La bellezza, di Antonietta Fragnito

La bellezza, di Antonietta Fragnito

 

Si abbandona soave il vate
all’abbaglio del celeste fango
E si baciano sovente nel verso
poesia e poeta
qual furibondi amanti
Si amano al limite dell’ umano
laddove la bellezza è insopportabile
Pur io
seppure in croce
me lo leggo il Creato
Sono un fiammifero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...