ISTANTI SPEZZATI, di Bruno Bellaveglia

42249318_10212169319924428_4713097575039762432_n

Vieni a me, amante dei miei sogni
ragazzini, i miei sogni dimenticati …

Spezza, con me, questo istante
senza fine, spezzalo come Ostia,

condividilo con me, pane bianco,
pane nero, vita della nostra vita.

Complice sincera, confidente
intrigante dei nostri innocenti,

vergognosi segreti mai confessati,
parlami di Te, aprimi le vene

del tuo marmo bianco e
nero …

E ti aprirò il mio cuore:
per Te lascerò cadere a terra

la foglia antica di ogni vergogna e
come nudo sole arderò con Te.

Vieni a me, cavalchiamo i cieli,
oltre la sfera della conoscenza,

oltre il bene e il male, ché Tu
conosci me ed io Te,

ignari, sapienti innamorati,
golosi soltanto di questo …

infinito Amore!