U vicu da Carreria, di Vincenzo Pollinzi. Il Vicolo (Traduzione in Italiano dal Dialetto Rocchisano)

U vicu da Carreria, di Vincenzo Pollinzi

U vicu ù duna segni e vita
e sutta nu sule vruscente
ppe cose e gianti,
para abbannunatu a iddru stessu.
Sagghiannu si quattru scaluni
nu pensiaru ammucciatu
appiccia torna chiddra nostalgia
sempre custodita intra
nu morziciaddru e pagura,
quasi ara tenire luntanu e mia stessu.
Ma si nne si luntanu e chiudi l`uacchi
rijiasci miaghju a capiscire i sianzi
e ne vidi e malincunie…
e chiddru chi te manca.
U`c`è sù cchiù e fimmine
sedute subba u muriattu
chi tuttu senta,cumpari e pacenziusu.
U`c`è cchiù…e d`è ammutata puru
a parrasia a festa di quatrariaddri loru.
E duve su ghjùti i ziariaddri cu ra canottìara
chi mustravanu aru vìantu du vicu
u pìattu,a faccia e l`arrummulare e l`anni?
È cuamu si a d`ammutare forra a Vita stessa!
Tuttu cumincia,se trasforma e finiscia…
s`arrummula e va avanti.
Vulerra ca su circhiu du mia,
mentre se strincia senza frica,
u se chiuderra ccà,intra su Vicu,
duve tuttu ppe mia è cuminciatu
e duve tuttu vulerra u se finiscia.

Diritti Riservati

Il Vicolo (Traduzione in Italiano dal Dialetto Rocchisano)

La strada non dà segni di vita
e sotto un sole spietato
per cose e Genti,
sembra abbandonata a se stessa.
Salendo i pochi gradini
un pensiero nascosto
riaccende la nostalgia
sempre custodita
in un pizzico di paura,
quasi a volerla tenere distante da me.
Ma se sei lontano e chiudi gli occhi
riesci meglio a carpirne i sensi
e ne metti a fuoco le malinconie…
E quello che ti manca.
Non ci sono più le donne
sedute a ridosso del muretto
che tutto ascolta,paziente e complice.
Non c`è più… e tace anche
il vociare festoso die loro bambini.
E dove sono finiti i vecchietti in canottiera
che consegnavano al venticello del vicolo
il petto,la faccia e l`avanzare degli anni?
È come se a tacere fosse la vita stessa.
Tutto comincia,si trasforma e tutto finisce,
si avvicenda e va avanti.
Vorrei che il mio cerchio
nel suo restringersi senza fretta
si chiudesse qui,in questo luogo,
dove tutto per me è incominciato
e dove tutto vorrei che finisse.

Diritti Riservati

Nota: Un grazie di cuore a mio nipote Pierino Pollinzi che con pazienza e affetto mi ha aiutato nella stesura del Testo in Rocchisanu, perchè mancando da molto certe sfumature un pò sono andate perse. Grazie a tutti se siete arrivati fin qua.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

One thought on “U vicu da Carreria, di Vincenzo Pollinzi. Il Vicolo (Traduzione in Italiano dal Dialetto Rocchisano)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...