La leggerezza dell' anima

Sai cosa penso quando perdo lo sguardo più lontano di dove potrei ambire di osservare ?

Penso a te – penso a quanti sogni custodisci
A quanti desideri hai creato
A quante birre ci sono volute per trasformare il tuo volto, da un castello di sabbia, a qualcosa di possibile.
Alle patatine in sacchetto che di notte fanno rumore, come la pizza su letto che ancora emanava odore di noi.
Alla follia di voler contare le onde. Quando il mare mai fermo prosegue i suoi sussurri e di notte noi ci mischiamo all’ universo.
Sai quante cose sei? Sei stata! Sarai.
Il bello della vita è che siamo contenitori cilindrici che sprofondano -ognuno nel proprio fondo – tondo – come un mondo.
Mai scoprirò che cosa sono per te – cosa provi ogni volta che cerco di ricordarti quanto sei importante -quanto lo sei stata e quanto lo sarai.
Vale…

View original post 91 altre parole