A me piace, di Valerio Villari

37346187_250338579110296_1721940732148711424_n

Arte & Poesia

Mi piace quando
perdo il senso, il
senso del tempo;
quando le agitate
fronde disegnano
sulla tela della città,
ché colorato diventa
il grigio asfalto

e mi piace quando
vedo quello che
altri non sanno
vedere, come
il colore del mare
simile a quello
del tuo volto,
un volto speciale,
un sorriso dove
volare e spesso
mi sono perso
tra le onde dei
pensieri e
nei colori,
nei colori delle
tue unghiache con cura
dipingi e nel
sogno mi
costringi ed
immagino
ieri, diverso,
diverso oggi,
diverso domani,
ma niente è
lo stesso
e mi piace che
tutto questo
lo vedo nelle
tue mani,
mentre stai
dormendo,
mentre il
mondo fuori
sta danzando,
attendendo
il tuo risveglio

e mi piace
perché tutto ciò
che vedo è
ciò che voglio;
un solo momento
nell’eternità
del tempo,
i tuoi occhi
alla luce,
la luce nei
tuoi occhi
e
la vita nei miei

e così mi piace!

Valerio Villari
17 Luglio 2018

[Immagine: Thomas Ralph Spence (1855-1918), Sleeping Beauty]