VIOLENZE, di Grazia Torriglia

VIOLENZE, di Grazia Torriglia

VIOLENZE

Ti guardava quando..per la strada
Camminavi spensierata
Con la gonna al vento
Su quei primi tacchi ancora bambina.

E ti seguiva
E ti aspettava al ritorno da scuola…
Finché un giorno
All ingresso del portone di casa
Si avvicinò e ti aprì il portone ..con galanteria..
Ma il suo sguardo gentile
Divenne cupo
Quando foste nell androne.

Subito ti fu addosso
E le mani violarono
E strapparono e la sua bocca
Serro’ il tuo urlo.

Poi la violenza estrema
E ti lascio lì a terra
Tra lacrime e sangue..

Indifferente e laido
Andò via.

Grazia Torriglia @

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...