A Desirée, di Ventrone Antonio

A Desirée  di Ventrone Antonio

Profumo di Vita

Desirèe

Desirée

Ner mezzo a quer degrado a S. Lorenzo,
È morta Desirée ‘na regazzetta,
Me prenne a male solo si ce penzo,
È stata violentata poveretta.

L’hanno trattata come ‘n animale,
In un palazzo semi abbandonato,
Me chiedo ma perché tutto ‘sto male,
De certo è ‘na sconfitta pe’ lo Stato.

Lo stabbile da tempo fatiscente,
Rifuggio de drogati e delinquenti,
Da tempo segnalato da la gente,
Come teatro de brutti avvenimenti.

Mentre l’Italja piagne e veste a lutto,
Pe’ l’espurzioni non ce so’ li sòrdi,
Le casse de lo Stato so’ a l’asciutto,
Ma che dovemo fà co’ ‘sti balordi.

Speranno ch’er governo gialloverde,
Dìa più poteri ar Sinnaco viggente,
Io ‘n antra fija nun la vojo perde,
Nun vojo più rivive ‘sto presente.

Ventrone Antonio

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...