CANTO AL MARE, di Roberto Busembai

29511844_10209417315264862_8569579907345644419_n

CANTO AL MARE, di Roberto Busembai

CANTO AL MARE

Nel vuoto del silenzio,
pare che il mare taccia pure
il suo muovere dell’onda,
gabbiani fermi in planare di correnti
su cieli tersi di un azzurro puntuale,
com’è profondo questo mare
e com’è immenso il suo segreto,
tale da riempire nella mia voragine
del nulla,
tutto il mistero che gli conviene.
Come vorrei conoscere
del mondo,
quello che tutti avremo come fine,
sapere l’oltre quel confine nebuloso,
e ritrovare almeno un filo di luce,
per respirare del tuo salmastro
almeno il sale.
Ti voglio dentro,
mare che conosco,
fammi navigare,
anche senza barca appresso,
sono il tuo relitto, adesso.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine: Dirk Wüstenhagen – Dangerous waters

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...