Mauro Bianco : Il Villaggio Coldiretti ha conquistato la Capitale con oltre un milione di visitatori

Il Villaggio Coldiretti ha conquistato la Capitale con oltre un milione di visitatori

Al Circo Massimo protagonisti anche i prodotti della provincia alessandrina

vil _DSC0036vil _DSC0167

I “Sigilli” di Campagna Amica a difesa della biodiversità per affrontare il mercato globalizzato salvaguardando e difendendo il valore del cibo made in Italy

“Un evento grandioso, una vetrina incredibile per promuovere quella che è la nostra progettualità, la difesa del made in Italy e della distintività. Solo vivendo l’unicità del Villaggio Coldiretti si può capire di quale evento straordinario si tratti. Il Villaggio è la sintesi perfetta di quello che è il progetto Coldiretti, il luogo dove i consumatori sono protagonisti e il dialogo tra produttore e consumatore diventa il comune denominatore per far conoscere e promuovere stili di vita sani e acquisti consapevoli”.

Così ha commentato il presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco al rientro dalla Capitale dove da venerdì a domenica si è svolto al Circo Massimo il Villaggio Contadino. Sono stati oltre 200 gli alessandrini che hanno preso parte a questa iniziativa che ha portato su ottantamila metri quadrati mercati, cibo di strada contadino ed esposizioni ad hoc, dove è stato possibile acquistare direttamente dagli agricoltori le eccellenze del made in Italy, ma anche gustare piatti di altissima qualità con i menu preparati dagli agrichef di Campagna Amica con le ricette della tradizione degli agriturismi a prezzi popolari, per dare a tutti la possibilità di vivere un giorno da gourmet.

Un milione di persone: è questo il bilancio stilato dalla Coldiretti e confermato dalla Questura sulla partecipazione alla rassegna #stocoicontadini che ha ospitato oltre 400 stand tra mercati degli agricoltori, aree del gusto, street food, stalle, agriasili, fattorie didattiche, orti, antichi mestieri, pet therapy, laboratori, trattori e nuove tecnologie e workshop.

Boom di acquisti anche per i prodotti salvati dal sisma e portati al Circo Massimo dalle aziende terremotate di Lazio, Marche, Umbria, e Abruzzo e ottimi risultati anche per l’iniziativa “Spesa sospesa” di Coldiretti e Campagna Amica, con la possibilità per i visitatori di lasciare pagati frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare della spesa a chi non può permettersela, grazie alla quale è stata raccolta oltre una tonnellata e mezza di cibo gourmet da destinare alle famiglie in gravi difficoltà economiche.

Con il presidente Roberto Moncalvo e il segretario generale Vincenzo Gesmundo non sono mancate le personalità, dal Vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini al Vicepremier e Ministro del lavoro Luigi Di Maio dal Ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio alla sindaca di Roma Virginia Raggi, dal presidente della Regione Nicola Zingaretti fino all’attrice Maria Grazia Cucinotta e ai popolari presentatori tv Elisa Isoardi, Sveva Sagramola e Jimmy Ghione.

“Il successo del Villaggio contadino a Roma  è la testimonianza dell’enorme crescita della sensibilità degli italiani vero stili di vita sani e in equilibrio con la natura per i quali l’agricoltura nazionale può offrire i primati conquistati nella qualità, nella sostenibilità ambientale e nella sicurezza alimentare a livello europeo e mondiale – ha dichiarato il direttore Coldiretti Alessandria Roberto Rampazzo – ma anche un importante momento di solidarietà, con il lancio dell’iniziativa ‘spesa sospesa’ in favore delle famiglie in difficoltà”.

Per i giovani l’appuntamento clou è stato invece al Villaggio delle idee, un laboratorio che ha visto la partecipazione del Delegato Giovani Impresa Alessandria Fabio Bruno, un percorso organizzato per re-immaginare il futuro del food per far tornare l’agricoltura ad essere mezzo di condivisione con la propria comunità, un canale fondante per la trasmissione della cultura e della tradizione, e non più strumento per la sola produzione alimentare.

Successo anche per i “Sigilli” di Campagna Amica, i prodotti della biodiversità agricola italiana che nel corso dei decenni sono stati strappati all’estinzione: per la provincia di Alessandria sono stati protagonisti  la Bietola Rossa di Castellazzo, Cece della Merella, Ciliegia Bella di Garbagna, Ciliegia Precoce di Rivarone, Cipolla Dorata di Castelnuovo, Fagiolana della Val Borbera, Fragola Profumata di Tortona, Montèbore, Pesca di Volpedo, Scorzonera di Castellazzo Bormida, Zucca di Castellazzo Bormida.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...