capolavoro ho colto due grandi insegnamenti. La vita ci riserva sorprese e situazioni impensabili ed inimmaginabili che possono sconvolgerla radicalmente. L’altro insegnamento è che non sempre ci…

View original post 85 altre parole

A settembre un incontro di grande rilievo!

danielaalibrandi

E già ripartiamo per una nuova avventura amici miei! Subito dopo il successo ottenuto al Castello di Santa Severa con il libro “Quelle strane ragazze”, si profila all’orizzonte un altro importante evento. Nella mattina di sabato 22 settembre, alle ore 10,30, al mio libro “Una morte sola non basta” verrà dedicato uno spazio letterario di grande interesse, presso la sede di Coaster-Coworking, a Roma Via Caio Mario 14/B. “Una morte sola non basta”, pubblicato da Del Vecchio Editore nel marzo 2016, inserito nella collana editoriale Formelunghe e definito dalla critica un grande romanzo (neo)realista, accende sempre maggiore interesse per i temi trattati e per le ambientazioni filmo grafiche della città di Roma, colta nel suo mutare dalla semplicità degli anni Cinquanta allo sviluppo economico dei Sessanta fino alle contraddizioni degli anni Settanta. Un viaggio attraverso l’animo umano, che non risparmia le perversioni e la crudeltà, e che rende onore…

View original post 39 altre parole

NWG Electric Car, di Pier Carlo Lava

nvg IMG_6545

Alessandria: L’auto nelle foto è stata vista parcheggiata tempo fa in via Sclavo, incuriositi abbiamo fatto una ricerca in internet, ecco cosa è emerso:.

NWG Spa, nata a Prato nel 2003, è oggi tra le più importanti realtà nel settore della Green Economy con le divisioni NWG Fotovoltaico e NWG Turbosolar per le energie rinnovabili, NWG E-Mobility per la mobilità elettrica, NWG Home per il risparmio energetico in casa, NWG for Planet per la compensazione delle emissioni di CO2, NWG Academy per la formazione. Forte dei risultati ottenuti con la divisione Fotovoltaico, a fine 2011 l’azienda ha dato il via a un processo di rafforzamento del brand e alla prima diversificazione di prodotto.  Continua a leggere “NWG Electric Car, di Pier Carlo Lava”

PER CHI DECIDE DI AVERNE AVUTO ABBASTANZA, di Gregorio Asero

PER CHI DECIDE DI AVERNE AVUTO ABBASTANZA, di Gregorio Asero

Gregorio Asero

Quando un essere umano decide che la sua corsa è finita, io penso che non faccia neanche in tempo a dire: muoio.
Forse il mondo, la solita vita o la solita situazione, agli occhi di chi decide di averne avuto abbastanza, appaiono diversi, inutili.
È vero sono sicuramente depressi e forse non sanno neanche se riusciranno a morire, e questo, penso, aumenta il loro dramma.
Chi si suicida ama la solitudine e se decide di togliersi la vita, evidentemente non gliene importa niente.
Vanno a morire con le mani in tasca e forse anche fischiettando.
Prima che un aspirante suicida decida di compiere un gesto senza ritorno, e lo sente che il giorno si avvicina inesorabile, ci lascia sempre qualche messaggio scritto o d’azione, che poi, a noi sembrano aghi infilati nella carne e suonano come rimprovero, come accusa.
Certo che chi resta si consola pensando che il suo cervello sia voltato sulla luna e che, in fondo in fondo, non era tanto a posto, così ci si lava la coscienza.
Non è così! Certo i benpensanti non possono che considerare matto colui che valuta di aver vissuto abbastanza.
“Sicuramente è matto colui che compie un gesto simile”, si sbracciano a urlare i forti, i maci, gli audaci, i coraggiosi.
E la chiesa che fa? Peggio ancora di tutti, ricorda che uccidersi è peccato, invece di scavare nei motivi di tale gesto.
Non penso che chi suicida sia diventato matto e non penso neanche che sia un vigliacco.
Non credo che non capisca il grande gesto che sta compiendo. Bisogna avere il coraggio di rispettare e anche “onorare” chi un giorno ha deciso, con grande dignità, di aver vissuto abbastanza e si rifiuta di vivere di illusioni.
I suicidi, sicuramente, a mio parere, hanno un posto importante, ad accomodarsi a fianco al creatore. Per chi ci crede ovviamente.

da “PENSIERI SOSPESI ”
di Gregorio Asero
copyright legge 22 aprile 1941 n. 633

Lascia che sogni ancora.. di Laura Neri poesie

Lascia che sogni ancora.. di Laura Neri poesie

41793147_2037816176236900_6046123520977534976_n

Lascia che sogni ancora..
Lascia che la poesia
…sublimi il mio andare
ora farfalla briosa
ora donna di desiderio
Lascia che viva
nel tempo che scorre
Noi viviamo
Senza sprecare i sogni ..
Il sogno esiste e aiuta….
Qualcuno vuole infrangerlo
-Tu
Non permetterlo mai…
Sono un ‘ondata di emozioni
….e amo…
il tramonto è lontano….

@Laura
.

Tesoro, di Poetica-Mente di Daniele Cerva

Tesoro, di Poetica-Mente di Daniele Cerva

tesoro

Tesoro
irraggiungibile
è il vivere
una vita piena
fatta di attimi
indimenticabili
di sereno
sentire
di occhi
sempre innamorati
di braccia
sempre abbracciate
di sensazioni
odorate e gustate
In realtà
siamo persi
in meandri
imperscrutabili
carichi di dubbi
delusioni
occhi e cuori
ormai lontani
e braccia dimenticate
Vivo
ma è parvenza
di esistere

13 settembre 2018
© Daniele Bosetti Cerva
Tutti i diritti riservati

Vorrei spiegare, di Susan Moore

Vorrei spiegare, di Susan Moore

Vorrei spiegare
o forse no:
così difficile risulta la traduzione
da ciò che pensate a me.
Parliamo di egocentrismo
vitale,
necessità di praticarlo,
insicurezza nel premere il pulsante.
Appare come un quiz
questo malessere,
che pone le domande.
Io,
come Jane Fonda
vorrei rispondere con certezze…
Mia cara ragione
anche davanti all’idea della morte
perdi tempo
e ti spazzoli i capelli
possibilmente un po’ biondi,
un po’ film americano.
É soltanto un’idea,
un gesto soltanto.
Davanti agli anni che passano
si attende il momento,
passerà tutto di nuovo,
ma non mi ritroverò.
Passerà Jane Fonda
ancora una volta,
più bella di ogni sera.
Aspetterò mi passi di fianco,
aspetterò di ritornare.
SM TDR 14/09/18

LA MIA SOLITUDINE, di Gregorio Asero

LA MIA SOLITUDINE, di Gregorio Asero

Gregorio Asero

LA MIA SOLITUDINE
Quando finalmente uscirò dalla mia solitudine
solo allora passerò sotto il tuo ponte.
Porterò ghirlande dorate
per fartene dono.
Non crederai ai tuoi occhi.
Dopo aver guardato mille anni
solo allora capirai il mio amore.
Ho posato il mio cuore in un piccolo stelo
e ondeggia alle rive del vento.
.
da “POESIE SPARSE”
di Gregorio Asero
copyright legge 22 aprile 1941 n. 633

HO PETTINATO IL CIELO, di Roberto Busembai

HO PETTINATO IL CIELO, di Roberto Busembai

HO PETTINATO IL CIELO

HO PETTINATO IL CIELO

Ho pettinato il cielo
per vaporizzare le nuvole,
ho ammorbidito il mare
per profumare le onde,
ho colorato i monti
per dare un poco di sapore al mondo,
ma non sono ancora riuscito
a immaginarmi solo.
Ho fatto l’impossibile
pur di raggiungere il firmamento,
ma non ci sono state stelle
che ti hanno superato,
ho cullato il sentimento
sperando di calmarlo,
ma tu lo hai sempre agitato tanto
e mai sono riuscito ad addormentarlo.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web

In me, di Antonio Meola

In me, di Antonio Meola

41801958_1987218254634049_8590411195930902528_n

In me

Fermo il tempo
nell’attimo infinito
di quest’ultimo respiro
cercando di capire
il perché
anche oggi
io ancora vivo.
Porto l’attenzione
dove la coscienza
da sempre vigila
per comprendere
con che logica
giudica e commenta,
approva o disapprova.
Ascolto
il battito del cuore
per allinearmi
alla sua frequenza
e capire così
perché ama
o non ama.
Scivolo
nella profondità
della mia anima
per uscire dal buio
ed entrare per sempre
nella sua immensa luce
che vive d’eternità.
Fermo l’attimo
di quest’ultimo respiro
e da qui
ricomincio a vivere.

Melanto
( Antonio Meola )

poeta da quattro soldi

foto presa dal Web

Ci guiderà verso sud, di Giusy Del Vento

Ci guiderà verso sud, di Giusy Del Vento

ci guiderà

Ci guiderà verso sud
il fiore rosso dell’ibisco
lo zucchero del marzapane
col suo odore
i cirri bianchi delle nuvole
le pale dei fichidindia
in processione e di fianco
Il blu acceso del mare
Andremo nomadi cantando
amore e resurrezione
come antichi carrettieri verso
le fiumare in secca
a scavare liquirizia
Che la terra non è arida
e la vita è un viaggio
lungo oppure breve ma
sempre pieno di luce
per chi la vuol vedere

Giusy Del Vento

Amore a prima vista, di Mariella Bartolucci

Amore a prima vista, di Mariella Bartolucci

Poesia.

amore

Amore a prima vista

Una stretta di mano

e d’un tratto

mi sento turbata. …

L’aspetto

lo sguardo

la voce

mi arrossano

il viso.

Quell’attimo

di presenza

mi trasporta

con ardore

tra vaghe emozioni

nuove,

fino ai pensieri

più intimi.

Come un torrente

dall’acqua cristallina

è attirato

dai massi

che lo portano

al fiume,

così non volevo

respingere

quell ‘inconscio

trasporto.

Per me

era fiorito l’amore.

Racconto di gente come me, di Marco Rossi

Racconto di gente come me, di Marco Rossi

racconto

Racconto di gente come me

Racconto sogni di gente che come me,
si sono trovate una volta nella vita,
di fronte a un bivio ed hanno dovuto scegliere.

Incontrai una donna dolce, animo sensibile,
il suo nome era Amore, i nostri sguardi
s’incrociarono.

Mille sensazioni invasero il mio cuore,
la sua sensibilità per me è importante,
ma era poco attenta a quello che accadeva
intorno, era fragile le sue ali la fecero cadere.

Vieni con me, vieni, chi è nato per vivere
non può morire tra ricordi e realtà, sogno,
ma non ho le ali per volare fino a te.

Siamo nati per vivere e non possiamo morire
in questa triste realtà.

@ M.r…..

Personalità Multiple

Lea e l'Inchiostro

-“Spesso l’immaginifico si trasforma in salvifico, in quanto è più semplice idealizzare una vita perfetta, anziché viverla.”

-“Perdonami, ma, a mio parere, è un’idiozia! Se fosse così, ogni uomo vivrebbe la propria favola lontano dalla realtà quotidiana. Ciò lo porterebbe a vivere, come dire, fra le nuvole. Sbaglierebbe a lavoro. Tradirebbe la moglie per donne immaginarie. Si perderebbe gli anni più belli dei suoi figli. Non si dedicherebbe agli hobby, quali magari la caccia o, perché no, il football, prediligendo sport congiunti solo nell’irrealtà del pensiero. Sarebbe infelice. Terribilmente infelice.”

-“Mi consenta, senatore, di ribattere nuovamente.”

-“Sei un avvocato. Non mi aspetto null’altro da te. Prego, prego, fai pure. Ah, ti prego, rivolgiti a me dandomi del tu. Nonostante tu continui a chiamarmi senatore, io sono a te ben noto, non meno di quanto tu lo sia per me, Louis.”

-“Oh, senatore, non mi permetterei mai, la prego. Per tornare…

View original post 1.179 altre parole

Il Tuo Odore, di Runa Crèmisi Poetica

Il Tuo Odore, di Runa Crèmisi Poetica

Il Tuo Odore.
E’ pari alla Voce che mi sovrasta i pensieri
E’ pari alla Brace che imperversa fra le dita
E’ come il succo nella bocca di un frutto maturo
che assaggio e modello
mentre emerge dal tuo corpo di stoffa

.Il Tuo Odore.
mi si stringe addosso e lentamente mi invade
Si schiude fra i polsi che delineano il tormento
Sgrana sotto la resa degli occhi
e s’assenta nella fame mentre prende Vita la sete

Vale la pena fondersi in Te.
Succhiarti dove mi porta il resto della presenza
Ammorbidirti dove è teso il sospiro
Gremire sotto le spinte sbriciolate del tuo corpo
e ritrovarsi lingua
come cuscino per le ciglia

.Il Tuo Odore.
scontroso tratteggia il mio nome
e di Danno concepisce il Peccato
mentre d’Affanno ritaglia il Presagio

©Runa
2010 .il.tuo.odore.

Il Tuo Odore, di Crèmisi Poetica

LA NUOVA RESISTENZA, di Gregorio Asero

LA NUOVA RESISTENZA, di Gregorio Asero

Lo so che è lungo da leggere e solo le persone che hanno una certa… come dire… voglia di sapere, arriveranno alla fine di questo mio pensiero. Ne vale la pena… penso.

Gregorio Asero

LA NUOVA RESISTENZA

Se volgiamo lo sguardo indietro, ci accorgiamo che l’umanità è in continuo movimento e sviluppo e noteremo pure che l’umanità è un continuo avvicendarsi di popoli e di civiltà. Dopo aver conquistato il mondo, si accinge a espugnare lo spazio.

Tuttavia, per quanto grande ci possa apparire il dominio del mondo che ci circonda, dobbiamo riconoscere che l’uomo non ha fatto molti progressi per dominare se stesso. Nonostante le continue conquiste, l’affinamento del nostro tenore di vita, le conquiste scientifiche e tecnologiche, siamo sempre le stesse persone che eravamo tanti secoli fa.

Perseguitati dalle paure inconsce, eccitati da passioni e desideri, tormentati da gelosie, invidie, problemi, piegati dal dolore delle colpe e, per molti, dal senso di servilismo.

Ci distruggiamo ancora a vicenda, con guerre e attentati. Ancora l’uomo non riesce a collaborare in comune accordo per un progresso uniforme fra tutti gli uomini, secondo un programma equo e razionale.

E ancora,… la cosa più importante, … non abbiamo trovato una risposta… che sia logica e razionale, scevra dalle paure della superstizione e dai castranti condizionamenti religiosi su: Chi siamo? Dove andiamo? Che senso ha razionalmente la nostra esistenza? Dai tempi della clava, l’uomo ha cercato uno strumento spirituale, superstizioso, religioso o filosofico, per arrivare a individuare il divino che è dentro e fuori di noi, per scorgere uno spazio in questo mondo e incanalare una vita buona ed equilibrata. Molto spesso questa ricerca della spiritualità e della felicità è stata delusa. Continua a leggere “LA NUOVA RESISTENZA, di Gregorio Asero”

I pazienti oncologici fanno sentire la loro voce su iAMGENIUS

HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone

Rapporto con il medico, organizzazione dei percorsi di cura, esigenza di informazione e ascolto: sono questi i temi sui quali si concentrano le centinaia di suggerimenti raccolti fino ad oggi sulla piattaforma online di iAMGENIUS, l’iniziativa con l’obiettivo di umanizzare i percorsi di cura dando spazio alla viva voce dei pazienti e creando sinergie tra le loro idee e il talento di giovani creativi.

La raccolta dei suggerimenti continua: per i pazienti c’è tempo fino al 30 settembre per inserire le loro proposte collegandosi al sito www.iamgenius.it.

“Cosa potrebbe aiutarti nella tua vita quotidiana?” è la domanda alla quale rispondere, indicando gli ostacoli o i problemi che si incontrano lungo il percorso di cura e che potrebbero essere rimossi o semplificati. Dall’informazione sulla patologia, alla comunicazione con il medico, dal supporto psicologico all’orientamento nelle strutture, dal rapporto con i familiari alle tematiche legate al mondo del lavoro: questi…

View original post 277 altre parole

Guarda “Biagio Antonacci – Se è vero che ci sei (live video 2011)” su YouTube

Antonella Lallo

Testo Se E’ Vero Che Ci Sei

Certe volte guardo il mare,
questo eterno movimento,
ma due occhi sono pochi per questo immenso
e capisco di esser solo
e passeggio dentro il mondoma mi accorgo che due gambe non bastano
per girarlo e rigirarlo.

e se è vero che ci sei
batti un colpo amore mio
ho bisogno di dividere
tutto questo insieme a te

Certe volte guardo il cielo
i suoi misteri e le sue stelle
ma sono troppe le mie notti passate senza te
per cercare di contarle

e se è vero che ci sei
vado in cerca dei tuoi occhi io
che non ho mai cercato niente
e forse niente ho avuto mai

è un messaggio per te
sto chiamandoti
sto cercandoti
sono solo e lo sai
è un messaggio per te
sto inventandoti
prima che cambi luna
e che sia primavera …

e se è…

View original post 96 altre parole

Il mondo può attendere

Il Giardino sulla Spiaggia

L’odore del caffè e il borbottio della moka riempivano la stanza, l’avvolgevano come un abbraccio rassicurante.

Era questo un momento sacro, il culmine della celebrazione del proprio io, un sacrificio alla propria individualità. “Chi mai potrebbe prepararmi un caffè come me lo preparo io, con lo stesso zelo, con la stessa cura?” [1]

View original post 425 altre parole

Di Ilde ce n’è una sola, di Andrea Vitali, Recensione di Cristina Saracano

Negli anni Settanta, in Italia, la crisi economica condiziona già le nostre vite.

Oscar, operaio cassintegrato, stando per forza tutto il giorno a casa a pensare, si ritrova a fare i conti con una sospetta doppia vita o identità di Ilde.

Ilde, la moglie dal carattere tosto, è l’unica a portare a casa lo stipendio, e a ritrovarsi con una carta d’identità… priva di fotografia…

Oscar è ferito nel suo orgoglio maschile, Ilde, trattenuta da anni di silenzi, alza la voce e, forse, quella doppia vita, ce l’ha per davvero, si fa come si può…

Con la sua ironia e la facile scrittura, Andrea Vitali trascina il lettore in una storia che è un po’ lo specchio della vita attuale, con le nostre ansie e paure.

Balduzzi, Baby gang: A problemi complessi non è possibile rispondere solo con slogan

Balduzzi, Baby gang: A problemi complessi non è possibile rispondere solo con slogan

balduzzi Pane-e-giustizia-13-settembre-2018

“Il nostro sistema costituzionale e penale è in grado di fare fronte a situazioni che sembrano sclerotizzate e, nella loro negatività, quasi irredimibili?”

E’ questa la domanda, riferita al problema della criminalità minorile in alcuni territori del Paese, dalla quale muove Renato Balduzzi nella rubrica Pane e giustizia pubblicata ieri su Avvenire.

L’occasione di riflettervi è stata quella di un plenum del CSM straordinariamente riunitosi a Napoli per approvare una importante risoluzione in materia.

Per leggere l’articolo, clicca sul seguente link: Pane e giustizia – 13 settembre 2018.

Ufficio stampa del prof. Renato Balduzzi

www.renatobalduzzi.com

Volver

Cipriano Gentilino

Torno dov’ero

tra voi

composti nelle file

delle foto tessera ingiallite

per confidenze sparse

nel soliloquio

di illusi frammenti

coi fiori dell’apparire,

i muri di casa trasudano ragnatele

e gli infissi gonfi di salsedine

non trattengono più intimità,

il solito non muore

consumatevi sereni

io ritorno dov’ero

la valigia ha fondo ancora.

Ⓒ Cipriano Gentilino

De Chirico : ph dall’web

View original post

COLDIRETTI PIEMONTE E INALPI INSIEME PER LA SCUOLA

COLDIRETTI PIEMONTE E INALPI INSIEME PER LA SCUOLA

Le copie distribuite anche nelle scuole della provincia di Alessandria

Arriverà anche in provincia di Alessandria il Diario Inalpi per la scuola, delle 45.000 copie distribuite in Piemonte 7.600 saranno destinate al territorio alessandrino.

inalpi diario Inalpi coldiretti

In questo modo continua l’impegno di Inalpi nei confronti delle nuove generazioni e del mondo scolastico. Per il terzo anno consecutivo, e da quest’anno con il prezioso contributo di Coldiretti Piemonte, è stato realizzato il Diario Scolastico 2018/19. Un oggetto utile, quotidiano, reso originale e molto gradevole dall’indiscutibile estro artistico di Ugo Nespolo.

Nato quasi per caso dal suggerimento di una maestra, il Diario ha preso sempre più piede tanto che in questa edizione ne sono state stampate oltre 45.000 copie distribuite in Piemonte nelle province di Cuneo, Torino, Asti, Alessandria, Biella, Vercelli e Novara, ma un discreto numero di copie saranno presenti anche nelle cartelle degli studenti della provincia di Imperia, di Verona con un’incursione anche a Roma. Continua a leggere “COLDIRETTI PIEMONTE E INALPI INSIEME PER LA SCUOLA”

Capitolo 3

Isobel Blue

(se vuoi leggere la storia fin dall’inizio per non perdere neanche un capitolo, segui il  link—> La teoria dei due amori )

LEIKA

« Dovresti farlo » mormora sopra la mia testa scostandomi i capelli.

« Ci sto provando, ma non so se è realmente questo.. »

« Secondo me è proprio questo Leika. Quando scrivi i tuoi occhi s’illuminano. Come potrebbe non essere questo? »

« Forse hai ragione » ammetto fiduciosa.

« Io ho sempre ragione » mormora roco lui con una risata inespressa.

Scuoto la testa e faccio per girarmi ma non c’è nessuno.

Gli Years & Years si diffondono in tutta la stanza con if you’re over me e apro gli occhi mugugnando.

Il soffitto mi segna le sette di mattina, mi trascino in bagno e mezza addormentata leggo –lavati – mi rispondo da sola dicendo « sissignora » e strappo…

View original post 596 altre parole

Troverai un modo, di Giuseppe La Mura

Troverai un modo, di Giuseppe La Mura

troverai

troverai un modo

per dar un senso a questa notte

proverai a raccontarti un sogno

un intimo desiderio

cercherai il modo di assaporare cos’è un bacio

prenderai una pesca vellutata

e la morderai così

gusterai ogni singolo morso

il sapore della polpa in bocca

e arriverai lentamente al nocciolo

sentirai la rudezza della vita

l’amaro insieme al dolce

 

Giuseppe La Mura set 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

https://giuseppelamura.wordpress.com/

E noi, di Giuseppe La Mura

E noi, di Giuseppe La Mura

e noi due1

e noi

che ci nascondiamo dietro i nostri sguardi

che mettiamo al riparo le bocche nei baci

che restiamo zitti per non disturbare il silenzio

che ci guarda mentre ci abbracciamo

noi

che sappiamo tenerci senza inutili parole

che vogliamo stare in un abbraccio senza fine

noi

che restiamo alla luce

e non dobbiamo temere il buio

che vogliamo correre sul filo del tramonto

che ci perdiamo negli occhi e ci ritroviamo stretti per mano

noi

che mangiamo un panino e l’amore che sa di te

delle tue mani con il ripieno del tuo affetto

noi che sorridiamo e ci parliamo con gli occhi

noi

in questi pomeriggi di fine estate

che sanno di mare 

come le tue labbra

come le tue rive bagnate dal sole

noi

soltanto noi

https://giuseppelamura.wordpress.com/

Programma Festa nazionale del Lavoro Articolo 1 MDP verso LEU

Programma Festa nazionale del Lavoro Articolo 1 MDP verso LEU 

Roma 20 – 23 settembre

Festa del lavoro 2018 dal 20 al 23 settembre. Tutti gli appuntamenti del programma

Ecco il programma di Festa del Lavoro, la festa nazionale di Articolo 1, segui tutti gli aggiornamenti sul sito di Articolo 1 MDP.

Tutte le sere sarà possibile cenare al ristorante biologico gestito dai nostri volontari e in collaborazione con Agricoltura Nuova.

Giovedì 20 settembre

Ore 17.30: Saluti di apertura.
Sabrina Alfonsi – Piero Latino – Elettra Pozzilli – Tommaso Sasso – Arturo Scotto

Ore 18.00: “Dove va questa Italia”, dialogo tra Pier Luigi Bersani e Marco Travaglio.
Conduce Tommaso Labate
Continua a leggere “Programma Festa nazionale del Lavoro Articolo 1 MDP verso LEU”

Liberainformazione Mafia Capitale, il “buco della serratura”… | Liberainformazione

Dunque è mafia, “Mafia Capitale”, non più solo nella definizione scelta da Procura e Carabinieri per dare il nome all’inchiesta che portò agli arresti di 4 anni fa: lo dicono le condanne inflitte dalla Corte d’Appello di Roma, pur con delle riduzioni di pena (in particolare da 20 anni a 14 anni e sei mesi per Massimo Carminati e da 19 anni a 18 e 4 mesi per Salvatore Buzzi, da 11 a 8 anni e 8 mesi per Luca Gramazio) e quei 18 imputati che i giudici hanno ritenuto responsabili dei reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, o di  concorso esterno nell’associazione, o ai quali, ancora, hanno attribuito l’aggravante del metodo mafioso previsto dall’articolo 7 della legge del 1991. Tra i 18 compaiono figure non certo di secondo piano  della scena politica e del mondo imprenditoriale romano come l’ex consigliere comunale e poi regionale di Forza Italia Luca Gramazio e Franco Panzironi ex amministratore delegato dell’azienda […] continua: Liberainformazione Mafia Capitale, il “buco della serratura”… | Liberainformazione

Alessandria Volley, una Città, una passione!

Alessandria Volley, una Città, una passione!

Alessandria Volley

La Società

La società ‘Alessandria Volley’ è presieduta da Mauro Bernagozzi dal 2016, anno della sua costituzione

nell’attuale forma.

Gestisce circa 5.400 ore/anno di allenamento all’anno su più campi di allenamento.

Nella stagione 2017/18 sono state giocate oltre 400 partite con 25 squadre a cui si sommano 10 squadre

del settore KIDS VOLLEY S3 minivolley .

Complessivamente, sono stati segnati 42.000 punti che hanno consentito di raggiungere i seguenti risultati: Continua a leggere “Alessandria Volley, una Città, una passione!”

I tropici negli occhi

Il Giardino sulla Spiaggia

Ho tanto amore in fondo al cuore 
Chiuso a chiave da chi mi ha fatto male 
Ora voglio solo fuggire 
Andarmene al mare 

Rit.:
Cammino sola tra la gente
In questa strada rovente
Ma all’improvviso arrivi tu
Cerco i tropici nei tuoi occhi blu

E questo bar diventa giungla
Baciami prima che la luna ci raggiunga 
La città mi sembra il mare 
Mi sembra di volare 

Rit.

Più mi parli più navigo lontano 
In questo mare nel cuore di Milano 
Sento il calore tornarmi nel cuore 
Non voglio più partire, voglio rimanere 

Rit.

Sento le onde quando mi abbracci
Il sole caldo nei tuoi messaggi
In questa vacanza senza viaggiare
Ho finalmente trovato il mare

View original post

Ascoltando il silenzio

Il Giardino sulla Spiaggia

Oggi, mentre tutti sono al mare, io corro nella rovente campagna lucchese. Non è una novità, ma oggi per la prima volta da quando ho iniziato, ho superato i 10 km senza mai fermarmi, senza mai rallentare. Non è molto per chi si allena seriamente, ma è il mio record e voglio godermelo. So quanto mi è costato arrivare a questo, l’ho dovuto conquistare metro dopo metro.

Un tempo detestavo questo sport, adesso invece se sto qualche giorno senza mi manca. Forse lo detestavo perché non sapevo ascoltare il silenzio. Adesso invece amo queste sensazioni. Amo la mente che comanda il corpo e lo spinge al suo limite, ma ne ascolta i bisogni. Lo guida come un capitano il suo vascello. Amo aver imparato a controllare il mio respiro e ad abbassare i miei battiti. Amo il sapermi dare obiettivi e riuscire a raggiungerli, nonostante il caldo, il freddo, il…

View original post 142 altre parole

Canzone Noir

Il Giardino sulla Spiaggia

La notte ha smesso di urlare
Fugge una luna di fumo
Lentamente mi consumo
In questo buio non so nuotare

Rit.:
Colpiscimi
notte
Rubami la vita
Ormai è finita
Sono solo ossa rotte

Tra gli inferi dei bar [1] tu muori
Non sono in cielo le stelle
Cadono dagli occhi sulla pelle
Bruciano dentro come liquori

Rit.

Tagliami la gola: è tutto ciò che ho [2]
Sono rimasto solo tra le ombre
In queste strade come tombe
Domani non mi sveglierò

Rit.

E il sole ora arresta la notte
La terrà al fresco per un po’
Ma io il giorno non rivedrò
Addormentato dalle sue botte

Rit.

[1] Vinicio Capossela, Che coss’è l’amor, 1994
[2] Red Hot Chili Peppers, Otherside, 1999

TESTO SELEZIONATO PER LA PARTECIPAZIONE AL TOUR MUSIC FEST XI ED. – 2018

View original post

Un flash mob per presentare il nuovo romanzo della scrittrice Tamara Brazzi ‘Veronica ed Io’

Un flash mob per presentare il nuovo romanzo della scrittrice Tamara Brazzi ‘Veronica ed Io’

Buongiorno, di seguito invio la nota stampa della presentazione del nuovo libro di Tamara Brazzi su Veronica Franco, cortigiana del ‘500 veneziano, dal titolo ‘Veronica ed Io’ (La valigia rossa edizioni), che si terrà martedì 18 settembre a Palazzo Cisterna (via Maria Vittoria 12, Torino) dalle ore 18. Segnalo inoltre che domenica 16 settembre si svolgerà il flash mob ‘Chi ha scelto chi?’, organizzato in piazza Vittorio 15, davanti al cocktail bar Kult alle ore 17.

Ufficio stampa Tamara Brazzi

un flash OK-Copertina media-ridotta

uffstampa.tamarabrazzi@gmail.com      

IL NUOVO LIBRO DI TAMARA BRAZZI  ‘Veronica ed Io’

Romanzo dal contenuto storico su Veronica Franco, cortigiana del Cinquecento veneziano

Tamara Brazzi pubblica il suo quarto romanzo ‘Veronica ed Io’, edito da La Valigia Rossa edizioni. Un libro che riporta alla luce la vita della più ricercata donna della Venezia Rinascimentale, Veronica Franco, nella storia contemporanea di Cristina: due personaggi lontani nel tempo, ma allo stesso modo vicini per gli avvenimenti che attraversano.

Martedì 18 settembre dalle ore 18, Tamara Brazzi presenta il suo nuovo romanzo a Palazzo Cisterna (via Maria Vittoria 12, Torino). L’evento ‘La seduzione delle cortigiane’ è organizzato dall’associazione culturale-sociale Cromie-Vivere a colori con il patrocinio della città di Torino e vede le letture dell’attrice Vanessa Giuliani, accompagnata dal violinista Walter Matacena.  Continua a leggere “Un flash mob per presentare il nuovo romanzo della scrittrice Tamara Brazzi ‘Veronica ed Io’”

Bergoglio 3.0 • luogo antico vita nuova venerdì 21 settembre la conferenza “3.R • Roots Renew Relive”

Bergoglio 3.0 • luogo antico vita nuova venerdì 21 settembre la conferenza “3.R • Roots Renew Relive

Programma di Partenariato Pubblico-Privato per la valorizzazione della Cittadella di Alessandria

pre IMG_0253

Lo scorso 1° marzo i creatori e promotori di Bergoglio 3.0 • luogo antico vita nuova hanno illustrato, durante una conferenza stampa e alla presenza delle Istituzioni cittadine, le basi e la direzione del programma dedicato alla Cittadella di Alessandria.

Bergoglio 3.0, in estrema sintesi, è finalizzato alla rigenerazione, alla valorizzazione e all’indipendenza economico-finanziaria ed energetica sul lungo periodo della fortezza alessandrina.

Se l’incontro del 1° marzo è stato il primo di una serie di incontri con la Città di Alessandria per raccontare e approfondire la discussione sul più importante monumento nazionale del territorio glocale, quello di venerdì 21 settembre 2018 — presso la sala del Broletto di Alessandria di Palatium Vetus, sede della Fondazione della Cassa di Risparmio di Alessandria (piazza della Libertà) — si presenta non solo in coerenza con le riflessioni che la comunità locale sta portando avanti in occasione dell’850° anniversario della fondazione di Alessandria, ma anche quale importante riflessione nel corrente Anno Europeo del Patrimonio Culturale. Continua a leggere “Bergoglio 3.0 • luogo antico vita nuova venerdì 21 settembre la conferenza “3.R • Roots Renew Relive””

Ultimo appuntamento con GAVI FORTE di cultura lo spettacolo itinerante al Forte di Gavi

Ultimo appuntamento con GAVI FORTE di cultura lo spettacolo itinerante al Forte di Gavi

Ancora un’occasione, domenica 16 settembre, per visitare il Forte di Gavi accompagnati dalle suggestioni teatrali dello spettacolo itinerante “GAVI FORTE di cultura”, proposto dalla Compagnia Teatro e Società nell’ambito del progetto “GAVI Forte di cultura, arte e storia” del Polo Museale del Piemonte, con la Direzione del Forte di Gavi della dott.ssa Annamaria Aimone, e sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Luoghi della Cultura”. Lo spettacolo teatrale itinerante è stato apprezzato dai numerosi partecipanti dei tre appuntamenti estivi, per la capacità di rievocare in modo insolito e divertente anche aspetti meno noti della storia del prestigioso maniero, proponendo una riflessione sul significato della Fortezza, oggi luogo di cultura, capace di accogliere l’arte e di dialogare con il territorio.  

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli attori della Compagnia Teatro e Società, insieme al gruppo del “Laboratorio per la narrazione dei beni culturali” e ai figuranti della “Compagnia della Picca e del Moschetto” e “Due x sei” di Novi Ligure, per l’intera giornata guideranno i gruppi di partecipanti alla visita attraverso lo spettacolo che intreccia le vicissitudini di personaggi contemporanei con quelli storici.
Un racconto incalzante, con le vicende del giovane Gavino, personaggio di fantasia coinvolto in un evento misterioso e della giovane esperta di fotografia, in cui si incontrano Padre da Fiorenzuola rinomato ingegnere militare a cui si deve l’abilità di “far della montagna un Forte” per garantire la sicurezza di Genova, i soldati che in vari momenti storici hanno abitato e combattuto al Forte, i prigionieri, tra cui l’inglese Pringle l’unico evaso con una fuga rocambolesca.
Continua a leggere “Ultimo appuntamento con GAVI FORTE di cultura lo spettacolo itinerante al Forte di Gavi”

Ordinanza per Sicurezza Stagione calcistica Stadio Comunale Alessandria

Ordinanza per Sicurezza Stagione calcistica Stadio Comunale Alessandria

Stagione calcistica 2018/2019 – Divieto di somministrazione e vendita di bevande alcoliche e superalcoliche e di bevande analcoliche in lattine e contenitori di vetro e di plastica, sia all’interno che all’esterno dello Stadio comunale “Moccagatta” di Alessandria

Stadio Moccagatta_radiogold_7-770x420

In previsione dell’inizio della stagione calcistica 2018/2019 presso lo Stadio Comunale “Moccagatta”, il Sindaco di Alessandria ha emesso l’Ordinanza n. 541 del 13.09.2018 che riguarda alcune misure preventive al fine di assicurare il più corretto svolgimento delle manifestazioni agonistiche e prevenire ogni criticità per l’ordine e la sicurezza pubblica, in considerazione anche del ragguardevole numero di spettatori che prevedibilmente richiameranno gli incontri e del fatto che le misure adottate nelle scorse stagioni hanno ampiamente contribuito ad ottenere gli obiettivi previsti e a diminuire le problematiche connesse con l’abuso delle sostanze alcoliche. Continua a leggere “Ordinanza per Sicurezza Stagione calcistica Stadio Comunale Alessandria”

M5S: Un incontro aperto a tutti per fare il punto sulla situazione locale

M5S: Un incontro aperto a tutti per fare il punto sulla situazione locale

Il Movimento 5 Stelle Alessandria lancia a settembre un appuntamento aperto a tutti per fare il punto sulla situazione alessandrina. Si tratta di una serata nata con l’obiettivo di confrontarsi con i cittadini e raccogliere idee da mettere in atto, che si terrà mercoledì 19, alle ore 21,00, presso la Taglieria del pelo di Via Wagner 38/D.

M5S-2

I consiglieri comunali Michelangelo Serra e Francesco Gentiluomo faranno il punto sul loro lavoro sul territorio e si metteranno a disposizione dei presenti per rispondere a domande specifiche e raccogliere proposte e riflessioni. Si parlerà, in particolare, anche delle criticità più attuali, come quelle relative alla viabilità, al commercio e al servizio mensa nelle scuole.

Durante la serata sarà inoltre attivo un “corner” dedicato alla piattaforma Rousseau, in cui gli attivisti del Movimento 5 Stelle forniranno agli interessati informazioni sul suo funzionamento e sulle modalità di iscrizione.

Fermare le mani, di Giuseppe La Mura

Fermare le mani, di Giuseppe La Mura

Fermare le mani 7337d8c8bc231b02d3c7c7167fe3f010

fermare le mani

e lasciar scorrere così la vita

non preoccuparsi più del tempo

della solitudine a cui ci sottomette il tempo

senza lasciarsi mai

come le due sponde dello stesso fiume

come le due rive opposte del mare

essere uniti e tendere verso l’infinito

camminare sempre insieme

sulla linea che ci unisce

come il tramonto

quando cade il sole dal  cielo

e si posa sul mare.

 Giuseppe La Mura set 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

https://giuseppelamura.wordpress.com/

 

Una mattina così, di Giuseppe La Mura

Una mattina così, di Giuseppe La Mura

Una mattina

una mattina così

davanti a tante parole

sciolte nei silenzi d’un caffè

come sorrisi nascosti

come i baci da ragazzini dietro le tende

come fossi tu il sole

a riscaldare i miei giorni freddi

vuoti eppure colmi di solitudini

e  mi accorgo di come può esser vuota

la vita senza te.

 

Giuseppe La Mura set 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

https://giuseppelamura.wordpress.com/

Ancora per un poco, di Giuseppe La Mura

Ancora per un poco, di Giuseppe La Mura

Ancora per poco jan-scholz-1

ancora per un poco

poi potrai lasciar andar via i desideri

liberi di vagare nel buio e rincorrere sogni

e rincorrersi tra i desideri di baci

tra i ricordi di ciò che avrei sempre voluto

e troverai la tempesta perfetta dentro di te

il mare in silenziosa rivolta

ti sentirai avvolta dal fuoco dell’amore

quello che non morirà mai

 

Giuseppe La Mura set 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

https://giuseppelamura.wordpress.com/