ANGOLI DI PENSIERO

Vorrei andare a Wall Street

e farti quotare, vorrei che

almeno un giorno ti dedicassero

la copertina del Time

come migliore donna dell’anno.

Vorrei che un telegiornale

decantasse la tua strabiliante classe

come prima notizia, vorrei calpestare

il ghiaccio degli igloo e recare anche là

la tua conoscenza, fra miriadi di pinguini,

con le membra ibernate da un gelo

che s’ insinua fino alle arterie.

Vorrei trascinarmi in pareo

sulle candide spiagge del Madagascar

e raccattare conchiglie,

portarle all’orecchio e cogliere

la tua voce che è sinfonia.

Vorrei che i Tuareg del deserto

ti portassero doni accatastati

sulla gobba dei loro dromedari,

vorrei che tu fossi al centro

di piazza Tienanmen

e non ci fossero più carrarmati

ma solo anfore di fiori che ti offrono

i loro smaglianti colori.

Vorrei che la luna stasera

ti sorridesse in esclusiva

e ti chiamasse per nome,

vorrei, quanto mondo vorrei

in questo buio…

View original post 84 altre parole