VIOLENZA, di Roberto Busembai

VIOLENZA

VIOLENZA

Rendimi il sorriso,
rubato sopra il greto
di un fiume malato,
sabbia scura e canne
ormai seccate,
ultime calde giornate,
sapori e odori acri
come fumi volanti
di fuochi accesi
pulizie dei campi.
Rendimi la felicitò
sopita con un gesto
un alzata di mano
troppo presto
e troppo forte il dolore
di conoscerti diverso,
l’acqua trova ostacolo
in un enorme sasso,
devia lontano
e forma un piccolo lago,
pozzanghera di melma
e acqua ferma.
Rendimi la donna
che ha preso la corrente,
e nel mare è arrivata,
mischiandosi alla gente.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web