Bulgaria: giornalista stuprata e uccisa in un parco. Mondo. ANSA.it

La giornalista uccisa Viktoria Marinova

Una giornalista bulgara, Viktoria Marinova, è stata violentata e uccisa a Russe, nel nord della Bulgaria. Secondo i media di Sofia, il delitto è avvenuto ieri in un parco alla periferia della città dove la donna faceva jogging.

Secondo il ministro dell’interno bulgaro Mladen Marinov l’uccisione non sarebbe da collegare all’attività professionale della giornalista, che era direttore amministrativo del canale televisivo privato Tvn di Russe. Secondo altri media europei la donna stava investigando su presunti abusi sui fondi Ue…

Sorgente: Bulgaria: giornalista stuprata e uccisa in un parco – Mondo – ANSA.it

Omicidio Cervia, ucciso a calci e pugni. Al setaccio le telecamere. ilrestodelcarlino.it

Il 43enne Rocco Desiante, originario della Puglia, è stato colpito brutalmente in casa. L’uomo ha aperto la porta al suo assassino. Mistero sul movente.

Cervia, 7 ottobre 2018 – Cominciano dalle telecamere della zona le indagini per il barbaro omicidio di Rocco Desiante, 43 anni e originario di Gravina in Puglia (Bari). L’uomo è stato trovato questa notte morto in un lago di sangue a Castiglione di Cervia. Verso le 2 di notte i vigili del fuoco sono entrati nell’appartamento in via Castiglione che l’uomo aveva preso in affitto da un amico.

E’ stato proprio quest’ultimo, che non aveva notizie dell’amico da qualche giorno e non riusciva a entrare nella casa perché la porta era bloccata dall’interno, a chiamare i pompieri. La mancanza di segni di scasso fa pensare che Rocco abbia aperto volontariamente la porta al suo assassino che poi se ne è andato, chiudendosi la porta alle spalle e lasciando le chiavi nella toppa interna. Certamente, l’omicidio è avvenuto al termine di un violentissimo litigio: il corpo della vittima è stato trovato riverso a terra in un lago di sangue…

Sorgente: Omicidio Cervia, ucciso a calci e pugni. Al setaccio le telecamere – Cronaca – ilrestodelcarlino.it

Aggredito in casa dai suoi due cani, è gravissimo. lanazione.it

L’uomo, 28 anni,  è stato morso in più parti del corpo dai due animali di razza Amstaff. Sono intervenuti i vigili del fuocoPubblicato il 7 ottobre 2018 Ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2018 ore 23:11 Vigili del fuoco2 minGrosseto, 7 ottobre 2018 –

Una squadra di vigili  del fuoco del comando di Grosseto è  intervenuta nella frazione di Istia D’Ombrone comune di Grosseto per soccorso a un ragazzo di 28 anni  aggredito dai suoi due cani di razza Amstaff  all’interno della sua casa. 

L’uomo è stato morso in più parti del corpo. E’ successo in una casa isolata in Maremma. Secondo quanto appreso, i morsi dei cani gli avrebbero procurato lesioni profonde nei tessuti: al momento è ricoverato in ospedale in prognosi riservata, ma non è considerato in pericolo di vita.

In base a ricostruzioni il 28enne si sarebbe trovato da solo nell’abitazione quando i due cani di razza Amstaff (American Staffordshire Terrier) lo hanno assalito per cause da accertare. Sarebbe stato lo stesso giovane proprietario a chiamare, mentre si difendeva e parava gli attacchi, i vigili del fuoco per essere soccorso.

Una squadra è partita da Grosseto per raggiungere Istia d’Ombrone, località che dista circa sei chilometri dal comando dei vigili del fuoco, situato nel capoluogo. Quando sono arrivati al podere, i pompieri hanno bloccato le due bestie mettendole in sicurezza e soccorso col personale del 118 il ferito, subito portato in ospedale.

Sorgente: Aggredito in casa dai suoi due cani, è gravissimo – Cronaca – lanazione.it

Eroina gialla, che cos’è e perché è pericolosa

 

Eroina “gialla” al centro delle indagini per la morte per overdose di quasi 20 giovani fra Udine e Mestre come quella – si ipotizza –  di Alice, 16 anni, studentessa friulana. Ma parché l’eroina, che nella maggior parte è definita sugar brown, viene in questo caso chiamata “gialla”? E perché viene considerata così pericolosa?

Alice, morta per overdose di eroina gialla: caccia al nigeriano che gliel’ha fornitaIn realtà, al di là del “colore” (mai così nettamente distinguibile) e delle sostanze da taglio usate (mai pericolose salvo rare eccezioni e salvo assunzioni estremamente massicce), il rischio legato alla dose (il “quartino” di grammo) viene soprattutto dal principio attivo dello stupefacente (ovvero la “forza” della droga a portare allo “sballo”) che negli ultimi anni è sensibilmente aumentato per un banale motivo di domanda e offerta. Continua a leggere “Eroina gialla, che cos’è e perché è pericolosa”

Serata di apertura del Festival Adelio Ferrero, di Lia Tommi

La vicenda umana e artistica di Marco Bechis è protagonista della serata di apertura del Festival Adelio Ferrero – Cinema e Critica, L’opera cinematografica di Bechis è un viaggio nel tempo che nel tentativo di documentare il presente storico mantiene saldo il legame con la memoria. Nel suo viaggio tra i sopravvissuti, Bechis osserva dal punto di vista dell’esperienza personale del dolore e del sopruso subìto durante la dittatura argentina, le ingiustizie innanzitutto culturali che si dipanano nel mondo. Bechis ha presentato al mondo, con due splendidi film, tutto l’orrore della dittatura argentina (Garage Olimpo) e il dramma dei figli dei desaparecidos (Hijos) che, sottratti alla nascita alla vera famiglia, dati in dono come prezioso bottino di guerra ai militari assassini, hanno scoperto la loro origine grazie al lavoro condotto dalle madri e dalle nonne di Plaza de Mayo.Marco Bechis è nato a Santiago del Cile. Cresciuto tra San Paolo e Buenos Aires, nell’aprile del 1977 viene sequestrato dalla polizia nella capitale argentina e portato in un carcere clandestino (da questa esperienza avrà origine il film Garage Olimpo). Dopo quattro mesi viene rilasciato ed espulso dall’Argentina e approda a Milano. I suoi film hanno vinto 14 premi internazionali. Nel 2004 con Caterina Giargia fonda Karta Film e inizia la preparazione di La Terra degli Uomini Rossi – Birdwatchers, suo primo film come regista e produttore, lungometraggio sulla tragedia della popolazione Guarani Kaiowa’ devastata dai fazendeiros. Successivamente, Bechis si dedica al documentario, prima con Tutte le scuole del regno, poi con la web serie Il rumore della memoria, che racconta la vera e straordinaria vita di Vera Vigevani Jarach, una delle fondatrici dell’associazione delle madri di Plaza de Mayo.

GIOVEDI 11 OTTOBRE 2018, ore 19,00 – 23,00 (con pausa buffet alle 20,30) , all’Associazione Cultura e Sviluppo, incontro dal titolo: “IL FUTURO DELLA MEMORIA”. Ospiti saranno: MARCO BECHIS , regista, CATERINA GIARGIA, art director , ANDREA POGLIANO docente di sociologia – Università Piemonte Orientale. Modera ROBERTO LASAGNA, critico cinematografico.

Nella seconda parte della serata sarà proiettato il lungometraggio ” Garage Olimpo “.

Serena Artuso: Uno scrittore è “un ladro di storie”

di Pier Carlo Lava

Serena Artuso scrive sin da piccola, dice che la rilassa, ha scritto diversi libri e recentemente un suo elaborato,“La locanda alla fine del mondo” ha vinto il concorso indetto dalla Casa editrice “La collina dei ciliegi”. L’abbiamo intervistata in esclusiva perAlessandria today, queste le sue risposte alle nostre domande:

Ciao Serena e benvenuta nel blog, ci racconti chi sei e qualcosa della città dove vivi?

Ciao, innanzitutto grazie mille per l’opportunità. Sono un ragazza (sì, mi sento ancora giovane) di ventinove anni e sono un medico specializzando. Vivo in una piccola città in provincia di Treviso, dove sono cresciuta, è un paese piccolo e tranquillo e si adatta perfettamente alle mie esigenze.

Cosa ti ha spinto a scrivere e come definiresti una scrittrice?

Fin da piccola mi è sempre piaciuto scrivere, mi rilassa ed è una sorta di evasione dalla vita quotidiana. Il primo vero romanzo che ho letto è stato piccole donne ed il mio personaggio preferito era Jo March, la scrittrice fra le quattro sorelle protagoniste; ecco, fin da bambina volevo essere un’autrice, proprio come Jo.

Non saprei come definire uno scrittore, l’unica frase che mi viene in mente, anche se non riesco a ricordare con esattezza dove l’abbia sentita, è “un ladro di storie”. Continua a leggere “Serena Artuso: Uno scrittore è “un ladro di storie””

Dopo i porti gli aeroporti. Matteo Salvini: “La Germania vuole scaricare qui i suoi immigrati? Non ci saranno aeroporti disponibili”. Huffington Post

Dopo i porti gli aeroporti. Matteo Salvini: “La Germania vuole scaricare qui i suoi immigrati? Non ci saranno aeroporti disponibili”

Il ministro dell’Interno risponde dopo le notizie sul ritorno dei migranti secondari con voli charter in Italia da Berlino
By Huffington Post

Italian Daily Politics

IVAN ROMANO VIA GETTY IMAGES

“Se qualcuno, a Berlino o a Bruxelles, pensa di scaricare in Italia decine di immigrati con dei voli charter non autorizzati, sappia che non c’è e non ci sarà nessun aeroporto disponibile. Chiudiamo gli aeroporti come abbiamo chiuso i porti”. Lo dice il ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Ricordi

Memorabilia

Credevi d’aver chiuso

I tuoi ricordi in un cassetto

Tra gli orecchini che non metti

E il diario dei tuoi giorni

Di lacrime e d’inchiostro.

Poi parte la canzone

Che apre gli occhi alla memoria

E t’accorgi che il ricordo

Urla e si dimena

Fra le gabbie della mente.

Ballano i sorrisi

Con il vento fra i capelli

Su parole sgangherate

Urlate a quel che non sei più

E picchiano sul cuore

Come grandine d’inverno.

È il ritmo del tuo tempo

Il rumore dei tuoi silenzi

La danza dei fantasmi

Sulla tomba del tuo cuore.

View original post

“Media e Ue ci vogliono far cadere”. Di Maio vede un complotto. Huffington Post

“Media e Ue ci vogliono far cadere”. Di Maio vede un complotto

Ma rilancia: “Più fanno così, più ci compattano”
By Huffington Post

Italian Daily News - September

GETTY IMAGES

“Il sistema mediatico e il sistema europeo ormai hanno deciso che questo governo deve cadere il prima possibile. Ma più fanno così, più ci compattano”. Lo dice Luigi Di Maio, vicepremier e leader M5S, in un incontro elettorale in Basilicata. “Siamo due forze politiche molto diverse che si sono messe insieme con un contratto di governo, ma stanno riuscendo nel miracolo di compattarci con questi attacchi continui perché dobbiamo difenderci e dobbiamo reagire, ma soprattutto dobbiamo difendere l’Italia”. Continua a leggere ““Media e Ue ci vogliono far cadere”. Di Maio vede un complotto. Huffington Post”

In cerca di unità

tavolozza di vita

7

In cerca di unità

Non esiste un unico piano, prettamente materiale,
dove ogni cosa è destinata a mutare, a disfarsi,
ma attraverso la possibilità di aprirci ad un’ampia visione,
noi tutti conosciamo e diventiamo consapevoli
che nella pienezza degli opposti, esiste tra gli altri,
anche un piano nel quale all’ombra corrisponde la luce,
la medesima che proiettandosi è origine di tale ombra,
di confusione e di paura, di quel senso di smarrimento
che ci lascia incapaci di comprendere che direzione prendere..
Il caos è opposto all’armonia, ma anche un segno di lontananza
dalla luce, della quale si è sempre in cerca,
sebbene non sempre si è capaci di comprenderlo.
In fondo, tutti noi, siamo opposti in cerca di unità.

17.01.2015 Poetyca
Looking for units

There is no single plan, purely material,
where everything is destined to change, to discard,
but through the ability to open up a broad view,
we…

View original post 96 altre parole

Ecco i peccati di gola più amati dagli Italiani

Creando Idee

Seguire una buona alimentazione e una dieta è cosa buona, giusta e sana. Ma la trasgressione è dietro l’angolo, con ogni popolo caratterizzato dalle sue scivolate alimentari preferite. Ecco allora i peccati di gola più amati dagli Italiani. Primo posto indiscusso per la cioccolata 75% del campione, amata clandestinamente per un italiano su quattro, per di più, il cibo degli dei è legato al minimizzare: se ne mangia cioè una tavoletta e si ammette di aver consumato un quadratino. Secondo pasto per il dolce 16% , specialmente il ciambellone, consumato in porzioni dalla dimensione variabile. Terzo posto  per il pane 15,7% sorta di mascotte alimentare per gli abitanti del Belpaese. In questo caso, il problema è maggiore quando si pranza fuori: è facile dire che si è preso del pane, senza però quantificare precisamente il numero di fette. Seguono poi le trasgressioni “minori”, come patatine 11% e noccioline 6,4%…

View original post 21 altre parole

I gatti mangiano le bacche di Goji

Creando Idee

Questi sono gli ingredienti medi di una confezione di cibo per gatti: carne fresca di pollo disossata, pollo disidratato, patata disidratata, pisello disidratato, grasso di pollo, olio di salmone, semi di lino, alghe marine, polpa di barbabietola disidratata e dezuccherata, lievito di birra, bacche di Goji, scorza di mandarino disidratata, carota disidratata, limone disidratato, banana disidratata, mirtillo rosso, frutto-oligosaccaridi, yucca Ma a un gatto serve tutta questa roba da ristorante salutista di lusso? Nella sua vita, quando mai mangerà bacche di Goji e tuberi tropicali?  Ma quando mai riuscirà a incontrare e addirittura catturare un salmone da cui estrarre esclusivamente l’olio? Dal costo e preparazione di un pasto del genere ci sfami una famiglia di persone. Nel 2017 in Italia sono stati spesi due miliardi di euro per alimenti e accessori per animali domestici, con una media che va dai 30 ai 100 euro mensili a famiglia. Una…

View original post 338 altre parole

Manchester, di Guido Mazzolini

di Guido Mazzolini

Strage di Manchester. Vite giovani, stroncate, falciate, ammazzate. Volti di ragazzi, occhi persi, lacrime e fa ancora più male. Si può morire così, senza motivo e prima ancora di aver cominciato a vivere.

Ora assistiamo alla retorica più banale, quella che attorciglia lo stomaco, quella delle parole buttate quando servirebbe soltanto il silenzio. La retorica dell’accoglienza prima di tutto, quella di chi dice che bisogna costruire ponti e abbattere muri, dimenticando che oggi più che mai siamo sotto assedio.

È una lotta violenta contro il molle occidente, quello che sbadiglia e pensa solo all’automobile nuova o alle prossime vacanze, quello ormai arrivato al capolinea, agnostico e decaduto. Dobbiamo svegliarci, dobbiamo difenderci. Continua a leggere “Manchester, di Guido Mazzolini”

La libertà di stampa per Di Maio: “Stanno morendo parecchi giornali tra cui quelli del gruppo Espresso, nessuno li legge più perché alterano la realtà”. Huffington Post

La libertà di stampa per Di Maio: “Stanno morendo parecchi giornali tra cui quelli del gruppo Espresso, nessuno li legge più perché alterano la realtà”

Attacco su Fb del vicepremier: “Mi dispiace per i lavoratori…”. La replica dei cdr di Repubblica e L’Espresso e della Stampa: si metta l’anima in pace, non moriremo
By Huffington Post

Italian Daily News - October

SIMONA GRANATI – CORBIS VIA GETTY IMAGES

“Per fortuna ci siamo vaccinati anni fa dalle bufale, dalle fake news dei giornali e si stanno vaccinando anche tanti altri cittadini tanto è vero che stanno morendo parecchi giornali tra cui quelli del gruppo l’espresso che, mi dispiace per i lavoratori, stanno addirittura avviando dei processi di esuberi al loro interno perché nessuno li legge più perché ogni giorno passano il tempo ad alterare la realtà e non a raccontare la realtà”. Lo dice in un video su Facebook il vice premier e leader M5s Luigi Di Maio.

Secca la replica dei Cdr di Repubblica e L’Espresso:

“Ancora un volta il vicepremier Luigi Di Maio non perde occasione per mostrare a tutti gli italiani la sua cultura. Non solo ignora che il gruppo Espresso non esiste più da due anni, confluito nel più articolato gruppo Gedi che è il più grande d’Italia per dimensione, numero di testate e lettori. Ma dimostra per l’ennesima volta di non conoscere la differenza tra bufale e notizie, evidentemente perché espertissimo della prima fattispecie e allergico alla seconda. Continua a leggere “La libertà di stampa per Di Maio: “Stanno morendo parecchi giornali tra cui quelli del gruppo Espresso, nessuno li legge più perché alterano la realtà”. Huffington Post”