Non ti chiamo, amore

ANGOLI DI PENSIERO

Seduttrice omerica che frantumi la notte,

la divinazione è battaglia fra chi dorme

e chi resiste, cime di neve e mareggiate

si scontrano fra due lacrime, e nel Sahara

cresce una rosa, s’inerpica nella sua follia.

Perché questo è volere e volare,

volare e volere, e non basta il tempo

a frenare pazzia e furiosa inventiva.

La rosa del deserto avrà le sue spine, sì

ma sconfigge l’animo di chi l’ammira,

allora tu riposa nel buio, ch’io ti bacio

i capelli al vento e poco trucco sbiadito,

questo mi basta, e imbattersi forse a Trieste

tra una tisana bollente e una ciglia di cedro,

tra le volpi che impazzano sui campi

d’erba avvizzita e una supplica,

che nelle ore di miseria s’innalza.

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...