Modernità

Memorabilia

Non più certa di chi sono

ho trovato il mio lavoro,

un po’ precario e senza ferie,

è il nocchiere del mio tempo.

Ho guardato il mio riflesso

senza i filtri di Facetune

e ho visto gli occhi smorti

d’un fantasma in bianco e nero.

Ho capito che la vita

non ha il filtro nostalgia,

sfugge al tempo che è veloce

e non lo ferma uno slow motion.

Frantuma l’anima uno schermo

che va in pezzi di cristalli

e non c’è prezzo da pagare

quando lei non si riavvia.

Il danno è fatto e questo buio

me lo gusto in HD.

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...