La Lollo pronta ad infiammare i cuori all’Acqui Storia, di Maria Luisa Pirrone

Di Maria Luisa Pirrone

Mi innamorai perdutamente di lei da ragazzina, quando la vidi, tenace e testarda come un mulo, al fianco di Vittorio De Sica in “Pane, amore e fantasia”. Mi innamorai perdutamente, dicevo, di quegli occhi, di quell’accento e di quel cipiglio, e da allora per me Gina Lollobrigida è lei, la Bersagliera.

Icona e sex symbol di un’epoca, di lei nel ’54 il Time scrisse: “In Europa Gi-na-Lol-lo-bri-gi-da sono le sette sillabe più famose. È lei la ragazza che, secondo Humphrey Bogart, «fa sembrare Marilyn Monroe simile a Shirley Temple»”.

Ha 91 anni, Pizzicarella, e proprio in queste ore si sta preparando per venire qui da noi. Sabato 20 ottobre alle 17 al Teatro Ariston di Acqui Terme (piazza Matteotti) sarà l’ospite d’onore del Premio Acqui Storia, durante il quale verrà proclamata “Testimone del Tempo 2018″.

Questa splendida creatura, infatti, è testimone vivente dell’epoca ormai perduta delle Dive e ha portato fieramente l’Italia nel mondo. Nella sua lunghissima carriera ha attraversato la storia del cinema di diversi decenni, al fianco di mostri sacri italiani ed internazionali, ma tra film memorabili, David di Donatello, Golden Globe e Nastri d’argento ha avuto anche il tempo di essere scultrice e fotografa.

Lei, che mosse i primi passi da attrice sul finire della seconda guerra mondiale e che quest’anno ha ricevuto la sua stella sulla Walk of Fame di Hollywood, porterà ad Acqui la testimonianza, appunto, di una vita incredibile, come artista e come donna.

Insieme a lei, riceveranno questo prestigioso riconoscimento anche Marco De Paolis e Antonio Brunetti.

De Paolis, procuratore generale militare alla Corte d’Appello di Roma, si è occupato delle stragi dei militari nazisti contro civili e soldati dopo l’8 settembre ’43. Brunetti, maresciallo del Carabinieri e due Medaglie d’oro, è stato uno dei “31 uomini” del generale Dalla Chiesa impegnati nella lotta al terrorismo.

Il Premio «La Storia in TV» andrà al cronista Rai Michele Ruggiero per i suoi servizi sulla Grande Guerra. Il Premio alla Carriera sarà conferito, invece, a Francesco Margiotta Broglio, professore ordinario di Storia all’Università di Firenze.

A ricevere l’Acqui Storia, riservato a volumi di stampo storiografico, saranno Guido Melis con «La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascista» (Il Mulino) e Cesare Panizza con «Nicola Chiaromonte. Una biografia» (Donzelli), ex aequo per la sezione storico-scientifica; Emilio Gentile con «25 luglio 1943» (Laterza) per la sezione storico divulgativa; Adélaïde De Clermont – Tonnerre con «L’ultimo di noi» (Sperling&Kupfer) per la sezione romanzo storico.

Durante la serata, sarà ospite anche un reduce di Cefalonia accompagnato da un rappresentante dell’Associazione Nazionale Divisione Acqui, per ricordare l’eccidio compiuto sull’isola dai tedeschi nei confronti di soldati italiani e greci.

La cerimonia di consegna sarà condotta da Roberto Giacobbo, giornalista, presentatore e professore universitario, che stamattina all’Ariston ha incontrato gli studenti delle scuole superiori per una speciale lezione di storia.

Gli altri eventi collaterali dell’Acqui Storia saranno la presentazione, oggi alle 17 all’ex Kaimano (via M. Ferraris), del libro di De Paolis “Cefalonia. Il processo, la storia, i documenti”, e l’incontro dei vincitori del Premio con il pubblico domani, sabato, prima al Caffè Leprato, alle 9,30, poi alle 10,30 all’ex Kaimano. Nel pomeriggio in piazza Matteotti verrà anche allestito il Mercatino del Libro di Storia con i testi vincitori.

IL PREMIO ACQUI STORIA, FIORE ALL’OCCHIELLO DEL NOSTRO TERRITORIO

Il Premio fu istituito nel 1968 per onorare il ricordo della Divisione Acqui e i suoi caduti nell’eccidio di Cefalonia del settembre ’43.

Nel tempo è diventato uno dei più importanti riconoscimenti europei nell’ambito della storiografia scientifica e divulgativa, del romanzo storico e della storia rappresentata al cinema e in televisione, ottenendo grande visibilità mediatica ed internazionale e accogliendo ospiti illustri, come Piero Angela, Giorgio Albertazzi e Pupi Avati, solo per citarne alcuni.

Ha ricevuto il Patrocinio del Presidente della Repubblica, del Presidente del Consiglio e del Senato, della Camera dei Deputati e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Acqui Terme con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Regione Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino.

Foto: http://www.corriere.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...