Il ghigno furioso della morte e il suicidio di Petronio.

Rosa Frullo

Quella tomba di rosso era per te…

Il tuo sangue rosso,

i tuoi polsi di poeta suicida…

tutto era per te, il colore del vino

sangue ,

vino,

le dita spezzate…

la tua bellezza.

Morire con eleganza ..

Morire sapendo che l’unica cosa sognata amata è morire…

Petronio tutti i poeti sognano di morire…con il sangue che cola nel vino …

Vuoi i miei polsi,

la mia urina,mista a quella di un gatto, vuoi il mio ventre il mio corpo come banchetto…

Ma voglio morsi grandi e forti,

Voglio cannibali ardenti,

no impiegati di concetto…

Voglio tutto il gomito del mondo ….

Voglio marcire tra le tue labbra…

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...