A Place for My Head

Il disfacimento.
La disfatta.
Quale sta meglio?
Seanza alcun dubbio la seconda.
Siamo all’ora della disfatta.
L’ennesima e impossibile da numerare.
(Ricordi se è la centesima o la millequattrocentocinquantesima?)

È crollato tutto quel precario presente che mi ero creata cercando di costruirmi un futuro.

Sono al quinto antidepressivo in meno di due anni.
L’ennesimo aumento di ansiolitici.
Prendo cosi tanti farmaci che avoglia che sembro n’ottantenne.
Farmaci in aumento costante

Non guarirò mai.
Perchè non c’è nulla da guarire.
Io questa sono. Sono cosi.
L’antidepre col nome americaneggiante non produrrà dopamina sufficiente nemmeno per rendermi apparentemente felice per un mese o due,se siamo fortunati.
Secondo la mia umile opinione il dottore dovrebbe pensare a darmi la pensione,cosi mi godo quel poco che mi resta,invece che tentare ancora di curarmi.

E la psicologa ormai non la vedo da mesi.
Inutile nasconderlo.
Sto sbagliando.
E non so nemmeno perchè lo…

View original post 16 altre parole