NELLE VENE NELLE MANI NELL’ANIMA,

di Marcello Comitini

nelle vene

Chiuso in una stanza buia sento nelle vene
il sangue della notte e fuori

stormi di passeri che urlano senza sapere più
dove posarsi

in quali nidi rifugiarsi dove deporre
i loro fardelli colmi di vita.

Rimango come le stelle senza luce
prigioniero di sogni e d’illusioni.

Credo ancora di volare
di sperare che non sempre la vita sia un deserto
il cielo una notte di rovina.

Eppure mi dolgono le braccia
le mani e la mia anima con cui cerco di allontanarmi
da questa stanza piena d’ombre.