Poesie, di Maria Cannatella

Non belle come a Sarzana ma anche in Alessandria abbiamo del colore prima di arrivare in piazza santa Maria di castello ,una viuzza laterale

Ci sono poesie che appagano l’anima,

la riempiono di emozioni.

Altre poesie che fanno piangere,

aiutano quelle lacrime,

che erano ferme lì, mentre,

aspettavano le emozioni giuste,

il loro momento.

Ci sono quelle poesie,

che fanno male al cuore,

parlano e raccontano l’amore.

Un amore perso, forse dimenticato,

un vero amore mancato.

Ogni poesia d’amore,

fa ricordare qualcuno,

quel qualcuno che ci ha fatto soffrire.

Ci sono poesie,

che rallegrano le giornate,

nessun dolore è nascosto tra le righe,

scritte in un attimo di spensieratezza,

scorrevole quelle parole,

lette mentalmente.

Ma poi ci sono poesie che non hanno un senso,

ma solo frasi ingarbugliate,

soltanto parole complesse,

per far capire solo che il poeta sa l’italiano.

Ma leggendole a volte,

ti accorgi quanto siano insignificanti,

vuote nella loro anima,

non sanno di nulla,

ma solo di parole difficili.

E poi, ci sono le mie poesie,

dove io scrivo con il mio cuore,

con la mia anima,

usando parole semplicissime,

che anche un bambino riesce a capire.

maria Cannatella @ 17/10/18

riservati tutti i diritti.