ANGOLI DI PENSIERO

Apriti cielo, riempi l’aria

d’universo senza dogane,

le tue rigature amoreggino

con la rota dell’arcobaleno,

le stelle svaniscano ingerite

e la luna bionda si tumuli,

stringendo le mani di turchese

a chi si stiracchia nelle nudità,

s’accendano ceri alla Vergine

e si temperino le vendemmie,

le fascine di luce senza maree

arpeggino con i poggi già cerei

e i viottoli avviliti favoreggino

il chiaror che ancor resuscita,

senza mai arrogarsi nulla.

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

View original post