Amico mio, di Cecilia Minisci

tumblr_pf1gruYGe81uf9hnz_540

E leggerai chissà sopra il mio volto,

quando mi osservi e cerchi di vedere,

il lungo viaggio che mi porto dentro,

amico dall’identico destino, 

per cui io e te ci assomigliamo tanto.

Verrà a condurti il vento ai miei pensieri

e so che in me vedrai quanto ho sorriso,

quanta la strada e tutto quell’amore

che piano piano se n’è andato via.

Eppure vidi  tanti arcobaleni

prima che gli occhi miei fossero stanchi

di guardar con giusto amore alla mia vita.

Quante carezze a chiome di castagni,

a cuori che si offrivano all’amore!

Ho accarezzato l’erba sotto il sole

la terra calda o fresca in ogni tempo.

E poi…la luna da lassù maestosa

con infinite e  tremolanti stelle,

dolce il vento d’estate sulla pelle

li sento senza quel sapore andato.

E ora mi avvolgo in un ricordo lieve

di una carezza che mi rassicura, 

negli occhi verdi e attenti di un felino

autentico e leale osservatore,

nel volo degli uccelli migratori 

che partono lasciandomi un saluto.