Equilibrio

Memorabilia

Guardo l’orizzonte gravido di onde

respira la risacca sopra al vuoto del pensiero

Assaporo il suo fluire lento come l’acqua

Il suo infinito corso che nel male inciampa e livido riprende.

Sento l’albero vicino, le stelle e la conchiglia

All’anima che sola del tutto vuol far parte.

Tu non sei o forse non vuoi essere

Nella terra che creasti o nel mare che facesti

Illustrami la strada che dall’abisso mi riporta

Al centro della terra dove il fiato non trattengo.

Dimmi la parola che dicesti quando d’amore e d’odio seminasti il vento

Mostrami la bilancia su cui hai posto cuore e corpo

e quel numero che è l’equilibrio silenzioso fra vita e morte.

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...