Gravità

Memorabilia

Anneghi nella melma

d’uno stagno trafficato

di rane gracidanti

il tuo compianto inascoltato.

Assecondano le gambe

l’assurda gravità

della forza che non senti

d’un mortale sentimento.

Magnetica ti spinge

all’ombelico della terra

ancora nuota la tua mente

fra correnti di pensieri.

Torna al mare trasparente

dei suoi incantati occhi

scoprendo la malia

d’un velo di menzogna

gettato sopra al cuore.

Fra i vermi sei radice

d’un salice piangente

e sai che la bellezza

è un’amabile bugia.

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...