Incontro con il Sindaco all’Associazione Cultura e Sviluppo, di Lia Tommi

Ai Giovedì Culturali dell’Associazione Cultura e Sviluppo, in piazza De André, Alessandria, giovedì 4 ottobre alle 20,45, è previsto l’incontro con il Sindaco sul futuro della città.

L’Associazione Cultura e Sviluppo – in collaborazione con il quotidiano AlessandriaNews – propone , infatti , una serata di incontro e confronto con il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Il Sindaco, intervistato dal direttore di AlessandriaNews e di Cultura e Sviluppo Alessio Del Sarto, farà il punto su quanto svolto nel primo anno della Giunta comunale e sul proprio programma di mandato, toccando i temi più caldi relativi al governo e alle prospettive della città. Nella serata, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, in dialogo aperto con i cittadini e i giornalisti, illustrerà le strategie future della Giunta.

All’incontro prenderanno parte Assessori e Consiglieri Comunali di maggioranza e opposizione.

Viaggio attraverso l’universo femminile alla Gambarina, di Lia Tommi

Sabato 29 settembre, alle ore 17.00 , presso il Museo della Gambarina si terrà l’inaugurazione della Mostra pittorica “La Dea e la Luce. Viaggio attraverso l’universo femminile” di Monica Zampieri.

Monica Zampieri nasce ad Alessandria l’11 giugno 1968. Vive a Tortona e da anni segue percorsi di crescita personale, dipinge e scrive da quando ha memoria. Dopo “Amina. Una novella dell’anima” una novella in cui, attraverso un gioco col lettore, creava un dialogo interiore, ed “Esy. Il mondo invisibile” in cui si trova a raccontare la creazione in un ottica surreale, giocosa, di facile lettura, dove l’anima riveste sempre un ruolo fondamentale. In questa mostra “La Dea e la Luce. Viaggio attraverso l’universo femminile” la pittrice racconta storie di donne incontrate nella sua vita attraverso i quadri esposti senza rinunciare al suo stile personale.

Una cena da cinema al Moscardo, di Lia Tommi

Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria

INVITO A
“UNA CENA DA CINEMA”

Mercoledì 3 ottobre 2018
Ristorante Il Moscardo
Via Volturno 20 – Alessandria

MENU’

Pomodori verdi fritti (… alla fermata del treno)
Cubano nel piatto (Chef – La ricetta perfetta)
Potage Parmentier (Julia & Julie)

Maccheroni (… e io te magno..)
con il sugo di “Quei bravi ragazzi”

Pollo tandori al curry con pane naan
(Amore, cucina e curry)

Torta al cioccolato
(Chocolat)

Tutto compreso, 25 Euro
NECESSARIA LA PRENOTAZIONE
375 502 3734

CENA DI AUTOFINANZIAMENTO
DEL FESTIVAL ADELIO FERRERO
Nel corso della serata sarà possibile iscriversi
alla stagione 2018-2019 del Circolo del Cinema

Dibattito e confronto su Middle Sex, di Lia Tommi

Tessere Le Identità insieme a Mondadori organizza una serie di incontri per discutere e confrontarsi sulle tematiche trattate da alcuni dei libri LGBT più famosi.

Primo appuntamento Sabato 29 Settembre alle ore 17.30 presso la libreria Mondadori con Middle sex di Jeffrey Eugenides:
«Sono nato due volte: bambina, la prima, un giorno di gennaio del 1960 in una Detroit straordinariamente priva di smog, e maschio adolescente, la seconda, nell’agosto del 1974, al pronto soccorso di Petoskey, nel Michigan»

E’ l’inizio folgorante di Middle sex (2002), il romanzo icona del tema dell’intersessualità, che è anche un grandissimo romanzo.

Racconta la saga della famiglia del protagonista Cal Stephanides, nata Calliope, poi diventata Cal, un uomo. Cal va alla ricerca dell’origine della sua eccezionalità genetica ripercorrendo la saga incestuosa della sua famiglia, una famiglia greca dell’Asia minore, dove si sono mescolati i diversi gradi della parentela. Il racconto parte dalla storia del concepimento di Calliope, e poi si risale di un balzo a molto più indietro, alla storia d’amore dei suoi nonni-fratelli, greci anatolici, emigrati in America all’inizio degli anni Venti, all’epoca della guerra greco-turca, persa dai greci; per poi passare al racconto dell’unione dei suoi genitori-cugini; e arrivare finalmente alla storia personale del protagonista.

Nuovi amori: dategli una chance

Creando Idee

Se siete inciampate nella freccia di Cupido mentre correvate verso il mare o scendevate dai monti, il rientro dalle vacanze sarà pieno di emozioni contrastanti, ricordi zuccherosi come un’anguria coperta di miele e foto riviste così tante volte da saperne l’ordine a memoria. L’amore ci spiazza sempre quando ci travolge, ma quando arriva in estate ha sempre un pizzico di magia in più. Il mix stelle, musica, sguardi e passeggiate mano nella mano, la lontananza dai doveri, il clima da sogno: come non innamorarsi dell’amore in ferie?Il problema é che questa lunga vacanza del cuore prima o poi finisce e a casa si torna spesso con mille dubbi e a volte con chilometri di distanza che ci separano dall’amato abbronzato. La tendenza sarebbe quella di chiudere tutto dopo aver passato una mano di scrub. Ma è consigliabile invece di tentare di vivere ancora un po’ la vostra storia…

View original post 37 altre parole

Uomini e donne diversi a tavola

Creando Idee

L’importante è mangiare sano e considerare l’alimentazione-salute un binomio essenziale. Secondo una ricerca Usa, gli uomini preferiscono una dieta a base di carne e pollame, mentre le donne scelgono verdure, frutta e yogurt. Alimentazione e salute: un binomio da considerare equivalente di benessere psico-fisico. Oltre a queste indagini sulle scelte alimentari dei due sessi, lo studio ha messo in luce quali alimenti ampliano il rischio di una maggiore incidenza di malattie. La prevenzione parte da tavola, i cibi corretti sono la prima arma di difesa dell’organismo. Quali sono gli alimenti che fanno bene alla salute? Le differenze sessuali si incontrano anche a tavola. Gli uomini sono più carnivori, e preferiscono in genere pollame, vitello e prosciutto. Il gentil sesso, invece, predilige le verdure, carote,pomodori,frutta, frutta secca, ed è più comune il consumo di yogurt e uova. Lo studio ha poi messo in evidenza…

View original post 98 altre parole

La chiave della felicità stà….nella frutta e verdura

Creando Idee

Il segreto più semplice ed efficiente per stare bene, per essere in salute, sia fisica che mentale? La risposta è: più frutta e verdura nella nostra dieta quotidiana. E la felicità psico-fisica è direttamente proporzionale alla quantità di alimenti vegetali che assumiamo: più ne assumiamo, più siamo sereni e sani. Questo, quanto suggerito da uno studio australiano a cura dei ricercatori dell’Università di Queensland, secondo cui mangiare otto o più porzioni di frutta e verdura al giorno migliora il benessere mentale e salute fisica. Il dott. Redzo Mujcic per questo studio hanno coinvolto più di 12mila adulti ambosessi al fine di analizzare gli effetti di una dieta ricca di frutta e verdura sul benessere e la salute mentale. La scelta di osservare i possibili benefici sulla salute mentale dell’assunzione di vegetali arriva a seguito della constatazione che la maggioranza delle ricerche hanno per lo più analizzato gli effetti di frutta

View original post 93 altre parole

I cibi dell’autunno

Creando Idee

Il passaggio dai mesi estivi ai mesi autunnali porta con sé un po’ di spossatezza e di malinconia: non sono solo le ferie finite !!…anche la diminuzione delle ore di luce e il sensibile cambio di temperatura contribuiscono ad uno stato psico-fisico un po’ in difficoltà. La salute vien mangiando, si dice, ma viene mangiando soprattutto le cose giuste, nel momento giusto! L’autunno è una stagione ricca di moltissimi alimenti che possono aiutarci ad affrontare il cambio di stagione con la giusta carica: vediamone alcuni che non dovrebbero mancare nell’ alimentazione in questo periodo! Uva ricca di ferro, calcio, fosforo e tante vitamine Energetica e calorica, va consumata con moderazione se siete a dieta, ma un grappolino ogni tanto è un toccasana! Pera: ricca di potassio, fosforo e una miniera di fibre. Al contrario dell’uva, la pera è ipocalorica ed è amica rei regimi alimentari controllati! Zucca:…

View original post 128 altre parole

Le bontà a tavola dell’inverno

Creando Idee

Il passaggio dai autunnali ai mesi invernali porta con sé un po’ di spossatezza e di malinconia: anche la diminuzione delle ore di luce e il sensibile cambio di temperatura contribuiscono ad uno stato psico-fisico un po’ in difficoltà. La salute vien mangiando, si dice, ma viene mangiando principalmente le cose giuste, nel momento giusto! L’inverno è una stagione ricca di moltissimi alimenti che possono aiutarci ad affrontare il cambio di stagione con la giusta carica: vediamone alcuni che non dovrebbero mancare nell’ alimentazione in questo periodo! Pera: ricca di potassio, fosforo e una miniera di fibre. la pera è ipocalorica ed è amica rei regimi alimentari controllati! Zucca: la regina dell’autunno, di cui sentiamo la mancanza per tutto il resto dell’anno! La zucca è ipocalorica, può essere cucinata in tantissimi modi ed è buona anche con un pizzico di sale soltanto e ammorbidita in forno. Grande alleata…

View original post 90 altre parole

Ben venuto autunno

Creando Idee

Alimentarsi correttamente rappresenta sicuramente il percorso più rapido per garantirsi un’esistenza lunga e lontana da molti acciacchi. Alimentarsi in modo sano e in accordo con quello che la natura ci offre nelle diverse stagioni è ancora meglio. Ogni diversa stagione ci regala frutta e verdura al giusto punto di maturazione, con un contenuto nutriente in perfetta armonia rispetto al periodo dell’anno che ci si appresta ad affrontare. Settembre trascina spesso con sé malumore e stanchezza, senso di spossatezza e qualche malanno causato dal cambio di temperatura. Lasciar andare l’estate è sempre difficile, però se imparassimo ad affidarci al consumo di alimenti di stagione potremmo scoprire che i colori dell’autunno non sono poi così tristi. Tra gli alimenti dell’autunno la zucca è certamente il più eclettico: con la zucca è possibile preparare un menu completo, dall’antipasto al dolce. Poverissima di calorie soltanto 17 kcal/100 g è leggera, facilmente digeribile…

View original post 92 altre parole

Alea iacta est

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Il dado è tratto: la mia trilogia con i tre racconti gialli, aventi come protagonista Debora Nardi, è stata pubblicata. Sempre che la procedura sia andata a buon fine. Sembra di sì. Tra tre giorni sarà presente negli store, alla distribuzione provvede Streetlib, piattaforma con cui ho pubblicato.

Al momento ho scelto solo il formato ebook, più avanti chiederò anche la pubblicazione del cartaceo.

Sono soddisfatta del lavoro fin qui svolto perché ho fatto tutto quello che dipende da me e l’ho fatto scrupolosamente. Non ho alcuna velleità, se non quella di aver portato a termine un compito che mi ero data.

Del resto ho alle spalle un padre antesignano del self publishing. Più di quarant’anni fa scrisse e autopubblicò un manuale per i colleghi di lavoro con un buon successo.

Anche mio nonno aveva un manoscritto sulla musica classica, i cantanti lirici e le opere.

Insomma, qualcosa dovevo fare…

View original post 5 altre parole

Suggestioni d’autunno

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

A margine di questa foto che ho scattato stamattina, vorrei raccontarvi di quest’altro mio esperimento ‘agricolo’.

Io uso buttare la frutta e gli ortaggi, quando sono rovinati, nel terreno o in un vaso, come ho fatto per i datterini, che sto mangiando ancora. Spero sempre, prima o poi, di vedere qualche piantina spuntare nel luogo dove ho gettato questi ‘rifiuti’. Lo faccio anche con i semi dei fiori sfioriti.

Qualche anno fa buttai dell’uva in una siepe. Io penso che questa della foto sia la mia vite.

Curare un tralcio di vite non è come coltivare una pianta stagionale, ho letto che ci vogliono diversi anni perché fruttifichi. La mia vite non lo farà mai perché la tagliano e la carpiscono con le potature. Il potatore ha detto: ‘Se vuoi una vite te la porto io’. Ma io non voglio una vite, voglio la ‘mia’ vite.

È come me: più…

View original post 18 altre parole

Libertà

Memorabilia

Sanguina il cielo al tramonto
Quando il sole muore
Annegando nell’acqua.
Alito di memoria
Salato come lacrime
Al ricordo di seni di madre
E del sapore di giorni sereni,
Volati insieme alle farfalle.
Con dolcezza di sogno
La libertà sussurra
Alla larva dell’anima,
Incolpevole ostaggio
Degli abiti dell’adulto.
Corazza di bruco
Che incatena le ali
Alle viscere della terra.

View original post

Fulmine a Ventotene

Memorabilia

20180815_000146

Buongiorno a tutti!

Oggi volevo condividere con voi questa foto scattata a Ventotene.

Sembra che gli isolotti siano illuminati dalle primi luci dell’alba, invece a rischiararli è l’istantaneo bagliore di un fulmine. Ho riguardato la foto centinaia di volte, eppure ancora mi stupisce veder fissata un’immagine che all’occhio arriva soltanto per una frazione di secondo.

Vi lascio una poesia, nata da questa riflessione e, soprattutto, dalla bellezza di una Natura che non dovrebbe smettere mai di sorprenderci.

“Ferita di tenebra
Che di luce risplende
Arriva alla terra
L’ettrica folgore.
Scintillio d’un secondo
L’istantanea cattura,
Pallido bagliore
All’occhio precluso.
Luce saettante
Di passione suicida
S’unisce alla notte
E presto n’è vinta.
D’un amore ch’è Nulla
È eterno il ricordo”.

View original post

Abbraccio mancato

Memorabilia

A braccia levate
Ti fermi e guardi
La purpurea morte
Del sole tra i monti.
Stringe la mano
Torcia di parola,
Ardente di fuoco
Vana di fumo.
Se c’è regno in cielo
Saresti regina,
Scettro di nervi
Corona di spina.
Giglio appassito
Da terra ch’è brulla,
Candida sogni
La bellezza del nulla.
Chimera sorridi
Alla razza brutale
Che cieca insozza
La tua veste di fango.
D’un abbraccio mancato
Un pugno di polvere.

View original post

Poetico eroe

Memorabilia

180_poesia

Eroe di passioni e arcani segreti
Vaga sui tramonti.
Aura di luce diafana
Corona il capo profondo
E con arma appuntita,
Su virgineo candore
Lascia l’oscura traccia.
Libagioni di vita
Offerte all’azzurro,
Parole d’incenso
All’altare d’Amore.
Impavido corre al nero giaciglio
E su seni odorosi
Di ninfe luccicanti
All’ultimo sogno s’abbandona.
Eco del suo canto,
Fantasma fra la folla,
Imperituro vive
Nell’anime mortali.

View original post

Maratona musicale, di Cristina Saracano

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Nata nel 2011 sulla scia della torinese “Mozart Nacht und Tag”, seguendo un’idea dell’allora Vicedirettore e poi Direttore del Conservatorio, Angela Colombo, ritorna anche quest’anno la Maratona musicale.

Domenica 30 settembre, dalle ore 11 alle 23 si succederanno sul palco del Conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria oltre 350 musicisti, 11 istituti, 3 orchestre e 2 cori.

Nel progetto sono coinvolti,oltre al Conservatorio, altre scuole ad alta formazione musicale e i loro docenti.

La maratona offre un programma vastissimo: dalla musica antica al jazz, quindi, data l’ampia scelta e l’elasticità dell’orario, il pubblico sarà sicuramente interessato e numeroso.

Nella fascia pomeridiana, quella, di solito più frequentata, i concerti saranno in contemporanea all’Auditorium Pittaluga e alla sala Abba’ Cornaglia.

Quindi: musica, bellezza, rete e condivisione per una piacevole domenica.

View original post

Il cielo in una stanza

Anna & Camilla

Non la canticchiavo da molto tempo eppure è una delle mie canzoni preferite, mi fa sentire bene, mi fa volare con la fantasia. Indifferentemente cantata da Mina o dallo stesso Gino Paoli, sono sublimi ambedue le versioni. Se volete, cercatela su YouTube, io riporto solo i versi che amo di più, ma tutta la canzone è bellissima:

Quando sei qui con me
Questa stanza non ha più pareti
Ma alberi,
Alberi infiniti
Quando sei qui vicino a me
Questo soffitto viola
No, non esiste più.
Io vedo il cielo sopra noi
Che restiamo qui, abbandonati
Come se non ci fosse più
Niente, più niente al mondo.

[…]

View original post

Daria Carmi. Cultura Quattro Ristoranti: il Monferrato Casalese è tra i protagonisti

Daria Carmi. Cultura Quattro Ristoranti: il Monferrato Casalese è tra i protagonisti

Casale Monferrato: Si sono concluse nei giorni scorsi, nel casalese, le riprese di una puntata della celebre trasmissione televisiva “Quattro Ristoranti” condotta da Alessandro Borghese.

Casale Monferrato Comune

È stata la partnership sviluppata da Alexala (ATL della provincia di Alessandria) con Dry Media srl e Sky Italia a far sì che il celebre conduttore si recasse in Provincia per una puntata.

Il Monferrato Casalese, sempre più apprezzato per la sua grande ricchezza di arte, natura, storia ed enogastronomia – che si propone anche come location per il cinema grazie a iniziative come il Monfilmfest – è stato scelto dalla casa di produzione per la registrazione di parte della puntata che andrà in onda nei prossimi mesi. Continua a leggere “Daria Carmi. Cultura Quattro Ristoranti: il Monferrato Casalese è tra i protagonisti”

Mattia Roggero: Aperigagliaudo e Amemanera

Mattia Roggero: Aperigagliaudo e Amemanera

Alessandria: In occasione della manifestazione ‘Gagliaudo fra i Mercanti’ 2018, l’Amministrazione Comunale di Alessandria (con il coordinamento operativo dell’Assessorato al Commercio guidato da Mattia Roggero) ha lanciato la proposta dell’AperiGagliaudo invitando tutti i titolari dei pubblici esercizi a partecipare, con proposte gastronomiche e aperitivi a tema ‘Gagliaudo’, per ampliare ulteriormente l’offerta di elementi attrattivi nel centro cittadino.

mattia-roggero

Questi i locali che hanno aderito:

  • Chiosco Bar di Aurora Oliveri, situato nei Giardini della Stazione, che proporrà Rabaton con un Calice di Barbera
  • La Pampelonne, di via San Giacomo della Vittoria 55, con aperitivo a buffet di Focacce miste, gli Agnolotti di Gagliaudo e i Biscotti della Nonna
  • Dolci Capricci, di via San Giacomo della Vittoria/ang. via Ferrara, che proporrà l’Aperitìv Lisandrén 2018 con piatti classici della tradizione alessandrina dove il ruolo principale l’avrà il bagnetto, accompagnati da un cocktail a base di vermouth
  • Ristorante Napoleon, di via Urbano Rattazzi 11, che proporrà Risottino ai marroni con riduzione di vino rosso e crema di pecorino dolce
  • Bio Cafè, di vicolo dell’Erba 12, che proporrà ‘L’aperitivo al Bio’
  • L’Antica Caffetteria, di via Milano 4, che proporrà aperitivo con tagliere
  • La Cantina dei Sapori, di via Bissati 15, che proporrà ‘il Tagliere di Gagliuado’: un tagliere di formaggi in abbinamento alla propria birra artigianale, ispirato al personaggio di Gagliaudo
  • La Luna in Brodo, di via Legnano 12, che proporrà i Rabaton di Litta Parodi
  • Gelateria Soban, di via S. Lorenzo 99 e corso Borsalino 36, che proporrà il gelato ‘Fior di Gagliaudo’, realizzato con il latte fresco e la panna fresca della Centrale di Alessandria, il grano dei biscotti piemontesi e dolcificato con uno zucchero integrale grezzo, il Moscovado di pura canna: un fiordilatte inedito, dal colore scuro, diverso dal classico
  • Timo e Rosmarino, di via Alessandro III 26, che proporrà il seguente menù: Guanciale Brasato al Gavi con Zucca Bio Fritta, Battuta al coltello Timo e Rosmarino, Sformato di Cipolle con Pancetta Croccante, Risotto al Gavi, Gnocchi agli Spinaci con Melanzane e Pomodorini, Agnolotti al Sugo d’Arrosto, Trippa in umido, Baccalà fritto con salsa di Zucchine, Tagliata di Limousine 
  • Bar Turna Chi, di via Alessandro III 41, che proporrà un aperitivo con Spiedini con code di gamberi e pesce, fritatta con cipolle di Breme, Lasagna con crema di zucca in abbinamento ad un calice di spumante
  • Gelateria Crema e Cioccolato, di via Trotti 22, che proporrà crêpes salate e dolci (nutella, crema, marmellata)
  • Bar Roma, di via Dante 11, che proporrà una degustazione di Ravioli di melanzane e menta accompagnati da un calice di Barbera
  • Pizzeria Vesuvio, di via Vochieri 63, che proporrà ‘Baccalà in umido con polenta e calice di vino
  • L’ Hamburgeria – ristorante Mangiamondo Food, di via Dante 89, che nella giornata di domenica 30 settembre proporrà tagliere di salumi nostrani, agnolotti di stufato, salamino del Mandrogno, in alternativa, l’hamburger ‘Gagliaudo’
  • La Ghiottosa, che sarà in Piazzetta della Lega, proponendo la sua farinata e birra alla spina
  • Al Rock Cafè, di via Canina 1, che proporrà due menù: il ‘Menù Polenta’ con stufato di vacca, Polenta con formaggi, 1/4 vino barbera oppure ‘Menù Hamburger’: hamburger con salamini del Mandrogno, Scamorza affumicata, Salsa yogurt e insalata e birra chiara media
  • Barlicin, di via Modena 68, con aperitivo a tema
  • Pasticceria Bonadeo, di Galleria Guerci

Continua a leggere “Mattia Roggero: Aperigagliaudo e Amemanera”

FISIOTERAPIA PER TUTTI, di Marco Tallone, fisioterapista

FISIOTERAPIA PER TUTTI, di Marco Tallone, fisioterapista

LA SPINA CALCANEALE

Parliamo in questa rubrica della ‘spina calcaneale ‘. La spina è una calcificazione a livello dell’osso del calcagno che forma una specie di sovraosso il quale crea infiammazione ai tessuti del tallone. La spina letteralmente punge il tessuto sottostante infiammandolo e creando a lungo andare un grande dolore e disagio.

fisio foto tallone

La patologia della spina calcaneale si forma lungo tantissimi anni ma da’ sintomi solo dopo un po’di tempo,  le cause sono dovute principalmente alle attivita’ della vita come stare in piedi per molto tempo nella giornata, infatti è frequente in parrucchiere, operai, impiegati, addetti alle vendite e operatori sanitari.

In realtà quello che causa la formazione della spina è una membrana fibrosa che copre tutta la pianta del piede e la protegge nell’appoggio e nel cammino che si chiama fascia plantare.

A lungo andare, a forza di subire questi sovraccarichi, la fascia plantare si irrigidisce e forma nella sua inserzione a livello del tallone-calcagno questa calcificazione detta spina calcaneale.  Si comporta cioè come qualsiasi altro tendine del corpo, che subendo un sovraccarico, dapprima si infiamma poi col passare del tempo, se il vizio continua, forma una calcificazione nel tentativo di bloccare e proteggere il tendine sovrasollecitato. Continua a leggere “FISIOTERAPIA PER TUTTI, di Marco Tallone, fisioterapista”

Flam de plàtan sense ou

Celler-Adocse

Ingredients:

  • 5 g d’agar-agar (És l’alga que posen a les amanides xineses dels restaurants. Ho trobeu fàcilment en botigues de menjar ecològic, dietètiques, etc, etc)
  • 1/2 litre de llet d’arròs (o de civada, o de llet de vaca, si voleu!)
  • un pessic de cúrcuma (que no curry eh!!! És per donar color. Prescindible si no en teniu o no voleu posar-ne)
  • un polsim de sal marina
  • 1/2 beina de vainilla (o essència de vainilla si no voleu fer servir la beina)
  • ratlladura de la pell d’una llimona (ecològica! Si no penseu que us mengeu els productes químics i la cera que hi posen!)
  • suc d’una llimona
  • 5 plàtans madurs
  • 1 o 2 cullerades de melassa d’arròs o mel
  • maduixes i menta per a la decoració

Procediment:

  1. Obrir la beina de vainilla per la meitat i rascar l’interior per extreure les llavors. Si no n’heu fet servir mai, aquí ho podeu…

View original post 167 altre parole

The Dragon

parallax

Enthralling – Word of the Day

IMG_0350.jpg

Last week we spent a couple of days on the wildflower run, and at Leda Reserve, apart from the stunning array of flowers I was enthralled with this gem as well, a gargoyle perched on a rock – can you see it too? This one was clearly sent to protect Leda.

The Dragon

La Gargouille, terror of Rouen,
you lost your head When Romanus made the sign,
and now you sit in judgement of your kin,
though, instead of fire, you spout water,
La Gargouille, protector of Rouen.

©Paul Vincent Cannon

Note: Gargoyles date back to ancient Egypt, but the term gargoyle comes from the dragon slaying story of c. 600 AD where the priest Romanus captures the Dragon –  La Gargouille, which was terrorising the town of Rouen, and the villagers cut off its head and burn it at the stake. However the…

View original post 25 altre parole

Country Jaunt

parallax

Jaunty – Word of the Day

IMG_0069

Base camp in the Stirlings, such a fun time.

Country Jaunt

I sense no grief in leaving the city,
my stress melts as country arrives,
as bitumen gives way to gravel,
as houses surrender to trees,
even the rain is welcome out here.
We make do,
we don’t do,
we do what we want to do,
carefree for days.
Only the sound of the fire intrudes
as we toast the moon,
and utensils give way to reverie
then thoughts of the morrow.
And as we must, one day soon,
take our leave of ancient friends,
I sense a deep sorrow in my going.

©Paul Vincent Cannon

Paul,

pvcann.com

View original post

Peppe Millanta, Vinpeel degli orizzonti. Cercare l’Altrove

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Abbiamo buchi nell’anima che neanche immaginiamo, grandi come intere emozioni e larghi come sogni. Se non stai attento da lì ti ci può scivolare via una vita intera in un baleno. E non è detto che tu sia così fortunato da ritrovarla.

Vinpeel degli orizzonti, di Peppe Millanta, Neo edizioni 2017

E poi mi capita tra le mani questo libro. Conosco la casa editrice, e una cara amica me lo consiglia; la copertina è stupenda, la biografia dell’autore mi incuriosisce. Non leggo nulla sul libro, come faccio sempre almeno finché non l’ho letto.

E mi ritrovo in una meravigliosa fiaba che ci racconta la vita, dalla quale spesso vorremmo fuggire, per lasciarci alle spalle quello che ci fa male. Allora ci rifugiamo in un mondo senza tempo, e ci chiudiamo così bene là dentro, da non vedere più vie di fuga. Perché abbiamo perso la capacità di emozionarci, di…

View original post 801 altre parole

Jan Brokken, Il giardino dei cosacchi. “Ho bisogno di te come dell’aria per respirare”

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Mi sono calato nei panni di Alexander Igorovič von Wrangel zu Ludenhof per penetrare più a fondo nel cuore di questa storia realmente accaduta. Ho potuto leggere dal quaranta al cinquanta per cento dei suoi pensieri nelle memorie e nelle lettere. (..) Ho eliminato tutte le vaghezze dietro le quali si è dovuto nascondere, ho colmato le lacune. E tuttavia ho voluto, anche nella mia immaginazione, rendere giustizia ad Alexander. Non ho modificato, abbellito né alterato nessuno degli avvenimenti della sua vita. Lo stesso vale per gli altri protagonisti di questo libro, Fëdor Michajlovič Dostoevskij, Marija Dmitrievna Isaeva ed Ekaterina Osipovna Gengross, anche se osservo tutti e tre con gli occhi di Alexander.

Il giardino dei cosacchi, di Jan Brokken, Iperborea editore 2016, traduzione di Claudia Cozzi e Claudia Di Palermo

Ecco come spiega la sua operazione narrativa l’autore, proponendo ai lettori di compiere un salto nel tempo, e…

View original post 747 altre parole

L’effetto calmante degli estranei

ORME SVELATE

Risultati immagini per hug saatchi art The Hug (Marijana Rakićević)

Il trattamento del dolore è più utile se è fornito da una persona del nostro gruppo sociale o l’aiuto di uno sconosciuto è più efficiente? Uno studio condotto da ricercatori delle università di Würzburg, Amsterdam e Zurigo ha esaminato questa domanda e ha scoperto che le persone provano un sollievo dal dolore più forte se sono trattate da una persona che appartiene a un gruppo sociale diverso. Lo studio è stato pubblicato sull’ultimo numero di Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences. I partecipanti hanno ricevuto dolore sul dorso della mano e in un gruppo di partecipanti, questo dolore è stato alleviato da una persona del proprio gruppo sociale, un altro gruppo di partecipanti ha ricevuto sollievo dal dolore da una persona di un altro gruppo. Hanno misurato il modo in cui il trattamento antalgico ha modificato le risposte del dolore neurale e i…

View original post 283 altre parole

La mindfulness aiuta genitori e figli

ORME SVELATE

Risultati immagini per mindfulness saatchi art Mindfulness (Erika Pochybova)

Immagina di tornare a casa dopo una brutta giornata e tuo figlio è agitato e si comporta male. Tu scoppi. Urli e minacci una punizione anche sapendo che non la darai e che non dovresti darla. Il punto è che la reazione è basata sulle emozioni, non sulla consapevolezza della sua efficacia. Ciò che è efficace è: stare calmo, vedere una situazione da altre prospettive e rispondere in modo intenzionale. Attraverso un programma per i genitori che i ricercatori dell’UW hanno creato e offerto in due centri per la prima infanzia, i partecipanti hanno appreso strategie e tecniche che li hanno aiutati a gestire le proprie emozioni e comportamenti, sostenendo allo stesso tempo lo sviluppo del loro bambino. L’obiettivo era quello di supportare i genitori impegnati in pratiche che sappiamo costruire il benessere sociale ed emotivo dei loro figli, e in un programma piuttosto breve, i genitori…

View original post 423 altre parole

Cinque modi per affrontare l’emicrania

Farmajet

Le emicranie non sono solo i tuoi mal di testa medi. Possono essere debilitanti, venire inaspettatamente ed essere accompagnati da una gamma variegata di effetti sconvolgenti, come nausea estrema, deterioramento cognitivo e disturbi alla vista. Abbiamo studiato i modi migliori per affrontarli.

emicrania donna.jpg

Le terapie e le terapie preventive per gestire gravi attacchi di emicrania vanno dai comuni antidolorifici da banco agli approcci di medicina complementare, come l’agopuntura.

Secondo recenti studi , l’ emicrania è la settima causa principale di ” anni trascorsi con disabilità” in tutto il mondo.

Le emicranie sono gravi attacchi di mal di testa che possono durare tra 4 e 72 ore. Sono spesso accompagnati da grave nausea e vomito, acuta sensibilità alla luce e ai suoni e, in alcuni casi, da deficit cognitivo temporaneo e allodinia , che è quando il tatto normale è sentito come doloroso.

Gli individui possono iniziare a soffrire di emicrania fin dall’infanzia e la loro preva lenza aumenta fino all’età adulta, fino ai 35-39 anni…

View original post 1.085 altre parole

Mente sana in corpo sano!

frida.ib

psicosomatica_emozioni-organi

Il nostro corpo ci parla. Tante volte ci capita che in un particolare periodo di stress, ci vada via la voce, ci prenda la febbre, ci venga l’herpes e l’appetito diminuisca; insomma, le nostre difese immunitarie si abbassano e noi siamo più delicati. Ecco in quei momenti il nostro corpo ci sta mandando dei segnali e noi, magari presi da altro, non ci prestazione attenzione. Sbagliato! Il nostro corpo ci sta parlando e noi abbiamo il dovere di ascoltarlo. Quando si dice “mente sana in corpo sano” è infatti proprio perché tutto è correlato, la psiche ci influenza anche qui. E’ un semaforo che si accende, a noi il compito di tenerlo sotto controllo e di ascoltarlo. Iniziando ad avere più serenità il nostro corpo in primis ce ne sarà grato!

View original post

SPAGHETTI ALLE VONGOLE

Antonella Lallo

Cucina Italiana ByAntonella Lallo

SPAGHETTI ALLE VONGOLE

Immagine by AntonellaLallo

Gli spaghetti alle vongole sono un primo piatto gustoso e semplice. Gli spaghetti alle vongole sono il giusto compromesso tra tutti gli amanti dei primi piatti al sugo e quelli che preferiscono piatti più leggeri, magari a base di pesce o con pomodorini. Una ricetta semplicissima per un primo piatto colorato e molto saporito.

INGREDIENTI (per 4 persone);

-380 gr spaghetti;

-1 kg di vongole;

-200 gr di passata di pomodoro;

-pomodorini;

-4 cucchiai di olio d’oliva (extravergine);

-1 spicchio di aglio q.b. di sale.

PREPARAZIONE

Lavate accuratamente le vongole, lasciandole in acqua fredda una mezz’oretta per farle spurgare. Poi scolatele e trasferitele in un’ampia padella dove avrete riscaldato con un po’ d’olio insieme allo spicchio d’aglio per poi farle aprire a fuoco vivace.

Quando saranno tutte pronte, aggiungete il liquido di cottura delle vongole, i pomodorini preparati…

View original post 92 altre parole

Promoting Gothic Culture Through Supernatural Superheroes On Manchester’s HAUNT Blog

The Comic Vault

When it comes to writing about comics, promoting different characters is one of the most enjoyable parts. A great way to bring awareness is to write on websites that aren’t specifically geared towards comics. It’s why I’ve been writing an ongoing segment called Supernatural Superheroes for Visit Manchester’s HAUNT blog. The series is about combining gothic themes and pop culture together to promote lesser known superheroes.

View original post 272 altre parole

7° Randonnée sul fiume Po Domenica 30 settembre 2018, Valenza – Bassignana

7° Randonnée sul fiume Po Domenica 30 settembre 2018, Valenza – Bassignana

Per il 7° anno consecutivo, il gruppo scout Agesci Valenza 1 organizza la Randonnee sul fiume Po, domenica 30 settembre 2018, dal Ponte di ferro di Valenza a Bassignana.

Come ormai succede da parecchi anni, domenica il fiume Po si animerà con canoe, zattere, imbarcazioni con bottiglie di plastica, kajak e qualsiasi mezzo galleggiante. Un gruppo si è già iscritto con una zattera che si muoverà grazie alle pedalate di una bicicletta.

Già nel pomeriggio di sabato, la sponda valenzana sotto il Ponte di Ferro, si animerà di alcuni equipaggi e dei ragazzi del reparto del gruppo scout che monteranno zattere e mezzi galleggianti per prepararsi alla navigazione di domenica.

La navigazione vera e propria sarà domenica 30 settembre.

Il ritrovo per tutti i partecipanti e gli interessati, sarà domenica mattina alle ore 9.00, presso il Ponte di Ferro di Valenza SP 494, per l’iscrizione, questa sarà possibile farla anche sabato pomeriggio dalle 16. Continua a leggere “7° Randonnée sul fiume Po Domenica 30 settembre 2018, Valenza – Bassignana”

da, L’Isola di Ortigia. Sei costretta a seguirmi, mia cara Irene… di Elisabetta Mattioli

da, L’Isola di Ortigia. Sei costretta a seguirmi, mia cara Irene… di Elisabetta Mattioli

L'Isola di Ortigia

“Sei costretta a seguirmi, mia cara Irene, che ti piaccia oppure no.”
“Quanto ti detesto, mio caro!”
Lui si voltò di scatto, così lei ne approfittò per lanciargli addosso la sacca da spiaggia, sperando che perdesse l’equilibrio e cadesse per terra, invece accadde l’esatto contrario: l’uomo riuscì a prenderla, e dopo la strinse fra le mani per poi continuare la camminata, restando sempre davanti a lei.

Dopo altri cinque minuti giunsero alla caletta, e davanti a loro comparve un piccolo paradiso terrestre, che fu capace di stupirla nel profondo, anche se per arrivarci dovettero fare qualche metro lungo una stradina abbastanza ripida.

La caletta era chiusa dal promontorio, e l’anfratto roccioso faceva da padrone. In certi punti era talmente alto da offuscare quasi il sole, facendola rimanere di stucco. Si stupì perfino di se stessa; in quegli anni aveva avuto ben più di un’occasione per ammirare il Gran Canyon, che sconvolgersi in quel modo le sembrava strano.

Claudio si accorse del turbamento di lei, cercò di scuoterla usando il solito metodo scanzonato, intimandole di darsi una mossa. Lei lo seguì a ruota, si “accomodarono” in una piccola grotta rocciosa, fronte mare, all’ombra e protetti dall’intenso sole siciliano, ma allo stesso tempo a due passi dall’acqua. Continua a leggere “da, L’Isola di Ortigia. Sei costretta a seguirmi, mia cara Irene… di Elisabetta Mattioli”

Calice, di Elisabetta Mattioli

Calice, di Elisabetta Mattioli

Calice La Fragola

Accoglimi nella tua bocca
mangiando lentamente
ogni fibra della pelle
e sciogli nelle mani
i tuoi occhi abissali
che corrono a brevi passi
lungo i nostri sguardi
voraci nel loro sentire
bramosi assieme alle orbite
rotonde, ingorde
nell’esplorazione dei corpi
verserò nella tua bocca
latte, miele e ambrosia
che traboccherà fino all’orlo
di un calice affusolato
nella sua impugnatura
e ampio, mentre accoglie
dentro a un cerchio
l’intimità dell’amplesso

Ely M.

Una poesia tratta dalla mia Silloge : La Fragola.

La foto è una pianta dell’Honduras! immortalata dalla sottoscritta.

Vivaio Eternot: dieci innesti riusciti

Vivaio Eternot: dieci innesti riusciti

L’opera di riproduzione delle piante di davidia affidata al Luparia

Casale Monferrato: È iniziata oggi, giovedì 27 settembre, all’Istituto Tecnico Agrario Vincenzo Luparia di San Martino di Rosignano la fase dedicata della verifica dell’attecchimento degli innesti del Vivaio Eternot, monumento dell’artista Gea Casolaro composto da piante di Davidia Involucrata e collocato da due anni al Parco Eternot, sorto sulle ceneri della fabbrica Eternit.

Allo “svelamento” degli innesti preparati nei mesi scorsi ha partecipato, su invito della scuola, l’assessore alla Cultura del Comune di Casale Monferrato Daria Carmi.

Fin dalla sua ideazione, il Vivaio Eternot prevede la collaborazione attiva dei cittadini e delle associazioni del territorio per la sua cura. In quest’ottica tante realtà sono state coinvolte nella cura quotidiana dell’opera, cogliendone appieno il significato e lo spirito.

Il mantenimento e la riproduzione delle piante (la complessa operazione di innesti e talee) è affidata proprio all’Istituto Tecnico Agrario Vincenzo Luparia.

Nel 2017 gli innesti, effettuati direttamente al Parco Eternot, non erano riusciti. Per questo motivo si è deciso di farli al Luparia dove attualmente è andata a buon fine la totalità dei dieci innesti realizzati; nei prossimi mesi il Vivaio Eternot sarà quindi arricchito dalle prime 10 piante prodotte in loco.

Gli studenti che hanno partecipato alla complicata operazione sono Andrea Laguzzi, Enrico D’Antoni, Oscar Langianese, Valerio Alvigini, Riccardo Spalasso, Lorenzo Pozzi, Alessia Scarrone, Giovanni Dubini, Sofia Ponte, Anna Romagnolo, Gianluca Foglino, Marcello Ferrari, Gabriele Ghezzi, Gaia Piacentini, Lorenzo Bugada, Giada Abbondio, Federica Saletta, Greta Panichella.

«Voglio ringraziare la preside, gli insegnanti e gli allievi dell’Istituto Luparia che si dedicano a questo progetto sia professionalizzandosi sia incarnando quei valori di cui il parco stesso è simbolo» ha spiegato l’assessore alla Cultura Daria Carmi.

Tortona:  Venerdì 28 settembre 2018 – Provvedimenti di sicurezza e viabilità

Tortona:  Venerdì 28 settembre 2018 – Provvedimenti di sicurezza e viabilità

In riferimento all’annunciata apertura di una sede di Casapound nella Città di Tortona, in Via Pellizzari, programmata per il giorno venerdì 28 settembre alle ore 19.00, si informa la cittadinanza che la Questura di Alessandria ha impartito disposizioni in merito all’interdizione del transito veicolare in piazza Duomo.

Tortona Ex Caserma Passalacqua Municipio copia.JPG

Nella giornata di domani, a partire dalle ore 16.00 e fino alle ore 24.00 sarà istituito divieto di circolazione per tutti i veicoli eccetto quelli addetti all’ordine pubblico e veicoli di polizia in Piazza Duomo e in Via Pellizzari.

Il traffico sarà deviato alle intersezioni di Corso Montebello e di Corso Leoniero; pertanto sarà istituito divieto di circolazione e sosta anche nel tratto di Corso Leoniero compreso tra Corso Montebello e Piazza Duomo, per tutti i veicoli, garantendo la possibilità ai residenti di accedere a box e cortili interni in Via De Amicis e Via Bandello. Continua a leggere “Tortona:  Venerdì 28 settembre 2018 – Provvedimenti di sicurezza e viabilità”

Sozzetti: Alessandria e le biciclette a parole (molte). Ma è quasi ultima per Legambiente

Sozzetti: Alessandria e le biciclette a parole (molte). Ma è quasi ultima per Legambiente

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Ancora recentemente non sono mancati convegni e proclami, mentre in ogni occasione si ricorda la presenza del museo. Intanto però “Alessandria città delle bici” resta ancora uno slogan.

Alessandria e le biciclette

Che l’uso delle ruote sia inversamente proporzionale alle parole spese, emerge infatti dai risultati del campionato della ciclabilità urbana ‘Giretto d’Italia’ organizzato da Legambiente e VeloLove in collaborazione con Euromobility e con il sostegno di Cnh Industrial.

“Il Giretto, che si è svolto nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità, ha un valore simbolico, sia per il poco tempo della rilevazione, sia perché la diversità delle città in gara in termini di urbanistica, densità abitativa e dinamiche di traffico rende complesse le valutazioni.

L’obiettivo – sottolineano gli organizzatori – è quello di rendere visibile il traffico ciclistico delle città italiane che normalmente non è misurato nelle indagini statistiche sullo stato della mobilità”. Continua a leggere “Sozzetti: Alessandria e le biciclette a parole (molte). Ma è quasi ultima per Legambiente”

Sozzetti: Alessandria, il commercio, gli eventi e i tavoli. Una storia che si ripete uguale a se stessa, mentre il capoluogo è ancora una volta al centro di business finanziari (altrui)

Sozzetti: Alessandria, il commercio, gli eventi e i tavoli. Una storia che si ripete uguale a se stessa, mentre il capoluogo è ancora una volta al centro di business finanziari (altrui)

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com/

Gli stessi che organizzano gli eventi, si lamentano dei troppi eventi. E scoprono che il mercato di Alessandria è troppo piccolo per dare soddisfazione agli operatori che hanno investito nella organizzazione di manifestazioni che sono andate in scena, tutte insieme, in un unico fine settimana. Quanto accaduto nei giorni scorsi nel capoluogo ha però partorito una idea rivoluzionaria: creare, all’inizio del 2019, un tavolo per coordinare le proposte turistiche e commerciali del prossimo anno.

alessandria il commercio

Ma che bella pensata. Il “coordinamento delle iniziative” è un tema che per decenni ha riempito convegni, seminari, programmi elettorali, promesse istituzionali. Ma quando si è trattato di dire a qualcuno “questo fine settimana non ci sei tu perché tocca a quell’altro”, apriti cielo. Nessuno vuole rinunciare. Alla faccia del coordinamento.

“Bisogna organizzare pochi eventi di valore, basta iniziative spot, sono necessari progetti condivisi per ottimizzare l’uso delle risorse”. Alessandria ripete come un mantra una stanca litania che non si è mai tradotta in atti concreti. Forse anche per altri due motivi: la qualità stessa non è un elemento sempre dominante, degli appuntamenti in calendario non si parla oltre il confine municipale. Continua a leggere “Sozzetti: Alessandria, il commercio, gli eventi e i tavoli. Una storia che si ripete uguale a se stessa, mentre il capoluogo è ancora una volta al centro di business finanziari (altrui)”

Due fratelli

ORME SVELATE

Risultati immagini per brothers saatchi art Brothers Miladinov (Miroslav Damevski)

Conosco profondamente due fratelli ultraottantenni. Stanno insieme da quasi tutta la vita in una casa ormai troppo grande. La loro convivenza iniziò quando Mario, il più anziano, si sposò e andò a vivere con moglie, suocera, e fratello Umberto scapolo convinto. Dal matrimonio di Mauro nacque Fabio portando gioia e allegria a tutta la famiglia, per tanti anni una piccola comunità serena dove ciascuno copriva il proprio ruolo: mamma e papà lavoravano e crescevano il piccolo con il prezioso aiuto di nonna Gianna che, oltre ad occuparsi del bimbo, sbrigava le faccende di casa felice di sentirsi utile e amata.
Umberto lavorava come artigiano autonomo guadagnando abbastanza per vivere decorosamente in quella che era la sua famiglia di fatto e godersi la libertà di single senza impegni. Spesso in giro a divertirsi con amici, beneficiando della fortuna di trovare sempre il calore dei suoi affetti quando…

View original post 787 altre parole

Sepsi: attivazione piastrinica e terapia antipiastrinica

HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone

L’attivazione delle piastrine svolge un ruolo importante nello sviluppo della sepsi. Durante la sepsi, l’attivazione piastrinica porta a danno a carico delle cellule endoteliali, e promuove l’intrappolamento extracellulare dei neutrofili e la formazione di microtrombi, esacerbando la coagulazione settica e le reazioni infiammatorie.

L’induzione o l’aggravamento della coagulazione intravascolare disseminata (CID) che ne deriva porta a danno d’organo. I farmaci antipiastrinici possono inibire le reazioni coagulative ed infiammatorie nei modelli di sepsi, riducendo il danno a carico della funzionalità degli organi.

Alcuni studi clinici suggeriscono che l’aspirina potrebbe migliorare la prognosi dei pazienti con sepsi. Se ne conclude che i farmaci antipiastrinici sono agenti promettenti con il potenziale di migliorare la prognosi della sepsi nei pazienti, e ci si attende che essi divengano una nuova linea di trattamento per questa patologia, anche se sono necessari ulteriori studi clinici per convalidare queste ipotesi.

Platelet activation and antiplatelet therapy in sepsis: A…

View original post 22 altre parole