A te, Donna fra le genti

ANGOLI DI PENSIERO

A te, Donna fra le genti

che miri dall’Alto i tuoi figli,

eredi di beata immortalità

tra le legioni dei salvati,

ora mi volgo, confuso da fili spinati,

imbrattato da giorni fallaci,

bramoso di sinfonie ariose

ben oltre il cosmo visibile.

Oh astri, oh Cielo, oh entità celesti,

qual dono m’avete fatto,

nell’ora terminale dell’acre duello,

quando non avrò senno per difendermi,

sarà Lei a sfoderare la spada tratta

e a soccorrere un suo figlio.

A te, Donna fra le genti

siano pochi e recalcitranti versi

a recar ancor la lode purissima,

gli eterni già ne scrissero a fiumi,

io m’accodo ultimo fra gli ultimi.

Ma sempre vero, sempre figlio.

Carlo Molinari copyright

Foto dal web

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...