Se a questa furia… di Roberta Borgia

roberta-borgia1

Se a questa furia riconoscessi un
valore, e il chiaro e lo scuro
si mescolassero al mio passaggio.

Se il mare si annunciasse in una sola
onda o almeno calpestassi questo
terreno ostile… Non veglierei sulla mia

onesta morte fin da ora, non assopirei
nella delizia dei miei affanni. E allora a te,
Il lettore, che passa e mai più torna

spetta strapparmi via dalla morbidezza
dei miei cuscini, liberarmi dal candore
che m’impedisce di vedere. Gettarmi

Là, dove il sole più mi faccia ardere,
Si che si possa scorticare questa mia
pelle di bambina. E se mai dovessi

sfuggire alla spietatezza di quel calore,
tu non portarmi al riparo ma buttami
via ancora e ancora