Chain Thy To The Shrine……..

RebirthShande6

The ocean could not quench thy thirst,
Yet,
a drop of holy water
Verses read aloud in her mind
Backward and forward
Doing this as a cause
For the betterment of mankind
People from all over
Of all kinds
Chained her lust
To the shrine
That’s the magic of religion
Yet
What was the point
When GOD was always in thy soul,
heart and mind,
As whenever the eye glared at the shrine
Bells ringing,
Incense burning
Drums beating
People praying
Never understood
That she had all of GOD
In thine
“Look at her”
The mob points
That’s what happens
When You have lust
You get chained to a shrine
As they move on
Giving her a scatter of dimes
She smiles,
And thinks,
You all come to the shrine,
To find God
While
I always had him
Have him
And will have him
All mine,
While you search for…

View original post 14 altre parole

A Photo a Week Challenge: Reflection

Through My Lens

This photo was taken inside the park of Dubai Media City. It’s a place where all tech companies located such as IBM, Apple, Dell and etc.

I was having a photo walk when I took this one and it was almost night time. It’s a long exposure with a tripod of course to make it sharp as much as possible.

This is my contribution to Ms. Nancy Weekly Challenge. https://nadiamerrillphotography.wordpress.com/

I do hope you find it pleasing.

Have fun and keep on clicking😄!!!

View original post

L’IMMACOLATA (8 Dicembre) di Roberto Busembai

L'immacolata

di Roberto Busembai

L’IMMACOLATA (8 Dicembre)

E donna divenne
con un soffio d’amore
nato tra le nuvole del destino,
seppe del dolore
il fine del suo partorire
colui che non aveva
certamente creato,
e dal cielo stesso
ricevette il dono,
purezza e incanto
la sovrasta come
l’innocente sua
non volontà
di essere madre
d’entità suprema,
essere donna sola
in mezzo a tanta scena.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine: Francisco de Zurbarán – Immacolata

Balconi d’autunno

Creando Idee

E’ vero che in autunno cadono le foglie…però in autunno fioriscono anche bellissime piante! In questo periodo potete colorare il vostro giardino o il vostro balcone con fiori sgargianti e allegri, che si discostano dai colori tono su tono tipici della stagione. l’erica ama le temperature fresche, ma non si spaventa di fronte al freddo vero e proprio. Abituata ad adattarsi al territorio montano, ottenendo spazi spesso angusti tra le rocce, è una pianta resistente e dalle poche pretese Aggiungete un pugno di ghiaia alla sua terra, quando la piantate, per evitare che ristagni l’acqua. La sua fioritura inizia proprio in autunno e i suoi colori possono variare dal viola intenso al rosa pallido.  Conosciuta e apprezzata sin dall’antichità, i suoi rami erano utilizzati per realizzare delle scope “sacre”, utilizzate per pulire i pavimenti dei templi di culto. Cavoli ornamentali: sono il must della stagione, non potete non averli! Non…

View original post 174 altre parole

Emozioni

Creando Idee

La nostra esistenza è colma di emozioni. Le emozioni ci piacciono, le andiamo a cercare, ne parliamo ,con gli amici, con i parenti, le riviviamo col ricordo; la televisione,i libri, i giornali, i gossip, le feste, i riti religiosi ecc. ci favoriscono in questo senso, perché si presentano come occasioni per vivere direttamente o indirettamente emozioni. I giornali vendono di più se raccontano una storia d’amore di un personaggio famoso e il telegiornale ha più ascoltatori se c’è una disgrazia che suscita forti emozioni.Le emozioni e i sentimenti assumono un ruolo importante nella nostra attività mentale e sociale.Si possono definire come delle reazioni psicologiche e fisiche provate da una persona, che si manifestano intensamente e che sono in genere in relazione ad un qualche evento. Proviamo paura di fronte ad un pericolo, proviamo gioia se superiamo un esame, proviamo una emozione di tristezza se ad un amico capita…

View original post 148 altre parole

GUARDAMI, di Roberto

GUARDAMI

Guardami come vuoi
con quell’occhio aperto,
scrutami nel più profondo
e leggi cosa è scritto,
ma non meravigliarti
se non trovi niente
che possa farti arrabbiare,
mi spiace, ma non
saprei mai farti del male.
Guardami con il cuore
aperto come le pupille
e credi quello che senti
e vedi in questo istante,
non saprei vivere
sapendoti distante
e triste
per una mia causante.
Guardami e poi
offrimi il tuo amore.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web

Mani di farfalla, di Valerio Villari

Mani di farfalla, di Valerio Villari

Arte & Poesia

Mani di farfalla, di Valerio Villari

Per tutti gli anni vissuti,
ho vissuto nel tuo domani
e vagabondo, sempre in
cerca delle tue mani, tra
viali alberati e poi fredde
tundre, non ho mai perso
di vista l’ago al nord,
il magnetico sapore
delle tue labbra e
però cercavo la tue mani,
non il tuo corpo,
non il tuo volto,
semplicemente le tue mani,
che se una volta solamente
non li avessi carezzate
con la mente,
vivere mi sarebbe stato
troppo, troppo deprimente.
Continua a leggere “Mani di farfalla, di Valerio Villari”

La terra calda, di Valerio Villari

La terra calda, di Valerio Villari

La terra

Se la mia mano un giorno
non sapesse più scrivere sul foglio,
se la mia bocca un giorno
non dovesse più parlare,
se i miei occhi un giorno
non sapessero più guardare,
se i miei sogni un giorno
non potessi più raccontare

ti prego, amore, lascia che siano
le tue mani a leggere quanto
le mie hanno scritto
anche sulle tue labbra,
con la mia bocca divenuta
silenziosa e potrai guardare
con i tuoi occhi i miei
sogni e raccontarli a chi
vorrà e saprà ascoltarli,
come hanno fatto le mie
parole, prima di morire,
nel silenzio che non muore.
Continua a leggere “La terra calda, di Valerio Villari”

I Fruttariani

Creando Idee

Basare la propria alimentazione esclusivamente sulla frutta? Niente di strano. In ogni angolo del pianeta, praticamente da sempre, c’è chi si nutrisce in questo modo. Persino Steve Jobs avrebbe abbracciato la dieta fruttariana che, pur di interpretare al meglio sul grande schermo il guru della Apple, ha avuto persino qualche problema di salute durante la preparazione della pellicola dedicata a tale personaggio. In altre parole, come in molti ricorderanno, qualche anno fa Kutcher è finito in ospedale verosimilmente per problemi al pancreas dovuti alla dieta fruttariana di Jobs. Ma questo è gossip. La realtà è che sì, il fruttarismo esiste e non mette tutti d’accordo. Però bisogna prima capire di cosa si tratta.Il fruttarismo nasce in Germania e uno dei suoi pionieri è stato Arnold Ehret, praticamente a base di frutta. Poiché affetto da problemi cardiaci incurabili all’epoca, ne cercò un rimedio dedicandosi a numerosi studi sui modelli differenti di alimentazione. Di sicuro…

View original post 284 altre parole

Donne e alimentazione

Creando Idee

Le donne e il cibo, un rapporto cambiato nel corso delle generazioni, che a partire dagli anni 70 ha visto affermarsi un modello di riferimento estetico che lentamente sta cedendo il passo a un approccio più salutista. A riferire le tendenze al femminile in fatto di alimentazione una ricerca Doxa per UnaItalia che ha messo a confronto le millenials con le over 35. La fotografia è di giovanissime più rilassate nel rapporto col cibo, il 47% delle quali si definisce una buona forchetta, e confessa di cedere spesso a un piatto di pasta, contro le over 35 più attente alla propria alimentazione e alla qualità. Quando si parla di carne, a farla da padrone sulle tavole delle donne è il pollo, preferito dal 94% di esse. Complice una informazione che viaggia prevalentemente, ma non solo, su web e social network, la carne di pollo è ancora oggi oggetto di pregiudizi…

View original post 17 altre parole

Alla luna

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

ALLA LUNA

O graziosa luna, io mi rammento
Che, or volge l’anno, sovra questo colle
Io venia pien d’angoscia a rimirarti:
E tu pendevi allor su quella selva
Siccome or fai, che tutta la rischiari.
Ma nebuloso e tremulo dal pianto
Che mi sorgea sul ciglio, alle mie luci
Il tuo volto apparia, che travagliosa
Era mia vita: ed è, nè cangia stile,
O mia diletta luna. E pur mi giova
La ricordanza, e il noverar l’etate
Del mio dolore. Oh come grato occorre
Nel tempo giovanil, quando ancor lungo
La speme e breve ha la memoria il corso,
Il rimembrar delle passate cose,
Ancor che triste, e che l’affanno duri!
G. Leopardi

La luna piena di ieri sera

View original post

Davide Cortese, A Pier Paolo Pasolini

Lettere migranti

Pier Paolo Pasolini in una foto giovanile, da qui Pier Paolo Pasolini in una foto giovanile, da qui

A Pier Paolo Pasolini

Nell’iride tua

è un dio ragazzo

che bacia nel buio dei cinema

e ruba ai morti

il fiore per l’amata viva.

Nell’iride tua

freme una notte di borgata

in cui angeli si sporcano

seppellendo un peccato.

Esulta nell’iride tua

una rondine sottratta alla morte.

È salva, ti vola e splende.

An Pier Paolo Pasolini

In deiner Iris

ist ein Knaben-Gott,

der in der Dunkelheit der Kinosäle küsst

und den Toten die Blume

für die lebende Geliebte stiehlt.

In deiner Iris

bebt eine Vorstadtnacht,

in der sich Engel beim Begraben

einer Sünde schmutzig machen.

Es jubelt in deiner Iris

eine dem Tod entrissene Schwalbe.

Sie ist gerettet, fliegt dich und glänzt.

Davide Cortese

(traduzione in tedesco di Anna Maria Curci)

View original post

Pittura – I ritratti iperrealistici di Darian Mederos

Barbara Picci

Darian MederosLa storia di Darian Medero è curiosa per cui ve la racconto. Nato a Cuba nel 1992, durante i suoi primi anni di scuola d’arte, ha frequentato la Leopoldo Romañach a Santa Clara. Successivamente, trasferitosi a L’Havana, ha continuato all’Accademia di Belle Arti San Alejandro.
Fin dall’inizio della sua carriera artistica, egli ha trovato difficoltà nel realizzare una sola cosa: i ritratti. Una persona normale si dedicherebbe ad altro, ma non Darian che, dopo essersi rimboccato le maniche, ha concentrato la sua ricerca proprio su questo fronte. Il motivo non era solo questo, l’artista era infatti molto affascinato dalla luce negli occhi dei soggetti e dalla natura espressiva dei volti.
Darian MederosNasce così tutta una serie di ritratti realistici e iperrealistici in cui è evidente, diciamocelo, che l’artista abbia colmato le sue lacune. Darian è un fervente realista non trovando, a detta sua, nulla di interessante in altri generi quali…

View original post 83 altre parole

What Makes Doctor Doom Marvel’s Most Prolific Villain?

The Comic Vault

The Marvel Universe features some of the most compelling villains to ever be created. From Magneto to Thanos, the best villains believe themselves to be the hero of their own stories. Doctor Doom is cut from the same cloth. Doom’s arrogance and intellect have given him a desire to gain as much power as possible. On the other hand, the character has a sense of honour and a genuine love for his people. These conflicting traits have made him a complex person.

Doctor Doom has been matched against more heroes than any other villain. I’m taking a look into what makes him such a memorable character and what drives him.

View original post 813 altre parole

Un giro in bici da paura: il Lacus Ciminius ed il fantasma di Cibilla Octavia visibile solo nelle notti di luna piena!

3lifeblog

Il lago di Vico o Ciminius è una zona dalle caratteristiche naturali fantastiche. La sua posizione di 507 metri di altitudine lo rende il lago più alto d’Europa ma, non solo. Il lago ha praticamente una storia millenaria tanto che la leggenda vuole che sia stato creato dal semidio Ercole che recatosi in questa selva in cerca delle ninfe Melissa ed Amaltea venne osservato dalla gente del posto per la sua prestanza fisica e gli venne chiesto di dare una dimostrazione della sua forza. Egli forse infastidito dalla loro licenziosità, scagliò la sua clava con tutta la sua forza, conficcandola nel terreno. Poi con tono altezzoso invitò i presenti ad estrarla dal posto dove si era conficcata. Uomini di ogni fattezza, gagliardi, muscolosi e presuntuosi cercarono invano ma tutti fallirono. Alla sera stanco di aspettare il figlio di Zeus decise di scendere e strappò con forza la clava del terreno…

View original post 238 altre parole

Vicino, vivo, di Valerio Villari

Vicino, vivo, di Valerio Villari

Vicino vivo

Lontano
dal tuo volto
e dalle tue guance
o dalle tue mani
non posso ergermi
come l’albero,
e sogno
il profumo
dei tuoi capelli
ed il sapore
del tuo sorriso,
scoprendo
il tuo profumo
mai impetuoso
senza rapide,
senza cascate
e non fa male,
come la spina
della rosa
e non è violento,
come quello
del tempo
senza te.
Continua a leggere “Vicino, vivo, di Valerio Villari”

CLESSIDRA, di Luigi Meloni

di Luigi Meloni

CLESSIDRA

Sto in silenzio consapevole di vivere
l attimo scacciando funesti pensieri
di silenzi che non hanno tempo.

Sto in silenzio perche’ ho fermato
le barriere del tempo, ascoltando
quel rumore che mi invade la mente,
come due scimmie che saltano da un
albero all’altro.

CLESSIDRA

Sto in sielnzio e guardo giu negli antri
profondi dell anima, come un mare solitario
in un giorno di pioggia.

Fermo sono accogliendo tutto di me nello
spazio infinito di un puntino di luce.

Sto in silenzio in questo immobile momento,
vivo la mia vita intera solo nell andare
e venire, come se scivolassi nel mare affogando
in quel sapore amaro, che sale dall animo
alle papille gustative.

Non sto pensando a niente e niente nel
nulla e quando guardarsi dentro, e’ uscire
dal mondo pieni di gioia.

And Then There Was Once a MAN………….

RebirthShande6

There was once a man that inherited
His grandmas land
Where he grew cotton
That suited him,
Even when times were dim,
Yet,
His heart saddened
And his vision hardened
As the villagers told
Him tales of lit cities
Where action happened
And that he was undermining his great worth
So he sold his grandmas garden
And ventured
To a city
Invested all his fortune
Head full of hauteur riding
On the new wave of modernity
From “cotton wool” to “sanitary napkins”
Little did he know that the town
Had only menopausal women
And men who bragged hypothetically
Of tales of shy virgins’
And dreamt drenched damsels
The honourable middleman
Was swift and
Ran with this mans grandmas money
Now his intrusive self
sits by the town clock
Eating fried shrimp
And trying to sell
his sanitary napkins,
To anyone and everyone,
“For Free”

View original post

Thursday Rhyme

RebirthShande6

Imagine,
The wishful think
Of Mr, Prime
Who got rejected
Every-time
Of a place where
He could act “divine”
Yet, lost himself,
in a town,
Where damsels whined,
While widows drank wine,
Imagine,
Pulling off cartoons
On prime time
Licking iced cones
While tastebuds yearned for a drunken dine
Imagine,
donning a costume
And that too,
On Valentines’
Imagine,
Me, writing this nonsensical
Post,
With nothing else on my mind’
And that to all out of rhyme
Should I name it “thyme?”
Yet, thank you,🙏🏿
For your lost time.
As insensible grudges
And the masquerade
Kept me hooked
With rage and untapped reserves
To Mr Trine,
What’s his name again?
Mr Prime?
Who cares,
I guess,
Now,
I am being overtime
Yet,
I didn’t write murder
For,
Mr whatever,
And that’s still
one of my crimes!
Now surely,
I have lost it,
Out of sync,
Absolutely, out of line.

View original post

TIRED AND YET STILL GOING.

2JustAnotherPost

04-medical-reasons-youre-tired-depressedLife goes on without stopping and so today’s humans are programming themselves.

In spite of tiredness, strain and pain, we tend to push our bodies as the ways of life. Not knowing or knowing the damages that we make on ourselves. “I’m tired,” one said, yet you still see him carrying out tasks that are beyond strenuous for him to implement. Another said the same, quoted, ”It’s hard but I can finish.” Straining himself  as he does it, acting as if it’s a vital task, one which would save the world if it were ending.

Though, all these said things, I myself have fallen into the same prevalent saying and now I’m doing the very said thing. Pushing myself all to the finish, on the things that I was put to do.

I’m tired yet still going and this I can’t seem to understand. Hash tag -JustFeltLikeSharing.

View original post

Street Photography – Amritsar, India

Through My Lens

I know its not related to my post.

But I need to insert this to express my gratitude.

I don’t want to be cheesy.

I just want to say a BIG THANK YOU!

Because yesterday was my 1st month since the inception and I am very grateful to have a supporter like YOU.

Your response is overwhelming.

Thank you once again.

And now,

Through my lens will bring you to the city of Amritsar, India.

As you watch the pictures ………………

I do hope that you will get something from it, perhaps a REALIZATION.

And would appreciate life more, and be contented of what you have.

———————–

Stay tuned for more insightful photos, Thank You !!!

View original post

My Moon

The Rendezvous Club

I saw a blood Moon

On a no moon day,

Who told me stories of

Some never existing worlds.

Gave me premonitions of

Distant islands and the

Doom of it’s end, evidently.

When dark clouds hid his

Face at time, he turned yellow

And his words were blurred

And at times I couldn’t even

See his face nor hear his voice.

Maybe it was all in my mind

The wolves howled from

The nearby hills, and he

Said he was afraid of that

Never did I ask

Neither did he say why that was.

He uttered some brilliant nonsense

And called them secrets of the dark

I rowed through the fog

And the darkness

To reach a shore

To see the Moon up close

But there was no moon to see

It was a no moon day.

Then my eyes felt heavy

On my head, I woke up

From…

View original post 73 altre parole

Light is a transparent rainbow

The Rendezvous Club

Light is just a transparent rainbow

Undispersed and lost between

The chaos and the space

That travels through the whole universe

In seconds and minutes

From far away luminous burning objects of fusion

Through the dark black space

Leaving the void terribly black

Even though it passes through it

Still it brightens our world

Refracting at the top, leaving a blue hue

That only deceives our eyes

For as we go up we see no blue, only black.

Remember light is just a transparent rainbow

Which shows us only one color at a time

And hiding the seven colors in plain sight

If you want to see the seven colors

Coalesced wonder called light

Dispersed and showing us all it’s might

If you want a glimpse, there’s a mechanism

But for that your heart needs to be a prism.

.

.

© 21/10/18 The Rendezvous Club

All Rights Reserved!


And…

View original post 13 altre parole

PICCOLA felicità

Diario di una Zingara

Una delle cose a cui rinunci quando diventi genitore, è la TUA felicità. Ma non lo dico nè con tristezza nè con rammarico.

Dalla nascita del bambino in poi, riuscirai ad essere davvero felice solo se lo sarà lui. Alla faccia dei bei discorsi “Non lascerò mai che la mia felicità dipenda da un uomo”; lui è alto poco più di 90 cm, ma pur sempre di un uomo si tratta.

Alla fine della storia servirà a poco rientrare nella taglia 40, avere lo smalto curato, portare a termine un progetto o cucinare la torta di mele più buona del secolo: se il pargolo non è felice non lo sarai neppure tu genitore.

E non è per nulla facile capire la felicità di un bambino: è fatta di estremi, di bianchi e neri, di euforia e disperazione. Leone oggi è passato dalla felicità di un cartone animato fuori orario, al…

View original post 102 altre parole

Perché gioiamo delle sfortune altrui?

ORME SVELATE

Risultati immagini per Schadenfreude  saatchi art Lil Sprout Clown Gardening (Jo Potocki)

Schadenfreude, termine tedesco che deriva da Schaden (“danno”) e Freude (“gioia”) che indica il senso del piacere che le persone traggono dalla sfortuna altrui, è una sensazione familiare a molti (il famoso “mal comune mezzo gaudio”), forse soprattutto in questi tempi di media sociali pervasivi. Secondo un articolo degli psicologi della Emory University, questa emozione comune, ma mal compresa, può fornire una preziosa finestra sul lato oscuro dell’umanità. New Ideas in Psychology ha pubblicato questa review, che ha attinto prove trentennali di ricerca sociale, di sviluppo, di personalità e clinica per ideare un nuovo quadro per spiegare sistematicamente lo schadenfreude. Gli autori propongono che lo schadenfreude comprende tre sottomodalità separabili ma interconnesse – aggressività, rivalità e giustizia – che hanno distinte origini di sviluppo e correlazioni di personalità. Gli scenari che suscitano lo schadenfreude, come i conflitti tra gruppi, tendono a promuovere anche la…

View original post 732 altre parole

S. Mamiliano ed il tesoro perduto dell’isola di Montecristo: una avventura in mountain-bike tra Lazio e Toscana!

3lifeblog

Questo è il racconto di una avventura che è il risultato di varie ricerche effettuate su testi che poi ho tradotto in un bel giro in mountain-bike (che può essere effettuato nuovamente con me come guida) in una bellissima giornata di sole e caldo, come solo gli autunni italiani ci possono regalare!

Prima di passare al racconto del percorso, farei un piccolo passo indietro per darvi un breve accenno di come è partita la mia idea della ricerca di questo tesoro che solo in parte è stato ritrovato!

Tra l’arcipelago toscano ed il continente questo culto ha basi incerte, si deduce da scritti che fosse fuggito dalla Tunisia con alcuni compagni deportati in Africa e che dopo varie vicessitudini fosse riuscito ad approdare sull’isola deserta di Monte Giove che a seguito della sua permanenza venne denominata Montecristo (Mons Christi). Visse infine da eremita sino al 19 ottobre del 460. La fama di intensa vita…

View original post 816 altre parole

La brama dei sensi

ANGOLI DI PENSIERO

Bocche di fuoco, chiari di rosa

incendiati nel cielo spaurito

tratteggiano quest’albeggiare

senza che vi sia parola alcuna

d’aggiungere, né lamento di pena

né sguardo confuso dall’immenso.

M’inabisso ai primeggi di sole

con ritegno e stupore, oh chiarore

che impregni testa, mani e piedi,

tu sai bene, lei ancor dorme, si desta,

esulta, resta muta, amoreggia,

si duole, si stiracchia, brilla di suo,

si schiude, ondate ricche di sussurri

e scompigli, colori intensi e vitali

per chi s’appressa al suo petto.                             

Allora tu, donna, restami accanto

seppur tacente, stammi vicino

ch’io vergo fogli antiquati per te

e non perdo il mio fare, ma oriento

vita e impulsi alla beltà che sei,

anima selvaggia e illimitata,

bastione ferito, chiesa dissacrata,

imperfezione, divinità ed empietà.

Per te vivifico i sensi, venature

muscoli e tensioni illogiche,

su di te è precipitata la mia notte

in te è balenato il mio giorno,

di…

View original post 37 altre parole

U vicu da Carreria, di Vincenzo Pollinzi. Il Vicolo (Traduzione in Italiano dal Dialetto Rocchisano)

U vicu da Carreria, di Vincenzo Pollinzi

U vicu ù duna segni e vita
e sutta nu sule vruscente
ppe cose e gianti,
para abbannunatu a iddru stessu.
Sagghiannu si quattru scaluni
nu pensiaru ammucciatu
appiccia torna chiddra nostalgia
sempre custodita intra
nu morziciaddru e pagura,
quasi ara tenire luntanu e mia stessu.
Ma si nne si luntanu e chiudi l`uacchi
rijiasci miaghju a capiscire i sianzi
e ne vidi e malincunie…
e chiddru chi te manca.
U`c`è sù cchiù e fimmine
sedute subba u muriattu
chi tuttu senta,cumpari e pacenziusu.
U`c`è cchiù…e d`è ammutata puru
a parrasia a festa di quatrariaddri loru.
E duve su ghjùti i ziariaddri cu ra canottìara
chi mustravanu aru vìantu du vicu
u pìattu,a faccia e l`arrummulare e l`anni?
È cuamu si a d`ammutare forra a Vita stessa!
Tuttu cumincia,se trasforma e finiscia…
s`arrummula e va avanti.
Vulerra ca su circhiu du mia,
mentre se strincia senza frica,
u se chiuderra ccà,intra su Vicu,
duve tuttu ppe mia è cuminciatu
e duve tuttu vulerra u se finiscia.
Continua a leggere “U vicu da Carreria, di Vincenzo Pollinzi. Il Vicolo (Traduzione in Italiano dal Dialetto Rocchisano)”

Intervista alla scrittrice Giulia Bocchio. L’arte deve essere libera dalle strategie

Intervista alla scrittrice Giulia Bocchio

Alessandria today, dopo la sua biografia che trovate a questo link: https://alessandria.today/2018/10/05/giulia-bocchio-scrittrice-si-presenta-ai-lettori-di-alessandria-today-2/, è lieta di pubblicare anche un intervista alla scrittrice alessandrina Giulia Bocchio.

Giulia è nata nel 1991 a Tortona, esplicita la propria febbre creativa nel 2013 pubblicando la silloge Harmattan Poetico (Lorenzo Ed.) che il celebre poeta e critico torinese Armando Santinato definirà sulla rivista Vernice “ (…) Una comparsa del tutto nuova nel firmamento della poesia italiana e non solo. Una silloge che cattura e coinvolge, al di là d’ogni steccato convenzionale, per originalità dell’ispirazione e la provocazione simbolica del messaggio ”.

Giulia Bocchio foto copia

Qual è il valore che tu dai all’arte?

L’arte? Quasi una religione per me, di sicuro un credo. Ha un valore fondativo e diverse forme espressive ma è il compromesso per l’eterno. Gli artisti sono mortali, l’arte no, un’opera trascende il tempo, addirittura il presente e si dona a più epoche, attraversandole tutte se è autentica, se è libera. L’impulso creativo, che ha nell’immaginazione il suo abisso e il suo apice, non è che il tentativo tutto umano di lasciare un messaggio, una traccia perenne di sé, un disperato restare. Rispetto alla storia del mondo la nostra esistenza non è che un frammento infinitesimale di tempo, ma trasformare un vissuto, una sensibilità, un’idea in un’opera d’arte ti permette di esistere oltre il tuo stesso vissuto. Dai segni sulla pietra, agli affreschi, dalla musica ai romanzi l’arte è un universo che si alimenta di occhi: io stessa mi dico che le mie poesie, i miei libri sopravviveranno a me e questo è salvifico. Continua a leggere “Intervista alla scrittrice Giulia Bocchio. L’arte deve essere libera dalle strategie”

Passione nel cuore, di Cristina Saracano

Alessandria: Oggi parliamo con Fulvio Bolla, Alessandrino, sessantun anni, presidente del club Passione grigionera, dove collabora attivamente anche il nipote Davide Odicino, entrambi addetti all’organizzazione delle trasferte.

Fulvio è tifoso grigionero da quando era bambino, ovvero da cunquantaquattro anni.

Seguiva il padre, fotografo per Tuttosport, a bordo campo al Moccagatta, così è iniziata la sua passione, mai terminata.

Secondo Fulvio, Luca Di Masi ha deciso di occuparsi di questa squadra con molto entusiasmo, ma, forse, ha puntato subito troppo in alto, illudendo e poi deludendo i tifosi, a un passo dalla Tim Cup, che resta tutt’ora un sogno.

Per quanto riguarda i nuovi acquisti di quest’anno, Fulvio vede ragazzi agguerriti e motivati, che giocano anche col cuore, ma, sostiene ” Questo sarà un campionato di transizione”.

Parlando della sempre tanto attesa ma mancata promozione in B, per Fulvio la colpa è imputabile per metà alla squadra e per metà alla dirigenza, “Mister Braglia non c’entra”, aggiunge.

Secondo Fulvio, un’eventuale promozione porterebbe visibilità e commercio alla città e bisognerebbe educare i giovani ad andare allo stadio per amare la maglia, la squadra, più della dirigenza.

Forza Grigi sempre!

Qui di seguito, alcune foto di Fulvio, Davide e del logo Club Passione Grigionera.

“Rebora Festival Ovada” II Edizione 2018 – giovedì 1 novembre – Chiesa di N.S. dell’Assunta ore 21 – “Orchestra Classica di Alessandria”

“Rebora Festival Ovada” II Edizione 2018 – giovedì 1 novembre – Chiesa di N.S. dell’Assunta ore 21 – “Orchestra Classica di Alessandria”

rebora 1 novembre

REBORA FESTIVAL OVADA   II edizione – 2018

Orchestra Classica di Alessandria

musiche di W.A. Mozart

Adele Viglietti, violino

Grigor Palikarov, direttore

che si terrà giovedì 1 novembre  ore 21 – Chiesa di N.S. dell’Assunta, si coglie l’occasione per ricordare i prossimi appuntamenti del Rebora Festival Ovada, giovedì 22 novembre – Enoteca Regionale del Monferrato, ore 21:00   IL JAZZ DI MARANGOLO, TAVOLAZZI E BANDINI

Antonio Marangolo, sax

Ares Tavolazzi, contrabbasso

Ellade Bandini, batteria

martedì 18 dicembre – Teatro Splendor, ore 21:00   JOY SINGERS CHOIR in concerto Spiritual e gospel

consegna dell’Ancora d’argento all’ovadese dell’anno a cura del settimanale “L’Ancora” 

L’ingresso è libero per tutti i concerti

Marco Ciani: A Casale Monferrato nasce il nuovo “Sportello salute” CISL aperto a tutta la cittadinanza

A CASALE M.TO NASCE IL NUOVO “SPORTELLO SALUTE” CISL APERTO A TUTTA LA CITTADINANZA

Obiettivo: fornire informazioni ed orientamento sul tema della tutela della salute
e problematiche legate all’amianto

Dal prossimo 23 ottobre, presso la Cisl di Casale M.to in Via Rivetta 41, sarà attivo il nuovo Sportello Salute.

Il servizio, presentato questa mattina con una conferenza stampa, nasce dalla sinergia tra Cisl territoriale, FNP CISL Alessandria-Asti (federazione che tutela i pensionati), e dall’associazione di volontariato ANTEAS Cisl in collaborazione con il Dott. Franco MONGIO’ (Cisl Medici), al fine di offrire un servizio gratuito di supporto a tutti i cittadini, guardando sopratutto alle fasce più deboli ed anziane.
Oltre a fornire assistenza su tutto ciò che ruota intorno alla tutela/diritto alla salute lo Sportello dedicherà particolare attenzione alle patologie connesse all’amianto.

“Abbiamo creato questo nuovo servizio con l’intento di essere ancora più vicini al territorio, dal momento che come organizzazione sindacale, oltre alla tutela individuale di lavoratori e pensionati, crediamo nell’importanza di promuovere iniziative a favore di tutta la comunità, a maggior ragione in una città divenuta simbolo della lotta contro la fibra-killer”, spiega Marco Ciani, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti. Continua a leggere “Marco Ciani: A Casale Monferrato nasce il nuovo “Sportello salute” CISL aperto a tutta la cittadinanza”

Franco Armosino rieletto Segretario Generale della Camera del lavoro di Alessandria

Franco Armosino rieletto Segretario Generale della Camera del lavoro di Alessandria

Con 69 voti a favore e 5 contrari e 6 astenuti, Franco Armosino è stato rieletto Segretario generale provinciale della Camera del Lavoro di Alessandria.

Armosino Franco CGIL

Lo ha rieletto, come da Statuto, l’Assemblea Generale provinciale uscita dal Congresso che si è svolto il 23 e 24 ottobre a Novi Ligure, nel Centro Fieristico

Sono stati due giorni intensi con 30 interventi di funzionari e delegati sindacali che hanno declinato i temi proposti dal documento congressuale relativi al lavoro, alla solidarietà, all’inclusione, alle pensioni, alla cultura, educazione e ai problemi occupazionali e di sviluppo del territorio.  Sono intervenuti anche il responsabile nazionale dell’Ufficio Nuovi Diritti Sandro Gallittu e la segretaria regionale Monica Iviglia.

Il congresso costituito da 225 delegati ha visto una partecipazione costante di 205 delegati pari al 91% della platea. Continua a leggere “Franco Armosino rieletto Segretario Generale della Camera del lavoro di Alessandria”

Gli effetti dell’alcol sul cervello

ORME SVELATE

Risultati immagini per alcohol saatchi art Alcohol makes us happy (Szabina Góré)

Quando l’alcol entra nel cervello, provoca la formazione di neuroni in una regione chiamata area tegmentale ventrale, o VTA – nota anche come “centro del piacere” – specializzata nel rilasciare dopamina, un neurotrasmettitore che produce quelle sensazioni di benessere, e comunica al cervello che qualunque cosa abbia appena vissuto vale la pena di ottenerne di più. Gli scienziati hanno a lungo cercato il primo passo nel percorso molecolare attraverso il quale l’alcol induce i neuroni nel VTA a rilasciare dopamina. Ora, i ricercatori del Center for Alcohol Research in Epigenetics dell’Università dell’Illinois di Chicago riportano nella rivista Neuropharmacology, che l’alcol blocca un canale del potassio chiamato KCNK13 che si trova all’interno della membrana dei neuroni che rilasciano dopamina nel VTA. Quando il canale del potassio viene bloccato, i neuroni aumentano la loro attività e rilasciano più dopamina. Il canale KCNK13 è assolutamente necessario all’alcol…

View original post 484 altre parole

Crisitina Fava: Puliamo il mondo, i bimbi delle scuole all’opera

Puliamo il mondo, i bimbi delle scuole all’opera

Come di consueto il Comune di Casale Monferrato aderisce a Puliamo il Mondo, l’iniziativa di volontariato ambientale promossa da Legambiente in collaborazione con Anci e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, dell’Istruzione e di Upi.

Ogni anno i volontari di decine di paesi in tutto il mondo si danno appuntamento per dare un segnale concreto di voglia di fare e di identità territoriale nelle loro città.

Per Casale Monferrato si tratta della ventiseiesima edizione. Protagonisti saranno circa 150 bambini delle scuole XXV Aprile, IV Novembre e San Paolo che, dalle 10 alle 11 di lunedì 29 ottobre si occuperanno della pulizia di piazza Statuto, dei giardini di via  Adam e di piazzale Duca d’Aosta.

Commenta l’assessore all’Ambiente Crisitina Fava: «I piccoli alunni delle scuole partecipano sempre più numerosi ed entusiasti a questa bellissima iniziativa che speriamo ci aiuti a sensibilizzare anche gli adulti sulla necessità impellente di mantenere la pulizia e il decoro della città».

Comune e Federazione Scherma al lavoro insieme A maggio tornano le gare al Palafiere

Comune e Federazione Scherma al lavoro insieme A maggio tornano le gare al Palafiere

Casale Monferrato: È stato sottoscritto e presentato mercoledì 24 ottobre, nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale, l’accordo di collaborazione che legherà il Comune di Casale Monferrato alla Federazione Italiana Scherma nel progetto City Partner FIS.

scher Scarso e PalazzettiScherma 24 ottobre conferenza

La cooperazione promuoverà l’attività sportiva schermistica ma anche il territorio monferrino: la città si impegna a mettere a disposizione della Federazione i suoi impianti sportivi con la garanzia di poter ospitare competizioni di assoluto livello.

La collaborazione con la FIS aveva già permesso, in questi ultimi anni, l’organizzazione di ben tre importanti appuntamenti schermistici al Palafiere Riccardo Coppo: il Campionato Europeo Paralimpico nel 2016, i Campionati Italiani a squadre (serie B e C) nel 2017 e la Coppa Italia Cadetti nel 2018 con centinaia di atleti e appassionati accorsi in città.

Alla firma dell’accordo ha preso parte il presidente della Federazione Giorgio Scarso che ha illustrato le iniziative che interesseranno Casale Monferrato nel mese di maggio 2019: la Coppa Italia Under 17, la Coppa Italia Under 20 – dal 3 al 5 maggio – e il Campionato Italiano Master individuale e a squadre (categoria 40/50/60/70 anni) dal 1 al 4 maggio. Sono attesi in città circa 1500 atleti per i due eventi di Coppa Italia e circa 800 per il Campionato Master. Continua a leggere “Comune e Federazione Scherma al lavoro insieme A maggio tornano le gare al Palafiere”

L’effetto uscio e gli anta mila miliardi di Boeri!

OpinioniWeb-XYZ

door-1011796_960_720

Ma anche gli anta mila miliardi propagandati da istituti di ricerca, giornalisti, opinionisti, ecc., ecc., ecc. che il governo eletto (populista,..ista,..ista dicono) e la manovra (ancora da realizzare,..are,…are) sarebbero già costati alle famiglie e alle imprese italiane fino ad oggi!!! Ma dopo aver ascoltato la radio e la tivvù non siete forse corsi spaventati a controllare il conto in banca e i due spiccioli nascosti sotto al materasso? Noo? Beh, nemmeno io!

Rientriamo in post-tema per spiegare la prima parte del titolo: L’EFFETTO USCIO!

Avete mai sperimentato l’effetto uscio? Mi spiego! Per effetto uscio intendo quella strana condizione di chi, dopo una lunga giornata di lavoro che non gli ha permesso neanche una sosta per andare al bagno, si trova finalmente davanti alla porta di casa e non ce la fa proprio più, gli scappa talmente tanto che appena entra deve correre per non farsela addosso. Ciò che non è…

View original post 1.209 altre parole

Perché abbiamo bisogno di toccare?

ORME SVELATE

Risultati immagini per touch saatchi art Touch (Mihail Korubin-Miho)

Ogni anno, i musei sostengono il costo di riparare i danni causati alle loro opere dai visitatori che li toccano. Perché le persone vogliono toccare oggetti che possono vedere chiaramente? Qual è la visione che aggiunge quel tocco? I filosofi, a partire da René Descartes, hanno tutti notato che il tocco ha fornito “un senso di realtà” e ci ha fatto sentire in contatto con il mondo esterno. Al contrario, gli psicologi tendono ad assumere che il tatto non ha superiorità intrinseca rispetto agli altri sensi. La nostra tendenza al “controllo dei fatti” al tatto è comune, ma rimane inspiegabile: dal resoconto biblico dell’apostolo dubbioso San Tommaso, vediamo ora un “effetto Tommaso” nei telefoni cellulari e in altre nuove tecnologie, dove le persone preferiscono ancora premere per selezionare gli elementi su uno schermo e nel punto vendita in cui i negozi consentono alle persone di toccare i…

View original post 406 altre parole

Buon compleanno Riserva Naturale del Torrente Orba!

Buon compleanno Riserva Naturale del Torrente Orba!

26 ottobre 2018: buon compleanno Riserva Naturale del Torrente Orba!

Sportello Infofiume

buon Locandina 30 anni RNTO A3buoncompleanno

A conclusione delle iniziative celebrative del trentennale della Riserva Naturale del Torrente Orba l’Ente di gestione delle Aree protette del Po vercellese-alessandrino organizza venerdì 26 ottobre alle ore 21.00, presso il Mulino comunale di Via Marconi 18 a Bosco Marengo, sede della Riserva, un incontro dal titolo “Dalla Garzaia alla Riserva Naturale del Torrente Orba – 30 anni di storia raccontati dai protagonisti”.

Interverranno: Francesco Bove, Presidente – Dario Zocco, Direttore – Piero Mandarino, Consigliere (già Vice presidente) – Laura Gola, Tecnico Faunistico – Paola Palazzolo, Guardiaparco, Enzio Notti, già Presidente del Comitato Comprensoriale di Alessandria, Silvio Spanò, già Professore di Zoologia presso l’Università di Genova. Continua a leggere “Buon compleanno Riserva Naturale del Torrente Orba!”

Sozzetti: La sanità, la ricerca e l’obiettivo Irccs per patologie ambientali per Alessandria. Finalmente la Regione riconosce che la candidatura si può presentare

Sozzetti: La sanità, la ricerca e l’obiettivo Irccs per patologie ambientali per Alessandria. Finalmente la Regione riconosce che la candidatura si può presentare

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

La sanità

Complici le elezioni che si avvicinano? Chissà. L’Italia è un paese strano e quasi nulla avviene per caso. Ma quello che è certo è che non sempre le parole (sui fatti bisogna ancora attendere) pronunciate sono estremamente chiare.

Questa volta, però, le cose sembrano stare davvero diversamente. “Ci sono le condizioni per preparare il dossier per la candidatura a Irccs (istituto di ricovero e cura a carattere scientifico) di Alessandria”.

Lo annuncia Antonio Saitta, assessore alla Sanità della Regione Piemonte, in chiusura dell’intervento al convegno ‘Sanità, ambiente e ricerca scientifica’ organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria in collaborazione con associazione Cultura e Sviluppo, Lamoro – Agenzia di sviluppo del territorio e Fondazione Solidal (l’incontro, ospitato nella sala conferenze di Palatium Vetus è stato patrocinato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri e dall’Ordine degli infermieri della provincia di Alessandria).

La dichiarazione arriva dopo un discreto giro di parole sul valore della ricerca, sulle competenze in materia di sanità, ricerca e impresa che hanno di fronte a sé “spazi enormi di sviluppo”, sulla sanità “motore di sviluppo economico e di trasferimento e diffusione dell’innovazione”. Continua a leggere “Sozzetti: La sanità, la ricerca e l’obiettivo Irccs per patologie ambientali per Alessandria. Finalmente la Regione riconosce che la candidatura si può presentare”

Il Sindaco Gianluca Bardone è ambasciatore della lettura nelle scuole

Il Sindaco Gianluca Bardone è ambasciatore della lettura nelle scuole

Tortona: Nella settimana nazionale della lettura “Libriamoci”, giunta alla quinta edizione, il Sindaco, Gianluca Bardone, è tornato nelle scuole cittadine in veste di ambasciatore della lettura.

lib Mario Patrilib medie Oasilib San Giuseppe

Anche quest’anno, infatti, la Città di Tortona ha aderito a questa utile ed interessante iniziativa promossa dal Ministero dell’istruzione e della Ricerca attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo attraverso il Centro per il libro e la lettura.

Il Sindaco, ispirandosi al filone “Lettura come Libertà”, ha scelto di proporre e condividere con i ragazzi che frequentano il secondo anno delle Scuole Secondarie di primo grado, il libro di Paola Capriolo “Le Olimpiadi del coraggio”, opera che rende omaggio al gesto simbolico, che sarebbe poi passato alla storia, degli atleti saliti sul podio alle Olimpiadi di Città del Messico nel 1968, per dire no alla discriminazione, ai pregiudizi, alle limitazioni dei diritti e della dignità umana. Continua a leggere “Il Sindaco Gianluca Bardone è ambasciatore della lettura nelle scuole”

Il Fantasma di Canterville… in ludoteca!

Il Fantasma di Canterville… in ludoteca!

Alessandria: Venerdì 26 ottobre, alle ore 17, appuntamento nella Ludoteca comunale ‘C’è Sole e Luna’ con lo spettacolo della Compagnia “I Lunatici” di Torino, nell’ambito del programma di attività autunnali rivolte ai bambini dai 5 ai 7 anni.

10003443_1376955089291854_371631699904870963_n.jpg

Lo spettacolo è liberamente tratto da “Il fantasma di Canterville” di Oscar Wilde e racconta la storia degli Otis, una famiglia americana che acquista per una somma irrisoria un antico castello della vecchia Inghilterra, incurante delle leggende che lo dicono infestato da uno spettro.

Sabato 27 ottobre, inoltre, è in programma una gita pomeridiana a Magopovero – Museo dell’Immaginario di Asti, rivolta ai bambini dai 6 agli 11 anni. Sarà effettuata una visita guidata animata dello spazio d’arte sito a Palazzo Ottolenghi.

Sono ancora disponibili alcuni posti, gli interessati possono contattare la ludoteca per la prenotazione:

Ludoteca C’è Sole e Luna, via Verona 103

tel. 0131 227216, e-mail ludoteca@comune.alessandria.it .

“Il provvido cielo”, l’ultima fatica letteraria del poeta Ottorino Pendenza

“Il provvido cielo”, l’ultima fatica letteraria del poeta Ottorino Pendenza

“Il provvido cielo ”, l’ultima fatica letteraria del poeta Ottorino Pendenza edito da Guido Miano Editore, settembre 2018 nella Collana Poesia elegiaca dei Maestri Italiani dal ‘900 ad oggi

Ottorino Pendenza Ottorino - Il provvido cielo

Milano, settembre 2018 – È di recente uscito per i tipi di Guido Miano Editore – Milano, l’ultima raccolta di liriche dell’autore Ottorino Pendenza Il provvido cielo” nella prestigiosa collana Poesia elegiaca dei Maestri Italiani dal ‘900 ad oggi.

Tra i meriti di questa raccolta di liriche non si può escludere certamente il richiamo, che risulta evidente, delle ombre più o meno inusitate dell’essere: “La sorte, spesso inopinata , sfalda/ i tuoi sogni dorati e solo resta/ in te l’amaro anelito di ieri..” (Briciole di cielo).

Il poeta ricorda nello stesso componimento: “Oltre le oscure nuvole risplende / propizio il sole e tacito riscalda..”. E suggerisce al lettore con umana solidarietà: “Raccogli intanto, provvido, nel cuore/ come dall’alto, manna prediletta,/stillante ambrosia, briciole di cielo”. Continua a leggere ““Il provvido cielo”, l’ultima fatica letteraria del poeta Ottorino Pendenza”

Incontro alla vita, di Antonio Meola

Incontro alla vita, di Antonio Meola

44693917_2041453419210532_755804460436946944_n

Incontro alla vita.

Nel tempo
che inesorabile passa
mi addentro sicuro
felice di arrivare
fino alla fine.
Fermo
gli attimi felici
che al tempo
danno velocità,
mi soffermo
nei giorni bui
assimilando il senso
che dà insegnamento.
Vado
nei suoi meandri,
avanzo e schivo
quello che poi
potrebbe farmi male
cercando il ritmo
per non
ritornare indietro.
Vado
fiducioso e sicuro
finché laggiù
non troverò la fine.

Melanto
( Antonio Meola )

poeta da quattro soldi

foto presa dal Web.

Milano 14 Giugno 1991, Mariella Bartolucci

Milano 14 Giugno 1991, Mariella Bartolucci

Milano

Dal diario di Magda.
Dedicata a tutte le donne e agli operai che muoiono mentre lavorano.

Milano 14 Giugno 1991

Da oggi sono una cittadina italiana con un’invalidita’ civile!

Infatti ho subito una menomazione fisica non idifferente!

Non sono l’unica. Ci sono tante donne come me e camminano per strada con

una “tetta finta”, detta protesi.

Fino a quindici giorni fa non avrei mai pensato di diventare ” invalida”.

Dovrò passare umilmente la visita per la dichiarazione legale di questo mio nuovo stato fisico, magari insieme a tutte quelle vecchiette per l’assegno di accompagnamento, che ho visto stamane alla USL:alcune stavano meglio di me.

Dio mio che esperienze ti fa fare il Cancro!

Sono passati alcuni giorni ” normali”, come se non fosse successo niente.

Ho pensato alla mia famiglia, alla casa e a mantenere buoni rapporti con il vicinato.

Tutto è filato liscio!!

Ma oggi è ritornata la paura. Si ho paura di quello che ancora mi aspetta..

L’oncologa decreterà il mio destino e lo svolgimento delle mie future giornate estive, per me sacre. Continua a leggere “Milano 14 Giugno 1991, Mariella Bartolucci”

Non chiesi nulla, di Antonio Scarito

Non chiesi nulla, di Antonio Scarito

44767736_1548143078663220_2940859215327002624_n

Non chiesi nulla
lessi negli occhi e
capii che adesso
per lei era festa.
Non mi fermai,
incontrai stupori,
piccole frasi
sparsi la dentro,
pensieri scritti
con il suo amore
per una vita che
la spingeva a
mai fermarsi.
Lei è un insieme
di corpo ed anima
capace di
sapere amare,
sente il sole
che la riscalda e
lo racchiude
felice negli occhi.
Guarda lontano,
oltre l’orrizzone
dove trovare,
nel far del giorno,
la vita che
da sempre sogna,
mentre di notte
riesce a trovare
posto nei sogni.
Non dico il resto
per lei è tutto
un dolce muoversi,
con soave grazia e
dolce simpatia,
mentre la vita
le da la forza
di esser sempre
solo se stessa.
Ha sol bisogno di
potersi difendere
da sguardi che
le ruban tutto,
pur quell’anima
che in lei è
solo l’essenza di
una vera donna.

Leggi, regole e rispetto del prossimo, sono diventate un optional?

Leggi, regole e rispetto del prossimo, sono diventate un optional?

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Oggi  viviamo in una società sempre complessa e multietnica, i tempi sono cambiati e c’è chi ritiene decisamente in peggio, infatti microcriminalità, vandalismo, prepotenza e mancanza di rispetto verso il prossimo e delle regole, sembrano diventati la normalità, come se nel tempo ci fossimo assuefatti ad una situazione che riteniamo ormai irrisolvibile e dalla quale non è più possibile uscirne.

Pier Carlo Lava

L’egoismo e il razzismo sono due virus che nell’attuale contesto sociale si stanno diffondendo in modo sempre più preoccupante ma ai quali quasi nessuno sembra fare troppo caso.

La storica solidarietà del popolo italiano a chi è in difficoltà sta diventando un pallido ricordo in quanto oggi è praticata prevalentemente da un esigua minoranza che svolge opera di volontariato.

Fra la gente sempre più spesso e in diverse situazioni si sente dire “non è un problema che mi riguarda, ci penseranno altri”, peccato che chi lo afferma dimentica che nessuno è immune a sventure o episodi sfortunati e ciò dovrebbe fungere da avvertimento e stimolare una maggiore attenzione ai problemi del prossimo.