Sogno nel cassetto

Raggio di Sole

Avevo un sogno quando andavo a scuola, mi sarebbe piaciuto fare l’architetto e ristrutturare vecchie case della borghesia di fine Settecento, abitazioni coloniche costruite dopo la rivoluzione Francese, quando l’emergente categoria sociale conquistava territori da sempre di proprietà dei nobili poi caduti in disgrazia con la nuova visione illuministica della società, dopo secoli di soprusi giustificati dal volere divino. Avrei reso il piccolo portico un vero capolavoro, il solaio a punta con i suoi finestroni e abbaini una romantica camera da letto, utilizzando solo materiali locali e conservando lo stile autentico. Sarebbe stato fantastico potermi dedicare a tutto il borgo, collaborando anche al recupero delle chiesette che generalmente non mancano mai nei piccoli villaggi di campagna.

Anche le case popolari di metà Ottocento mi hanno sempre affascinato, nate a seguito della rivoluzione industriale per dare alloggio ai lavoratori sistemandoli vicino alle fabbriche, occupando spazi ridotti e usufruendo di servizi minimi…

View original post 363 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...