Mme3bien

Considerando il mistero del Tempo, che da sempre, in molti, hanno cercato di svelare, niente è più sfuggente, più inafferrabile del concetto di “Presente”.

tempo1

Nel preciso istante, infatti, in cui tentiamo di “fotografarlo” in una definizione precisa, siamo costretti a constatare che, in verità, ciò che avremmo voluto “inquadrare” è già defluito nel “Passato”, proponendo, in definitiva, alla nostra attenzione, un elemento del tutto nuovo: l’immediato futuro.

9449fb_2640aaef04824a118c6ffcc823988061

In altri termini: il “Presente Assoluto”, l’ “attimo statico”, non esiste.

14

Ciò che, per docile convenzione, ci siamo abituati a considerare come il “Presente”, altro non sarebbe che una “sensazione” cosciente di un “nesso”, di un “contatto”, tra ciò che è appena “trascorso” e ciò che sta per “arrivare”…

Pensiamo ad un clessidra: la sabbia che si accumula, in basso, può benissimo venire assimilata al “Passato”, mentre quella che scende, al “Futuro”; la “strozzatura” nel mezzo, unico anello di congiunzione tra questi due…

View original post 8 altre parole