fenomenologie semiserie

Diceva così la madre di Stefano Cucchi il 31 ottobre di quattro anni fa, quando l’ennesimo processo assolveva tutti gli imputati.

Oggi, a nove anni esatti dalla morte di Stefano, finalmente la verità si fa strada: uno dei tre imputati, il carabiniere Tedesco, ha denunciato i suoi due colleghi, colpevoli di aver causato lesioni gravi che hanno portato al decesso. A un mese dall’uscita del film sulla mia pelle, in cui un magistrale Alessandro Borghi racconta di essere stato massacrato persino quando era andato lungo, con tanto di manette ai polsi, veniamo a conoscere la testimonianza del carabiniere che dettagliatamente ricostruisce l’accaduto, soffermandosi proprio sulla crudeltà dei colleghi che avrebbero continuato a menare nonostante Stefano fosse riverso a terra.

Il processo Cucchi va avanti da nove anni, si è detto che era morto per una caduta dalle scale, per epilessia o per malnutrizione. Quei genitori, che durante i…

View original post 328 altre parole