COME VA?, di Fina D’Ignoti

COME VA?, di Fina D’Ignoti

COME VA?
Muto come i muti è il desiderio
arida come il deserto l’anima,
la cecità di chi non sa vedere
è padrona dei miei occhi, e
nella fossa dei serpenti
partorisco con dolore il mio pensiero.
Il mio udito non sente il mare
e le sue onde, ma
solo i fantasmi che in esso si agitano.
Prigioniera sono negli spazi angusti
con perimetri di muffa e per tetto
ho ghiacci che non conoscono primavere.

Una volta riuscivo a sognare l’alba,
forse l’ho vista, ma ora anche l’energia
del ricordo mi ha lasciata, e i
mendicanti con le sacche colme
mi passano accanto con disprezzo.
E sono qui, in questo giorno che è giorno,
ma è già buio,
un buio che percepisco con i brividi
della pioggia e del vento.
Qualcuno forse una volta mi ha parlato
di speranza. No! No, forse era utopia.

Ma ora la pioggia sta cessando, e
mi pare di sentire un boato
squarciare il cielo, mi pare di vedere una luce, e
qualcuno assiso su di un legno , mi guarda.
Chi sei tu?
Sono l’amore!
Cos’ è l’amore?
L’amore non risponde, scende dalla croce,
grondando sangue, acqua , fiele, aceto,
si china verso di me e mi chiede:
come va?
FINA

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...